Salone di Ginevra: le Porsche firmate TechArt

Il tuner tedesco espone le proprie creazioni su 911 Turbo S Cabrio, 718 Cayman S, Panamera Turbo e Macan. Non manca una “storica” Porsche 928 S4.

Salone di Ginevra: le Porsche firmate TechArt

di Francesco Giorgi

10 marzo 2017

Il tuner tedesco espone le proprie creazioni su 911 Turbo S Cabrio, 718 Cayman S, Panamera Turbo e Macan. Non manca una “storica” Porsche 928 S4.

Le grandi rassegne internazionali dedicate alle novità di mercato rappresentano ghiotte occasioni anche per le aziende di tuning. E il Salone di Ginevra non costituisce eccezione: factory specializzate in elaborazioni, provenienti da diversi Paesi europei, espongono alla kermesse in programma fino a domenica 19 marzo le proprie rispettive novità.

Fra queste, la tedesca TechArt (tuner di Leonberg, località del Baden-Württemberg), la cui attività è da sempre legata a filo doppio alla produzione di Zuffenhausen, presenta al Salone di Ginevra 2017 un ampio ventaglio di novità, basate sull’attuale gamma Porsche (911 Turbo S e Turbo S Cabriolet, 718 Cayman S, Panamera Turbo, Cayenne Turbo) e un interessante programma di elaborazione su una “storica” Porsche 928 S4. Si tratta, come evidenziano gli stessi tecnici dell’azienda tedesca, di una carrellata sulla versatilità della produzione Porsche negli ultimi trent’anni, a celebrare l’anniversario di attività TechArt, sul mercato dal 1987.

Nel dettaglio, il progetto “GTstreet R“, già presente nel portfolio TechArt – il primo esempio era stato svelato, lo scorso novembre, su Porsche 911 Turbo S Coupé – viene ora esteso a Porsche 911 Turbo S Cabriolet. L’obiettivo che si prefissavano i tecnici dell’azienda tedesca era rivolto allo sviluppo di una “special” che si rendesse immediatamente riconoscibile, equipaggiata con uno specifico bodykit e dotata di una esclusiva elaborazione powertrain, tuttavia nello stesso tempo idonea all’impiego quotidiano.

Più in dettaglio, il corpo vettura di Porsche 911 Turbo S Cabriolet viene arricchito da un kit (“ovviamente” in fibra di carbonio) sviluppato dalla stessa TechArt, che comprende nuove prese d’aria, uno splitter anteriore di nuovo disegno, un nuovo impianto di scarico racchiuso in un esclusivo diffusore. Da segnalare, relativamente all’assetto, l’impiego del dispositivo “TechArt Noselift” che, in caso di necessità, solleva la parte anteriore della vettura fino a 60 mm. I gruppi ruota si avvalgono di cerchi “Formula IV” monodado centrale – anch’essi sviluppati da TechArt – disponibili in due diametri: 20″ e 21″ e pronti al montaggio di pneumatici Michelin Pilot Sport Cup 2 (oppure, a scelta, Michelin Pilot Super Sport) da 265/35 ZR 20 all’anteriore e 325/30 ZR 20 al posteriore (a richiesta 265/30 ZR 21 e 325/25 ZR 21).

Sotto il cofano, il poderoso 3.8 6 cilindri sovralimentato con doppio turbocompressore ha ricevuto una nuova lineup di potenziamento, attraverso l’adozione di un programma di elaborazione che permette di elevare la potenza a 560 CV, 640 CV e 880 Nm di coppia massima, oppure 720 CV – 920 Nm con il kit TA 091/T2.1: in quest’ultimo caso, i valori prestazionali comunicati dai tecnici TechArt sono “da urlo”: velocità massima 340 km/h, accelerazione 0 – 100 km/h in 2″7, 0 – 200 km/h in 8″5 e da 0 a 300 km/h in 23″3.

Il secondo programma di elaborazione messo a punto da TechArt e presentato al Salone di Ginevra è il “GrandGT” su Porsche Panamera Turbo: kit carrozzeria in fibra di carbonio, cerchi TechArt da 22″ con pneumatici ContiSport Contact 6 da 285/30 ZR 22 and 335/25 ZR 22, impianto di scarico dotato di elettrovalvola e terminali in carbonio contrituiscohno gli ingredienti sviluppati dai tecnici tedeschi per Panamera Turbo.

Sotto i riflettori anche l’edizione TechArt di Porsche 718 Cayman S: anche in questo caso, un “aerokit” definisce il corpo vettura, l’assetto  viene ribassato di 30 mm, i cerchi da 21″ sono i “Formula IV”; sotto il cofano, Porsche 718 Cayman S by TechArt viene equipaggiata con un nuovo programma di elaborazione meccatronica TA 082/S1, che permette all’unità da 2,5 litri di sviluppare 400 CV di potenza, una velocità massima di 296 km/h e di raggiungere i 100 km/h con partenza da fermo in 3″9: in pratica, lo stesso tempo richiesto da Porsche 911 Carrera S di serie.

Per Porsche Macan equipaggiata con l’unità 2.0, TechArt propone un nuovo powerkit (TA B95/1), che aumenta la potenza a 300 CV e 420 Nm di coppia massima.