Smart by Romeo Ferraris: la citycar si fa più racing

L’azienda monzese propone un pacchetto “tutto compreso” dedicato alla citycar per antonomasia. Esterni, interni, motore e assetto

Smart by Romeo Ferraris: la citycar si fa più racing

Tutto su: smart

di Francesco Giorgi

29 novembre 2010

L’azienda monzese propone un pacchetto “tutto compreso” dedicato alla citycar per antonomasia. Esterni, interni, motore e assetto

Un maquillage tutto italiano per la Smart. E se ne occupa Romeo Ferraris, azienda presente da più di cinquant’anni nel settore delle elaborazioni. Altro che Brabus, dunque: se si vuole una Smart più reattiva ai comandi e dall’impronta più racing, la soluzione è… dietro l’angolo.

Per la factory monzese, che in questi mesi ha presentato delle versioni “rivedute e corrette” di Alfa Romeo Mito, Corvette, Fiat 500 (Monza e Sardinia), Mercedes C63 AMG e Peugeot 308 CC, è arrivato il momento di “mettere le mani” nella citycar per antonomasia.

A livello estetico, la Smart “by Romeo Ferraris” può essere allestita con una varietà pressoché infinita di tinte (anche bicolori), oppure rivestita, in maniera parziale o totale, con una speciale pellicola disponibile in numerose colorazioni – lucide oppure opache – e in vari disegni (effetto carbon look, alluminio spazzolato, pelle e legno).

Per gli interni, è stato preparato un pacchetto di personalizzazione in pelle primo fiore o in Alcantara per i sedili, i pannelli porta e il cruscotto.

Tutto questo senza tralasciare gli interventi al motore. In particolare, il tre cilindri da un litro di cilindrata può essere personalizzabile in diversi modi, a seconda della “grinta” che si vuole ottenere dal piccolo turbocompresso. Il primo passo, infatti, riguarda l’adozione di un filtro dell’aria sportivo in cotone in sostituzione dell’elemento di serie.[!BANNER]

Altrimenti, si può optare per una elaborazione più approfondita, che interessa la rimappatura della centralina, sviluppata dai tecnici dell’azienda stessa, e porta la potenza del “mille” a 98 CV. Un passo ulteriore comprende l’installazione di un impianto di scarico completo e omologato per uso stradale (formato dal corpo centrale con catalizzatore metallico e terminale a doppia uscita) per ottenere maggiore spunto e un sound dichiaratamente racing.

A livello di assetto, la Smart Romeo Ferraris può essere abbassata e irrigidita con l’adozione di un kit di molle e ammortizzatori, più “basse” le prime, a taratura variabile i secondi. Per la tenuta di strada, ci sono dei cerchi da 17″, abbinati a pneumatici Yokohama Parada.