Mini Countryman by Romeo Ferraris

Da Romeo Ferraris arriva una versione speciale della Mini Countryman colorata d’azzuro e dedicata ai 150 anni dell’Unità d’Italia.

Mini Countryman by Romeo Ferraris

Tutto su: MINI Countryman

di Giuseppe Cutrone

13 luglio 2011

Da Romeo Ferraris arriva una versione speciale della Mini Countryman colorata d’azzuro e dedicata ai 150 anni dell’Unità d’Italia.

La Countryman si tinge d’azzurro con la Mini Countryman by Romeo Ferraris, edizione speciale messa a punto dal preparatore italiano per festeggiare i 150 anni dell’Unità d’Italia. L’intenzione è quella di legare un evento storico per l’Italia a un modello per cui i tecnici hanno preparato una serie di interventi che non si limitano solamente all’aspetto estetico, ma che vanno ad arricchire la vettura anche dal punto di vista tecnico, ovviamente prendendo spunto dalla versione sportiva Countryman Cooper S.

Ciò che si nota subito è ovviamente la tinta azzurra opaco, su cui spiccano i gruppi ottici con sfondo nero e la mascherina anteriore, le corici e i badge laterali verniciati in color grafite, lo stesso colore scelto per i cerchi OZ Racing Ultraleggera III da 19 pollici con canale esterno verniciato in azzurro e scomponibili in tre pezzi, su cui vengono “calzate” gomme Yokohama Advan Sport della misura 225/40. Il tetto è invece caratterizzato dalla finitura cromata, con la particolarità di poter ordinare delle calotte degli specchietti retrovisori esterni con il tricolore della bandiera italiana anziché in tinta.

L’abitacolo è invece rivestito in pelle color ghiaccio con cuciture azzurre che fanno da contrasto e che sono impreziosite da un piping blu che fa da cornice ai poggiatesta, sui quali campeggia il Sagittario ricamato in filo azzurro simbolo di Romeo Ferraris. Sullo schienale del sedile si trova invece l’ennesimo omaggio all’Italia, grazie al tricolore in pelle che campeggia in bella vista.

Il comparto tecnico della Mini Countryman by Romeo Ferraris comprende invece l’impiego del propulsore 1.6 Turbo a iniezione diretta da 184 cavalli portato dal preparatore italiano ad erogare una potenza di 227 cavalli e una coppia, con un incremento di 43 cavalli rispetto alla versione originale a cui si aggiungono gli 88 Nm addizionali forniti per quanto riguarda la coppia massima.

Il merito è da ricercare nel nuovo impianto di scarico sportivo che ricorda quello della Mini Countryman WRC e nel nuovo intercooler maggiorato, mentre le prestazioni superiori sono gestite da un assetto regolabile che può essere ribassato fino a 50 millimetri rispetto all’altezza di serie. Nuovo è anche l’impianto frenante Brembo con dischi flottanti forati da 328 millimetri di diametro e pinze a 4 pistoncini che garantisce spazi d’arresto contenuti e una frenata perfettamente modulabile.