Mercedes G63 AMG by Fostla.de: ancora più aggressiva

Mentre al Salone di Detroit debutta in anteprima la nuova generazione, al di qua dell’oceano c’è chi dedica le proprie attenzioni all’attuale Classe G: insieme a Brabus, Fostla.de ne propone un esclusivo bodykit.

Mercedes G63 AMG by Fostla.de: ancora più aggressiva

Tutto su: Mercedes-Benz Classe G

di Francesco Giorgi

20 gennaio 2018

La eterna Gelaendewagen, presentata in questi giorni al Salone di Detroit nella nuova generazione, non è mai tramontata, al contrario, il fuoristrada-simbolo della Stella a Tre Punte dal 1979 è riuscito a coniugare al meglio peculiarità di veicolo fuoristrada  “tradizionale” con una immagine in grado di attraversare indenne il trascorrere del tempo e delle mode.

Dalla “nuova Classe G” alla… classica, il passo è dunque breve. E mentre il NAIAS 2018 saluta l’anteprima ufficiale della nuova serie, al di qua dell’oceano c’è chi, in attesa di mettervi le mani, si “allena” sull’attuale generazione, e dimostra una volta di più come la Classe G, nonostante la particolare “nicchia” di segmento e gli atout individuali messi bene in evidenza nelle sue varie declinazioni, risulti un modello piuttosto gettonato anche da parte delle aziende specializzate in elaborazioni. L’ultimo esempio (in ordine di tempo) arriva da Seelze, località nei dintorni di Hannover, dove ha sede Fostla.de, azienda che focalizza la propria attenzione esclusivamente su modelli high performance di produzione nazionale.

A qualche mese dalla presentazione di un “doppio programma” dedicato, rispettivamente, ad S63 Amg Coupé ed alla “vecchia” E63 S Amg Station Wagon (versione appartenente alla “famiglia” S212, entrata nei listini Mercedes a fine 2009 e rimasta in produzione fino al 2016, ovvero qualche mese in più rispetto alla berlina W212 nel frattempo già sostituita dalla attuale W213), i tecnici della factory sassone presentano un progetto rivolto alla performante Mercedes G63 AMG: un “gingillo” che, se non raggiunge i prezzi ”monstre” di G500 4×42 (in vendita sui 240.000 euro) né della poderosa G65 AMG che “supera” pericolosamente a 282.000 euro, resta pur sempre un “transatlantico” da quasi 2.600 kg, che equipaggiato con l’unità da 5,5 litri (5.461 cc) eroga 571 CV a 5.500 giri/min e 760 Nm a 1.750 giri/min, sufficienti a portare i 4,7 m del veicolo a 210 km/h di velocità massima ed a fargli raggiungere i 100 km/h con partenza da fermo in 5”4.

Ce ne sarebbe abbastanza per entusiasmarsi, tuttavia lo staff Fostla.de era dell’idea che si potesse conferire ulteriore carattere all’immagine “graniticamente aggressiva” di G63 AMG. Per realizzare tale obiettivo, la factory sassone si è rivolta ad altri due big player dell’aftermarket per la Stella a Tre Punte (ed entrambi con sede ad Hannover): Brabus e Startech, per le quali Fostla.de annuncia l’avvio di una rappresentanza delle rispettive proposte. Tutti i componenti a catalogo, informa Fostla.de, sono disponibili “in kit” (pronti, cioè, per l’installazione fai-da-te), oppure già montati previo accordo con l’azienda stessa.

La componentistica Brabus per Mercedes G63 AMG by Fostla.de si concretizza attraverso l’adozione di un set di gruppi ruota specifici, che si avvalgono di cerchi “F” da 11×23, rifiniti in tinta antracite ad effetto opaco, e pneumatici Yokohama da 305/35 R 23 su tutte e quattro le ruote.

Per il corpo vettura, Fostla.de ha scelto un bodykit “Widestar” comprendente, nell’ordine, un nuovo “scudo” anteriore, un esclusivo monogramma con la doppia “B” per la griglia, nuovi dettagli in fibra di carbonio per il cofano motore ed uno specifico spoiler posteriore, da collocare sul tetto.

Da segnalare, inoltre, il montaggio di terminali di scarico in acciaio inox dotati di elettrovalvole (azionabili attraverso un comando collocato sul volante) per il controllo del sound e del flusso dei gas di scarico. La personalizzazione, che – dati alla mano – richiede circa 80.000 euro per l’intero programma – si completa con una operazione di “wrapping” alla carrozzeria (nell’esemplare ritratto in una serie di immagini illustrative, la pellicola vinilica è stata scelta in una caratteristica tinta nero ad effetto satinato) e un effetto retroilluminato per il “logo” anteriore e per i battitacco.