Brabus Mercedes SLS AMG: tuning di facciata

Il V8 da 6.2 litri e 570 CV non si tocca: ha pensato così il tuner da sempre partner di Stoccarda. Cambia, ma solo lievemente, l’estetica

Brabus Mercedes SLS AMG: tuning di facciata

di Francesco Giorgi

27 agosto 2010

Il V8 da 6.2 litri e 570 CV non si tocca: ha pensato così il tuner da sempre partner di Stoccarda. Cambia, ma solo lievemente, l’estetica

Brabus, storico partner in fatto di tuning per Mercedes, è intervenuto sulla SLS AMG, la supercar realizzata da Stoccarda in collaborazione con il “reparto corse” di Affalterbach.

L’aspetto che più sorprende, nell’opera di Brabus, è che il V8 6.2 da 570 CV non è stato toccato. E’ stato solo modificato l‘impianto di scarico, realizzato ex novo in modo da risultare più leggero (risparmio di 12 kg). Invece, a cambiare sono stati i cerchi: Brabus ha installato quattro “Monoblock F Platinum Edition” a nove razze incrociate, da 20″ all’anteriore e da 21″ al retrotreno, e che montano rispettivamente pneumatici da 275/30 e 295/25 (a scelta: Pirelli o Yokohama).[!BANNER]

Una modifica funzionale alle prestazioni estreme della SLS AMG riguarda l’adozione di nuovi spoiler, un po’ più profilati e nuove minigonne laterali.

All‘interno, la SLS Brabus ha ricevuto – a livello di strumentazione – un tachimetro con fondo scala a 400 km/h, nuove rifiniture in pelle e Alcantara con cuciture in rosso e, sui pannelli interni delle porte, due marchi Brabus retroilluminati a Led ad accensione remota.