Volkswagen T5: tuning by ABT

Quasi 200 CV per un van dal piglio sportivo: è il risultato dell'elaborazione effettuata da ABT.

Volkswagen T5 by ABT 2014

Altre foto »

Il vostro van non ha quel brio che cercate? Pensate che i viaggi, anche quelli lavorativi, potrebbero essere più eccitanti? Benissimo, allora ABT propone un Volkswagen T5 che fa al caso vostro. Ovviamente, è stato sottoposto ad un cura energizzante con tanto di upgrade del motore ed estetica rivista.

Che non è il solito T5 lo vedi subito dalla mascherina ABT, dai paraurti differenti con tanto di splitter anteriore e dalle due coppie di scarichi posteriori. Poi ci sono i vetri oscurati che fanno tanto serial killer, un piccolo Spoiler sul tetto e delle grandi ruote per mordere l'asfalto.

Chiaramente, l'assetto è ribassato e il motore è stato dotato di una maggiore cavalleria: adesso che il 2 litri TDI eroga 177 CV, la versione ABT arriva a 197 CV. Se poi non si fanno tanti km, o proprio non si vuole rinunciare al motore a benzina, allora sappiate che ABT propone anche il 2.0 TSI pompato fino a 240 CV che regala un'accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 9,4 secondi.

Certo, magari con tutti questi accorgimenti è un po' vistoso, ma un veicolo così è destinato solamente ad automobilisti di carattere che non hanno paura di mostrare la loro passione.

Se vuoi aggiornamenti su VOLKSWAGEN inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 17 gennaio 2014

Altro su Volkswagen

Volkswagen: altri 4,3 miliardi di dollari per il dieselgate
Attualità

Volkswagen: altri 4,3 miliardi di dollari per il dieselgate

Dopo i 15 miliardi di giugno altri 4,3 miliardi per uscire dallo scandalo

Volkswagen Tiguan Allspace: debutta al Salone di Detroit
Anteprime

Volkswagen Tiguan Allspace: debutta al Salone di Detroit

Al NAIAS l'inedita versione a passo lungo e tre file di sedili che prepara il debutto negli Usa della Tiguan recentemente rinnovata in Europa.

Volkswagen ID Buzz Concept al Salone di Detroit 2017
Concept

Volkswagen ID Buzz Concept al Salone di Detroit 2017

L’erede spirituale del mitico Bulli vanta una sofisticata meccanica elettrica e risulta dotato dell’ormai immancabile guida autonoma.