Bmw X6 M Hamann 2010 con SportKit HM 670

BMW X6 M Hamann declinata nella sua ruggente versione Tycoon EVO M,ecco la “dinamica degli eccessi” da gustare a Ginevra

Bmw X6 M Hamann 2010 con SportKit HM 670

di Redazione

28 febbraio 2010

BMW X6 M Hamann declinata nella sua ruggente versione Tycoon EVO M,ecco la “dinamica degli eccessi” da gustare a Ginevra

Bmw X6 M: si scrive così ma si legge “Exsechs” ovvero “eccesso”. Ed è proprio questo che la casa bavarese ha mostrato e che Hamann ha ben recepito, interpretando il concetto in maniera ancora più esasperata con due interessanti proposte: la Hamann X6 M completata dalla versione Tycoon X6 M, entrambe ovviamente proprio su base della BMW X6 M.

Tutto rinnovato, tutto votato all’eccesso. Il motore V8 biturbo mutuato dalla X6 M è accreditato di 610 CV e può raggiungere i 670 CV grazie allo SportKit HM 670 che, rispetto alla versione standard con coppia da 680 Nm, offre una coppia massima di 850 Nm disponibile da 1.500 a 5.650 giri. Questo bolide tocca la velocità massima di 300 km/h e sgretola lo 0-100 in poco più di 4 secondi.

Cambia l’impianto di scarico, ora in acciaio con catalizzatori metallici, e la nuova ECU dedicata allo SportKit è completamente rimappata. Cambia anche l’assetto che si plasma sulle nuove prestazioni che il gioiello Hamann è in grado di offrire: altezza ridotta di 40 mm e pneumatici 315/25 con cerchi particolarissimi e rigorosamente dark da 11×23″ all’anteriore e 12×23″ dietro.[!BANNER]

Novità per il motore, ma anche per l’estetica che diventa più sportiva e accattivante che mai: la carrozzeria si allarga di ben 60 mm e si fa ancora più sportiva grazie al frontale rinnovato che contagia con la sua nuova estetica funzionale anche minigonne e codini. Sempre sul frontale, maestoso, cambia il gruppo ottico, ora aggressivo e con luci diurne a LED, mentre salendo si scoprono nuove linee più aggressive per il cofano, con una nuova muscolatura possente e sportiva.

Si passa al posteriore con dettagli da prima della classe: irresistibili i nuovi spoiler in fibra di carbonio ben aggrappati al lunotto posteriore, mentre scendendo verso il basso, si notano i due terminali di scarico maggiorati e l’imponente estrattore aerodinamico ottimizzato per l’occasione. La Tycoon EVO M è decisamente una delle più interessanti rivisitazioni motoristiche ed estetiche di Hamann Motorsport.