500 Abarth RS G-Tech: 210 pungenti CV

Nuovo turbo, nuovo impianto di scarico, iniettori più grandi. Lo Scorpione si fa più velenoso, ma anche più caro: il kit sfiora 30.000 euro

500 Abarth RS G-Tech: 210 pungenti CV

di Francesco Giorgi

30 luglio 2010

Nuovo turbo, nuovo impianto di scarico, iniettori più grandi. Lo Scorpione si fa più velenoso, ma anche più caro: il kit sfiora 30.000 euro

Fa uno strano effetto vedere che, adesso, siano i preparatori tedeschi a “mettere le mani” nella 500 Abarth: un tempo l’elaborazione delle vetturette dello Scorpione erano per lo più appannaggio degli specialisti di casa nostra, ora le proposte arrivano dal Paese delle Autobahn senza limiti di velocità.

Dopo la proposta di Hamann e dei suoi cinque livelli di elaborazione, ecco la 500 Abarth RS-S della G-Tech: un “sacrilegio” che porta la potenza della 500 Abarth dai 136 CV d’origine prodotti dal 1.4 turbo a ben 210 CV e 310 Nm di coppia.

Il pacchetto di elaborazione messo a punto dalla G-Tech prevede l’utilizzo di un nuovo turbocompressore Garrett, iniettori maggiorati e un impianto di scarico realizzato ad hoc. Così “pompata” questa 500 Abarth made in Germany garantisce prestazioni davvero interessanti: la velocità massima, limitata elettronicamente, è di 226 km/h (contro i 205 della Abarth di serie) e l’accelerazione da 0 a 100 km/h guadagna un secondo: da 7,9 a 6,9 secondi.[!BANNER]

Ovviamente, anche l’assetto è stato rivisto, con il montaggio di un kit di sospensioni ribassate e irrigidite; i cerchi sono da 17″ e la caratterizzazione estetica presenta nuovi accenti di colore verde. La maggiore potenza si paga però molto cara: il kit di elaborazione per la 500 Abarth RS-S parte da 29.360 euro, vale a dire circa il 50 per cento in più dei 18.800 euro necessari per l’acquisto di una 500 Abarth di serie. I componenti del kit possono comunque essere acquistati separatamente permettendo di ridurre o scaglionare la lista della spesa.