Mercedes E63 AMG "RS 850+" by Posaidon: tuning da 1.020 CV

Berlina high performance o hypercar? Il tuner tedesco Posaidon mette d'accordo tutti con la Mercedes E63 Amg "RS 850+" oltre 1.000 CV e 1.400 Nm.

Mercedes E63 Amg "RS 850+" by Posaidon

Altre foto »

Risulta difficile da credere che una "berlina", per quanto sportiva possa essere, riesca a raggiungere (e a superare!) la soglia dei 1.000 CV, potenza che gli appassionati di vetture ad altissime prestazioni - e dal prezzo adeguato! - ripongono nel ristrettissimo club delle hypercar: un "garage virtuale" che ospita modelli quali Bugatti Veyron e Chiron, FerrariLaFerrari, Pagani Huayra BC e - seppure su un livello di "cavalleria" leggermente inferiore - la recentissima Lamborghini Centenario.

Esiste, tuttavia, chi abbia commesso un atto di per sé "insano" quale è un aumento pressoché doppio della potenza di una delle berline più performanti sul mercato, ovvero Mercedes E63 Amg. I 557 CV sprigionati dalla versione "base" (per dire: si tratta pur sempre di una vettura da oltre 110.000 euro) che salgono a 585 nel caso della Amg S possono non bastare ai fanatici della potenza pura. Ed ecco come, dalla Germania ("patria" europea del tuning) si è pensato a rendere "un po' più briosa" la già sofisticata meccatronica di Mercedes E63 Amg.

Si tratta di Mercedes E63 Amg "RS 850+" allestita da Posaidon, factory di Neuwied (città della Renania - Palatinato) specializzata nell'elaborazione di modelli della gamma Mercedes.

La nota comunicata in queste ore - insieme alle immagini - di Mercedes E63 Amg "RS 850+" by Posaidon riferisce immediatamente che si tratta della Mercedes "street legal" più potente mai realizzata. E vale la pena indicare subito i dati tecnici di questa elaborazione: 1.020 CV di potenza e addirittura 1.400 Nm di coppia massima. Tuttavia, indicano i tecnici dell'azienda renana, l'intervento di preparazione ha riguardato pressoché tutte le componenti del 5.5 V8 sovralimentato con doppio turbocompressore, unità che "di serie" viene interessata dalla consueta attenzione dei tecnici di Affalterbach.

La "cura Amg" non è bastata: Posaidon ha sostituito i turbocompressori di serie con una coppia di elementi di maggiori dimensioni (allo stesso modo degli intercooler) e ha realizzato uno specifico impianto di aspirazione in fibra di carbonio: una airbox dall'esclusivo disegno, che si accompagna a un nuovo sistema di alimentazione (iniettori maggiorati), a un diverso schema di distribuzione mediante nuovi assi a camme dal profilo ancora più "spinto", all'adozione di gruppi biella - pistone alleggeriti e, "ovviamente", da una nuova mappatura della centralina elettronica di gestione, insieme allo studio di un impianto di scarico completo (collettori compresi) in titanio, con elettrovalvola per il controllo del flusso dei gas di scarico. Una rivisitazione praticamente completa per il V8 5.5 biturbo, che ha richiesto un nuovo studio per l'ingresso dell'aria al motore: ed ecco spiegata la sostituzione della calandra di serie con una ben più semplice griglia metallica.

Riguardo all'impostazione del corpo vettura, il discorso è simile all'elaborazione powertrain: non essendo, la E63 Amg, propriamente una "citycar", il peso ha una notevole influenza sul rendimento del veicolo. Ed ecco, semplice semplice, una decisa cura dimagrante all'insegna dell'eliminazione di tutto ciò che... non serve: sedili posteriori eliminati tout court, pannelli porta sostituiti con ben più leggeri elementi in fibra di carbonio, nuovi sedili anteriori anatomici dal guscio in Carbonio (40 kg complessivi).

Anche l'esterno di Mercedes E63 Amg è stato interessato dall'adozione di uno specifico bodykit in fibra di carbonio: cofano motore, paraurti (anteriore e posteriore) sono infatti stati realizzati con l'impiego del materiale ultraleggero. Nuovi anche i cerchi da 9.5x20 anteriormente e 11x20 posteriormente, che montano un set di pneumatici da 255/30 R 20 e 295/25 R 20, e rivisto l'assetto di serie che si avvale di un kit sospensioni dalla specifica taratura. L'impianto frenante, a sua volta, prevede dischi carboceramici da 420x40 mm all'avantreno (con pinze a sei pistoncini) e 360x32 mm (pinze a quattro pistoncini) al retrotreno.

Non resta che dare un'occhiata ai valori prestazionali indicati da Posaidon per Mercedes E63 Amg "RS 850+": e si tratta di dati "da urlo". La velocità massima comunicata dalla factory renana è nell'ordine di 368 km/h, e per non influire negativamente sulla resistenza degli pneumatici è stata ridotta a 350 km/h; l'accelerazione da 0 a 100 km/h, a sua volta, richiede appena 2,8 secondi.

Se vuoi aggiornamenti su MERCEDES-BENZ CLASSE E inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 01 luglio 2016

Altro su Mercedes-Benz Classe E

Mercedes-Benz Classe E 220d Auto AMG Line: la prova su strada
Prove su strada

Mercedes-Benz Classe E 220d Auto AMG Line: la prova su strada

La grande berlina tedesca è migliorata in tutto, con uno stile meno "ingessato" dell’ultima generazione, con tecnologie di livello e un motore diesel vero "cuore" di gamma.

Mercedes Classe E Station Wagon 2016: primo contatto
Ultimi arrivi

Mercedes Classe E Station Wagon 2016: primo contatto

La nuova wagon tedesca convince per il suo stile accattivante e stupisce per l’iniezione di sistemi elettronici dedicati alla guida autonoma.

Mercedes-AMG Classe E 63: fino a 612 CV
Anteprime

Mercedes-AMG Classe E 63: fino a 612 CV

La berlina sportiva della Stella a Tre Punte sarà solo integrale per un’accelerazione da supercar