BMW: la X5 M diventa by Manhart Racing

Con 750 CV e 1.000 Nm la BMW X5 M diventa ancora più cattiva e prestazionale.

BMW: la X5 M diventa by Manhart Racing

Tutto su: BMW X5

di Valerio Verdone

10 febbraio 2015

Con 750 CV e 1.000 Nm la BMW X5 M diventa ancora più cattiva e prestazionale.

La BMW ha da poco rinnovato la sua X5 M, un SUV ad alte prestazioni che rappresenta una sorta di compromesso per gli incontentabili: coloro che amano le auto veloci ma non vogliono rinunciare alla comodità delle ruote alte. Adesso, Manhart Racing ne propone una sua versione, denominata MHX5 750.

Esteticamente, non è molto diversa dalla X5 M che conosciamo, ma guadagna uno nuovo [glossario:spoiler] anteriore, un nuovo [glossario:estrattore] posteriore ed il cofano in fibra di carbonio, così come le calotte dei retrovisori esterni. Non mancano prese d’aria supplementari sulla copertura del motore e nuovi cerchi in lega da 23 pollici.

Il vero punto forte dell’elaborazione è celato sotto il cofano, ovvero un cuore da ben 750 CV e 1.000 Nm, ottenuti mediante una rivisitazione del V8 4.4 twin-turbo della versione di serie. Si tratta di una potenza impressionante, ottenuta anche attraverso un nuovo impianto di scarico decisamente performante.

Per quanto riguarda le prestazioni, non ci sono comunicazioni ufficiali, ma è chiaro che il salto in avanti di questo bolide sia significativo rispetto al modello presente nella gamma BMW che comunque dichiara una velocità massima di 250 km/h ed un accelerazione da 0 a 100 km/h in 4,2 secondi