Aston Martin DBS Imperialwagen by Graf Weckerle

Interpretazione originale della Aston Martin DBS, che diventa la DBS Imperialwagen e guadagna nuovi materiali a disegno floreale e ben 43 cavalli.

Aston Martin DBS Imperialwagen by Graf Weckerle

Tutto su: Aston Martin DBS

di Giuseppe Cutrone

09 gennaio 2011

Interpretazione originale della Aston Martin DBS, che diventa la DBS Imperialwagen e guadagna nuovi materiali a disegno floreale e ben 43 cavalli.

I puristi dell’auto “british”, cultore di uno stile sobrio, elegante e morigerato, probabilmente non apprezzeranno l’interpretazione che il preparatore Graf Weckerle ha fatto della Aston Martin DBS, seppur si possa dire che la mano dei tecnici non ci sia andata molto pesante, almeno dal punto di vista estetico.

La Aston Martin DBS Imperialwagen si propone come una reinterpretazione sicuramente originale, che ha nei cerchi in lega da 21 pollici di disegno specifico a carattere floreale uno degli elementi che risaltano a prima vista, così come di grande impatto sembra la verniciatura color champagne con la carrozzeria percorsa in senso longitudinale da un sottile profilo arancione.

La cura dei dettagli trasuda la realizzazione artigianale di questa esclusiva coupé, che arriva dopo la 599 BTB Fiorano presentata alcuni mesi addietro. Una grande attenzione ai particolari che si nota maggiormente all’interno, con un abitacolo in cui spiccano le finiture in pelle beige e bianca a cui si alterna l’elegante tessuto con motivi floreali, che richiamano quindi lo stile usato per i cerchi in lega.[!BANNER]

Oltre alle modifiche estetiche, i tecnici di Graf Weckerle hanno agito anche sul motore, portando il V12 da 6 litri ad erogare ben 560 cavalli, quindi ben 43 in più rispetto alla versione di serie. Rivisto inoltre anche l’assetto, reso più rigido in modo da fornire la massima sicurezza e piacere di guida in funzione dell’aumento di potenza di cui questa DBS si può vantare.