BMW Schnitzer a favore di un tuning responsabile

Al Salone di Essen è in esposizione una 123d da 241 CV. Sotto la livrea della polizia tedesca, un'elaborazione a scopo sociale

Bmw 123d by AC Schnitzer

Altre foto »

Biturbo, 241 CV, da 0 a 100 km/h in 6,7 secondi. E una bella fascia blu con su scritto "Polizei". Che proprio la polizia tedesca si sia data al tuning? O che abbia affidato ad alcuni preparatori la cura delle proprie vetture? Niente di tutto questo. La BMW Serie 1 (un esemplare di 123d) esposta in questi giorni al Salone di Essen veste la livrea della polizia per un messaggio dedicato ai giovani: "Se vuoi truccarla, fallo in sicurezza".

La vettura, realizzata dalla Schnitzer, si basa su una 123d Coupé, il cui 2 litri turbodiesel ha ricevuto una iniezione di 37 CV (portandone la potenza da 204 a 241 CV) attraverso l'aggiunta di un secondo turbocompressore a quello esistente e all'ottimizzazione delle parti meccaniche.

Con una particolarità: l'utilizzo esclusivo di componenti tutte omologate dal TUV, l'Ente di certificazione tedesco cui spetta l'omologazione degli autoveicoli.

L'iniziativa, sostenuta in tandem fra la polizia tedesca e il Ministero dei trasporti, porta un nome emblematico: "Tune it Safe!" (ovvero: "Truccala in sicurezza"), a significare che una elaborazione, se effettuata "a regola d'arte" e utilizzando componenti omologati, non è dannosa per nessuno.

La Schnitzer, azienda specializzata in elaborazioni, è stata incaricata di realizzare una BMW che costituisse una ipotesi di vettura della polizia in versione Tuning. Ecco, dunque, l'elaborazione al motore, unita all'utilizzo di cerchi da 20" realizzati dalla stessa Schnitzer e sui quali vengono montati pneumatici Hankook a profilo ribassato. L'assetto, irrigidito, è stato abbassato di 30 mm.

L'estetica della BMW 123d è stata resa più "cattiva" da uno spoiler in due pezzi sistemato all'anteriore, un estrattore e un alettone sul baule posteriore e un secondo spoiler in corrispondenza del lunotto.

All'interno, i sedili di serie sono stati sostituiti con elementi anatomici in pelle che recano il logo AC Schnitzer. Lo stesso logo compare su plancia, consolle centrale, volante e pannelli delle porte, a cui sono stati aggiunti elementi in carbonio.

La vettura, allestita per evidenziare un messaggio sociale, è stata costruita in esemplare unico, e viene esposta in questi giorni al Salone di Essen. Dunque non la vedremo mai sfrecciare sulle Autobahn impegnata in un inseguimento.

Se vuoi aggiornamenti su BMW SERIE 1 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 30 novembre 2009

Altro su BMW Serie 1

BMW Serie 1 Sedan: il debutto al Salone di Guangzhou
Anteprime

BMW Serie 1 Sedan: il debutto al Salone di Guangzhou

La Casa di Monaco ha scelto il Salone di Guangzhou per svelare la versione tre volumi della Bmw Serie 1 dedicata al mercato cinese.

Bmw Serie 1 Sedan: solo per la Cina
Anteprime

Bmw Serie 1 Sedan: solo per la Cina

La Bmw Serie 1 guadagna la coda diventando più comoda e spaziosa, ma il modello sarà riservato solo al mercato cinese.

Bmw Concept Compact Sedan: anticipa la Serie 1 tre volumi
Concept

Bmw Concept Compact Sedan: anticipa la Serie 1 tre volumi

La nuova Bmw Concept Compact Sedan che anticipa la futura Serie 1 tre volumi è stata svelata in Cina, mercato di riferimento del futuro modello.