Porsche Cayenne OTS by Onyx

Dopo aver messo le mani sulla Panamera, il tuner irlandese elabora la Cayenne trasformandola in un mezzo a dir poco appariscente.

Porsche Cayenne OTS by Onyx

Tutto su: Porsche Cayenne

di Francesco Donnici

23 novembre 2012

Dopo aver messo le mani sulla Panamera, il tuner irlandese elabora la Cayenne trasformandola in un mezzo a dir poco appariscente.

Il preparatore Onyx, dopo aver messo mano sulla Porsche Panamera, ha deciso di realizzare un inedito kit dedicato ad un’altra sportiva “made in Zuffenhausen”, ovvero il crossover Cayenne.

Osservando l’ultima creatura realizzata da Onyx – battezzata per l’occasione Cayenne OTS – sembra che dalle parti di Dublino non si voglia passare troppo inosservati, come dimostrano le immagini relative al nuovo programma di elaborazione dedicato al SUV tedesco. 

Il frontale della vettura sfoggia un inedito, quanto esagerato fascione paraurti che si distingue per la grande bocca realizzata in fibra di carbonio, lambita lateralmente da due ulteriori prese d’aria, dalle luci diurne a LED e dai fendinebbia di nuovo disegno. Anche il cofano motore è stato sostituito con un nuovo componente dotato di numerosi sfoghi d’aria dedicati a raffreddare il potente propulsore della vettura.

L’aspetto minaccioso della vettura viene confermato anche nella vista laterale dove troviamo minigonne accentuate, calotte degli specchietti in fibra di carbonio, parafanghi allargati e dotati di feritoie che ospitano il nuovo set di cerchi in lega a cinque razze da 22 pollici, disponibili sia in colore nero che in argento. Il kit di preparazione raggiunge l’apoteosi (del pacchiano) nella zona posteriore, dove troviamo ben due spoiler aerodinamici che delimitano della parte superiore e inferiore il lunotto della Cayenne, mentre nella zona inferiore del nuovo paraurti fa bella mostra un enorme estrattore d’aria in carbonio che ingloba il doppio scarico centrale dalla forma quadrangolare.

L’abitacolo della Cayenne preparata da Onyx segue la ricetta degli esterni, sfoggiando interni tanto opulenti, quanto kitch: gli interni sono stati totalmente rivestiti in pelle nera compreso il cielo della vettura – con cuciture in contrasto di colore rosso, mentre il diamante, simbolo del preparatore irlandese, fa bella mostra su numerosi dettagli ed in particolare sui poggiatesta anteriori e del divano posteriore. Anche i tappetini sono stati sostituiti con un nuovo set realizzato in pura lana, mentre plancia, consolle centrale e pannelli porta sfoggino inserti in fibra di carbonio.

Per quanto riguarda la parte meccanica, Onyx ha messo a disposizione due di kit meccanici dedicati ai propulsori 3.0 litri turbo diesel e V8 4.8 litri turbo a benzina, condivisi anche con la quattro porte Panamera. Il propulsore a gasolio guadagna 100 CV, passando quindi da 250 a 350 CV, mentre il poderoso biturbo schizza da 500 a 620 CV