Mercedes SLS AMG MC 700 by McChip

Doppia elaborazione (per il mercato interno e l’esportazione) per la rabbiosa SLS AMG di McChip-Dkr.

Mercedes SLS AMG MC 700 by McChip

Tutto su: Mercedes-Benz SLS AMG

di Francesco Giorgi

11 settembre 2012

Doppia elaborazione (per il mercato interno e l’esportazione) per la rabbiosa SLS AMG di McChip-Dkr.

Non c’è dubbio: la stupefacente Mercedes SLS AMG, sotto l’esclusivo abito dal lunghissimo cofano motore dalle porte ad ala di gabbiano, oltre a rappresentare la punta di diamante dell’attuale produzione Mercedes, è uno degli esempi più eclatanti di GT ultrasportiva dotata di un immediato appeal che nasce dall’abbinamento fra disegno del corpo vettura, aggressiva sportività e rifiniture premium.

Un mix esplosivo che, nonostante il prezzo d’acquisto “pericolosamente” vicino ai 200 mila euro e i 571 CV della versione di listino, ne fa uno dei modelli più ambiti anche dalle aziende specializzate nelle elaborazioni, la maggior parte delle quali hanno sede in Germania, “patria” europea del tuning.

E proprio dalla Germania, in questi giorni, il tuner McChip – Dkr (del quale avevamo già illustrato la C63 AMG “Performance” da 583 CV e 310 km/h) svela la propria ultima creazione su base Mercedes SLS AMG: la “MC 700“, una coupé sviluppata dai tecnici di Mechernich (nord Eifel) secondo un programma che potremmo definire “old style“. Vale a dire: tutta sostanza, nessuna apparenza. Niente appendici aerodinamiche al corpo vettura, nessuna concessione alle decorazioni della carrozzeria, né stravolgimenti all’elettronica. Ma un bel kit meccanico all’imponente, collaudato e generoso V8 da 6,2 litri già rivisto da AMG che consente alla SLS AMG di sviluppare ben 680 CV (per il mercato interno), oppure 706 CV (per l’esportazione).

Una doppia possibilità di elaborazione – dovuta al fatto che per l’estero la vettura non viene soggetta alle limitazioni all’impianto di scarico imposte dal TUV per l’omologazione nazionale – che consente ai (pochissimi) appassionati che si potranno permettere questa “super – SLS AMG” di avere fra le mani una vettura assolutamente unica nel suo genere.

L’elaborazione McChip – Dkr, nel dettaglio, impiega un kit di sovralimentazione (“MC 700”), formato da un compressore meccanico al quale si aggiunge un impianto di scarico realizzato ex novo, con terminale di grosso diametro e sistema digestione del flusso dei gas a valvola, realizzato da Capristo Exhaust System, partner di McChip – Dkr nel progetto SLS AMG “MC 700”. In questa configurazione, la coupé 2 posti della Stella a tre punta guadagna oltre 100 CV: i valori di potenza dichiarati dal tuner indicano 680 CV e 770 Nm di coppia.

La versione per l’esportazione propone in più un kit di catalizzatori racing all’impianto di scarico e un’ulteriore rimappatura alla centralina. In questa configurazione, la vettura è ancora più rabbiosa: 706 CV e 793 Nm di coppia.

Saremmo curiosi di conoscere le prestazioni di questo mostro; ma è già sorprendente conoscere i prezzi delle due elaborazioni: rispettivamente 69900 e 78999 euro. Come dire: la potenza si paga…