Mercedes CL63 AMG by Famous Cars: coupé da 610 CV

Cocktail hi-performance per la “vecchia” Mercedes CL63 AMG by Famous Cars: bodykit Prior Design, assetto H&R, scarico Reno Land, cerchi Brabus.

Mercedes CL63 AMG by Famous Cars: coupé da 610 CV

di Francesco Giorgi

01 dicembre 2012

Cocktail hi-performance per la “vecchia” Mercedes CL63 AMG by Famous Cars: bodykit Prior Design, assetto H&R, scarico Reno Land, cerchi Brabus.

La Mercedes CL Coupé (C216) deriva in linea retta dalla famiglia SEC (C126) che negli anni 80 rappresentò lo stato dell’arte nell’offerta Mercedes per il settore delle sportive alto di gamma. In versione CL63 AMG, poi, abbina il lusso da coupé dedicata all’uomo d’affari a un’immagine “spalle larghe”.

La CL63 AMG, tuttavia, può diventare ancora più aggressiva, e sprigionare un’allure racing che si esprime con 610 CV, in grado di rivaleggiare con altre prestigiose top car.

Un esempio? E’ presto fatto: la Mercedes CL63 AMG “vecchio tipo” (cioè quella che appartiene alla serie pre – restyling del 2009) riveduta e corretta dal tuner tedesco Famous Cars.

Per questa elaborazione, la factory di Dusseldorf ha scelto di adeguare le già generose dimensioni della AMG con il bodykit Black Edition V1 realizzato da Prior Design. Il “pacchetto” comprende un cofano con doppia presa d’aria supplementare, nuovo paraurti anteriore dotato di sottile spoiler, codolini passaruota più larghi, nuove “minigonne” laterali e un diffusore inferiore, accessorio divenuto “obbligatorio” nei kit corpo vettura aftermarket.

A queste modifiche, Famous Cars ha aggiunto nuove luci diurne a Led e un’esclusiva tinta in grigio Champagne a finitura opaca.

I cerchi in lega Brabus da 10.5×21 montano pneumatici Continental Sport Contact da 265/30 R21 all’anteriore e 305/25 R21 al posteriore. L’assetto, riveduto in collaborazione con H&R, è stato ribassato grazie a un nuovo software di programmazione delle sospensioni elettroniche.

Sotto il larghissimo cofano motore, il V8 aspirato da 6,2 litri ha ricevuto un’iniezione di potenza di 85 CV, che porta la “cavalleria” a ben 610 CV, grazie all’adozione di una nuova centralina rimappata e a un impianto di scarico a due coppie di terminali, realizzato dallo specialista Reno Land.