Porsche: una 911 Turbo S diventa 997 GT3 RSR

Singolare "passo indietro" dall'americana Champion Motorsports: una attuale Porsche 911 Turbo S diventa una 997 GT3 RSR. Il prezzo? Ben 317 mila euro.

Porsche 911 RSR by Champion Motorsports

Altre foto »

RSR: una sigla che più Porsche non si può, e che richiama agli affezionati del Cavallino di Zuffenhausen lo stesso effetto del nome "Carrera". Perché non sempre il tuning è sinonimo di elaborazione rivolta a modelli di attuale produzione. Talvolta, l'attenzione dei preparatori è rivolta a vetture non più in listino.

Come nel caso della Porsche 911 GT3 RSR by Champion Motorsports, frutto di una completa (e decisamente costosa) opera di "revisione"  totale della meccanica e della scocca. Per accontentare gli appassionati della "vecchia" 997, rimasti orfani con l'arrivo della nuova 911.

L'operazione effettuata da Champion Motorsports, tuner con sede a Pompano Beach (Florida) specializzato in GT di Porsche e Gruppo Volkswagen, ha riguardato, in pratica, la ricostruzione tout court di una Porsche 911 Turbo S.

In breve, la meccanica ha ricevuto una coppia di turbocompressori VTG e un nuovo impianto di scarico a doppio terminale centrale, un articolato bodykit in fibra di carbonio che riproduce lo stesso disegno della RSR (formato da nuovi e più ampi paraurti, con quello anteriore coordinato a uno spoiler inferiore; codolini passaruota allargati, passaggi ruota interni, "minigonne" laterali e un vistoso alettone posteriore) e il "fondo piatto" necessario per garantire un flusso dell'aria più efficace possibile in termini di aerodinamica.

L'interno della "GT3 Style" ha ricevuto un rollbar integrale, saldato alla scocca (come per la versione pronta per la pista) e i "soliti" accessori street racing: pedaliera e volante sportivi, inserti in carbonio alla plancia.

Così "riveduta", la 911 Turbo S sviluppa, secondo Champion Motorsports, 575 CV e 625 Nm di coppia (valori misurati ai rulli, dunque a nostro parere un poco ottimistici: siamo dell'avviso che su strada la potenza della Porsche 911 "GT3 Edition" si aggiri sui 550 CV).

L'assetto ha ricevuto un kit sospensioni e ammortizzatori Ohlins regolabili, mentre i cerchi fanno parte di una gamma realizzata ad hoc da Champion Motorsports.

Per finire, un occhio ai prezzi, non certo adatti a tutte le tasche. Solo per l'assetto, la cifra che un appassionato di tuning su base Porsche si sentirebbe chiedere da Champion Motorsports è 15 mila dollari (poco meno di 12 mila euro); i cerchi (il tuner offre un kit completo di tre differenti disegni, per un totale di 12 cerchi) costano 30 mila dollari (23800 euro circa).

Mentre per chi volesse desiderare l'intera elaborazione, la cifra richiesta (Porsche compresa) è di ben 399900 dollari (317 mila euro). Il gioco varrà davvero la candela, considerato che una 911 Turbo S costa, di listino, più di 178 mila euro e, una volta acquistata la "belva", occorrerebbe spogliarla completamente (perdendo, oltretutto, la garanzia della Casa)?

Se vuoi aggiornamenti su PORSCHE 911 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 19 giugno 2012

Altro su Porsche 911

Porsche: guida autonoma ma con moderazione
Tecnica

Porsche: guida autonoma ma con moderazione

Anche se la tecnologia sarà sempre più presente, le auto della casa di Zuffenhausen saranno auto da guidare.

Nuova Porsche 911 RSR: tutti i segreti della nuova vettura da pista tedesca
Motorsport

Nuova Porsche 911 RSR: tutti i segreti della nuova vettura da pista tedesca

La Casa tedesca svela la sua ultima arma da pista che verrà impiegata nei campionati IMSA e FIA WEC.

Porsche 911 Carrera 4S Cabrio: la prova su strada
Prove su strada

Porsche 911 Carrera 4S Cabrio: la prova su strada

Abbiamo guidato la 911 pensata per viaggiare a cielo aperto ed equipaggiata con il nuovo motore turbo.