Lamborghini Aventador by Underground Racing

Con un’iniezione di potenza la sportiva del Toro scatta da 0 a 100 km/h in 2,2 secondi.

Lamborghini Aventador by Underground Racing

Tutto su: Lamborghini Aventador

di Valerio Verdone

07 giugno 2012

Con un’iniezione di potenza la sportiva del Toro scatta da 0 a 100 km/h in 2,2 secondi.

La Lamborghini Aventador è una delle supercar più belle e complete in circolazione, una sportiva capace di far tornare alla mente i Tori di una volta come la Miura o la Countach, eppure a qualcuno i suoi 700 CV sprigionati dal V12 da 6,5 litri non bastano, e così è arrivata dall’America una preparazione esplosiva. Non si tratta di kit estetici o cose da poco conto, ma di aggiornamenti profondi alla meccanica studiati per rendere scatenato il Toro di Sant’Agata.

La Underground Racing infatti ha pensato di “dopare” il V12 Lamborghini con due turbocompressori per renderlo estremamente selvaggio. Così, con tanta aria in più nel motore, l’Aventador sprigiona ben 1.200 CV, con buona pace di chi pensava che questa quantità di cavalli potesse essere una prerogativa di alcune hypercar transalpine dal cuore teutonico e nome italiano (Bugatti).

Il risultato in termini cronometrici è strabiliante: solamente 2,2 secondi per raggiungere i 100 km/h con partenza da fermo, 7 decimi in meno della versione di serie. E chissà quanto raggiungerà di velocità massima, vista la sua forma aerodinamica da jet militare.

Una cosa è certa, d’ora in poi, anche se siete alla guida di una Veyron, pensateci bene prima di aprire il gas alla vista di un’Aventador, potreste rimanere sorpresi, perché la versione curata dall’Underground Racing esteticamente sembra identica all’originale.