Romeo Ferraris cambia colore all'auto...in due giorni

Con le speciali pellicole di Romeo Ferraris si può cambiare il colore della propria auto in appena due giorni e a prezzi contenuti

Voglia di una nuova tinta? Riverniciare l'intera carrozzeria è però una spesa enorme, per non parlare di tutto il tempo necessario all'operazione che rischia di tenere ferma in officina l'auto per qualche settimana. Inoltre il valore dell'auto potrebbe essere soggetto a svalutazione.

C'è una soluzione però, firmata Romeo Ferraris, lo storico preparatore milanese specializzato soprattutto in tema Fiat 500 ma anche nelle personalizzazioni: una innovativa gamma di pellicole speciali che in poche ore, senza dover verniciare o modificare alcun pezzo, cambiano il colore di un'auto senza rovinare la carrozzeria.

Il cliente deve solo scegliere la tinta che più gradisce tra quelle in catalogo e aspettare che la trasformazione sia finita, operazione che richiede appena due giorni.

Il cliente può consegnare la vettura presso la sede di Opera (Mi) e ritirarla dopo 48 ore modificata e con la tinta originale protetta da graffi e intemperie e garantita 3 anni a un costo che può variare da 2000 fino a 3500 euro (IVA esclusa). L'intervento inoltre può essere eseguito solo su alcune parti della carrozzeria, oppure su moto e scooter a partire da 350 euro.

Se vuoi aggiornamenti su ROMEO FERRARIS CAMBIA COLORE ALL'AUTO...IN DUE GIORNI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Vedi anche

Mercedes-AMG S 63 coupé by fostla.de

Mercedes-AMG S 63 coupé by fostla.de

La Gran Turismo firmata Mercedes-AMG si trasforma in una super car di razza grazie all’intervento di fostla.de e PP-Performance

Lamborghini Huracan O.CT800 Supercharged by O.CT Tuning

Lamborghini Huracan O.CT800 Supercharged by O.CT Tuning

Una personalizzazione "selvaggia" per la Huracan LP610-4 Spyder: 810 CV di potenza massima, da 0 a 100 km/h in 2"7 e 325 km/h di velocità massima.

Mercedes-AMG G 63 by Wald

Mercedes-AMG G 63 by Wald

Il potente fuoristrada teutonico Mercedes-AMG G 63 è stato oggetto di una vistosa rivisitazione estetica che ne ha aumentato la presenza scenica.