Mercedes Classe V by Larte Design

Più lussuosa di una Classe S grazie ad interni da urlo

Classe V Larte Design

Altre foto »

Larte Design ha studiato il modo di rendere una Classe V più lussuosa di una Classe S, per riscrivere le regole della gerarchia Mercedes. Ed in effetti, l'idea non è certo bizzarra, considerando lo spazio presente all'interno della MPV di grandi dimensioni della Stella a Tre Punte.

Così, le persone di successo che cercano un ufficio privato in movimento come gli uomini d'affari o i politici che decidono le sorti del mondo, potranno viaggiare nel massimo del lusso, su sedili che possono essere estesi nella parte bassa, in un ambiente fatto di pelle e di altri materiali pregiati.

Luminoso come pochi abitacoli, questo salotto su ruote, è confezionato da una carrozzeria rivista nei particolari, nelle nuove ruote, e persino da una calandra in cui scompare il logo Mercedes.

Il corpo vettura è bicolore, con una sottile linea rossa che separa la parte alta, verniciata in nero, da quella più estesa opaca, che caratterizza il resto della superficie esterna.Fregi rossi anche sulla mascherina, per sottolineare la particolarità di questo modello unico nel suo genere.

Se vuoi aggiornamenti su MERCEDES-BENZ CLASSE V inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 29 aprile 2016

Altro su Mercedes-Benz Classe V

Mercedes Classe V Exclusive: ancora più lussuosa
Anteprime

Mercedes Classe V Exclusive: ancora più lussuosa

Mercedes presenterà al Salone di Ginevra la Classe V Exclusive, allestimento ricco e lussuoso della monovolume tedesca.

Mercedes Classe V Black Crystal al Salone di Ginevra
Tuning

Mercedes Classe V Black Crystal al Salone di Ginevra

Larte Design si prepara a presentare la Classe V Black Crystal, versione particolarmente lussuosa della monovolume Mercedes.

Mercedes V250 BlueTec by Hartmann: tuning di sostanza
Tuning

Mercedes V250 BlueTec by Hartmann: tuning di sostanza

Un po' di potenza e coppia in più (224 CV e 505 Nm) e un bodykit dedicato per Mercedes V250 BlueTec grazie alla "cura" Hartmann.