Dacia Duster low cost, tuning low cost

Con quattro cerchi dall’aspetto più aggressivo e un chip che le fa guadagnare 12 CV, l’ultima nata Dacia si fa molto più accattivante

Dacia Duster low cost, tuning low cost

Tutto su: Dacia Duster

di Francesco Giorgi

31 agosto 2010

Con quattro cerchi dall’aspetto più aggressivo e un chip che le fa guadagnare 12 CV, l’ultima nata Dacia si fa molto più accattivante

Con un nuovo set di cerchi, realizzati appositamente, e l’adozione di un chip della centralina un po’ più performante, ecco che anche la Dacia Duster si rifà il trucco e indossa una veste più sportiva. L’idea è del tuner tedesco Elia AG, specializzato nell’elaborazione di Renault, Nissan e della stessa Dacia (in passato aveva già presentato una propria riedizione della Logan), che in questi giorni ha comunicato il debutto di un pacchetto dedicato alla economica Suv romena.

L’offerta dell’azienda tedesca è “in linea” con gli atout della Duster. Compatto veicolo da famiglia la Duster, economico tuning questo di Elia AG. Il kit, infatti, si compone esclusivamente di cerchi e chip. Più nel dettaglio, la scelta di ruote alla quale è possibile attingere riguarda due misure, declinate in tre offerte: cerchi da 16″ (chiamati Elia Ventis) o gli Elia Opal II da 18″ con razze verniciate di nero o in tinta argento.

Sotto il cofano, l’unico aggiornamento riguarda la centralina del motore Renault 1.5 dCi. Grazie al chip della centralina, la potenza sale da 110 a 122 CV, e la coppia riceve 25 Nm in più.[!BANNER]

Non sarà un tuning di quelli che stravolgono l’immagine di base della Duster, ma si tratta pur sempre di un maquillage che potrà rendere più desiderabile l’appeal del Suv. Quanto ai costi, sono abbastanza in linea con il carattere economico della vettura. Anche se il prezzo del processore non è stato comunicato, la richiesta per i cerchi da 16″ è di 440 euro, che diventano 686 per i cerchi da 18″ in argento e 740 per quelli da 18″ in nero.