Volkswagen Golf GTI, tuning by CFC

Dal tuner tedesco CFC una VW Golf GTI da 265 CV e un'estetica inusuale, realizzata grazie a una pellicola adesiva vinilica.

CFC Volkswagen Golf GTI

Altre foto »

La timidezza non è certo uno degli ingredienti base nel mondo del tuning. In particolare, la Germania, considerata patria dell'elaborazione su vetture di serie, a volte si segnala anche come la patria... del kitsch.

Un esempio arriva proprio in questi giorni, e ritrae un'interpretazione su base Volkswagen Golf GTI a dir poco bizzarra. L'operazione-tuning sulla sportiva di Wolfsburg più venduta nella storia si deve, in questo caso, a CFC - Car Film Component, azienda tedesca specializzata nella realizzazione di decorazioni adesive per auto; ma anche, come in questo caso, in tuning completi.

Per questa opera, CFC (peraltro non nuova alle elaborazioni su Golf GTI) ha dato fondo al proprio know-how: il risultato è una Golf GTI dall'inedito rivestimento dell'intero corpo vettura realizzato con una pellicola vinilica di colore grigio opaco, come si può vedere nelle immagini. Stessa soluzione stilistica - la pellicola adesiva in materiale vinilico - ma diverso disegno (carbon look) per il padiglione del tetto e i gusci degli specchi retrovisori esterni.

Appare curiosa, poi - e inusuale in un'auto - la scelta di decorare il parafango anteriore destro, il logo GTI, lo sportellino del tappo benzina e la cornice della griglia inferiore al frontale della vettura con un motivo di disegni a fumetti in bianco e nero che potrebbe strizzare l'occhio alla pop art (ma che, a nostro avviso, c'entra poco con il carattere della Golf GTI).

La nuova decorazione si completa con l'adozione delle onnipresenti pellicole oscurate ai finestrini posteriori. Così abbigliata, la Golf GTI by CFC si regala, di primo acchito, una connotazione piuttosto anonima, oltreché - non fosse per i "fumetti" - poco appariscente in determinate situazioni di marcia, come nella nebbia. Ma a rendere ben più vistosa e... "fantasiosa" la GTI, ci pensano i fendinebbia anteriori ai quali è stata applicata una pellicola in tinta... rosa.

Un tocco di aerodinamica arriva dal montaggio di un kit in fibra di carbonio che comprende un sottile labbro anteriore, "minigonne" laterali e un diffusore posteriore. La tinta rosa ricompare nei cerchi, da 19" (disponibili anche in rosso), che montano pneumatici Hankook EvoS1 da 225/35 R19.

Riguardo all'assetto, è stato utilizzato un kit sospensioni ribassate APX AP, abbinato a barre stabilizzatrici più grosse di H&R. Il 4 cilindri turbocompresso da 210 CV e 280 Nm della GTI di serie ha ricevuto un incremento di potenza fino a 265 CV e 400 Nm di coppia, grazie a un kit MR Car Design formato da impianto di scarico completo e rimappatura centralina.

L'abitacolo rimane lo stesso della GTI di serie; è stato aggiunto un impianto audio premium MK SoundStyle (solo questo componente, riferisce CFC, richiede un esborso di circa 10 mila euro).

Se vuoi aggiornamenti su VOLKSWAGEN GOLF inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 15 marzo 2012

Altro su Volkswagen Golf

Volkswagen Golf MY 2017: due weekend Porte Aperte
Ultimi arrivi

Volkswagen Golf MY 2017: due weekend Porte Aperte

Con il lancio di Golf e Golf Variant MY 2017, è possibile "toccare con mano" le novità multimediali di bordo. I prezzi di listino dell’intera gamma.

Volkswagen Golf e Golf Variant 2017: primo contatto
Ultimi arrivi

Volkswagen Golf e Golf Variant 2017: primo contatto

Commercializzazione da marzo, con prezzi a partire da 20.150 euro. Modifiche estetiche di dettaglio. Debuttano i comandi gestuali e il 1.5 TSI.

Volkswagen Golf GTI: nel 2020 sarà ibrida?
Anteprime

Volkswagen Golf GTI: nel 2020 sarà ibrida?

Voci di corridoio "catturate" dal Web anticipano un aggiornamento di portata storica: la sportiva – simbolo di VW sarà a propulsione ibrida.