Gemballa torna a Ginevra con tre novità

Prevista una versione da corsa della MP4-12C ed evoluzioni per Porsche 911 e Cayenne.

McLaren MP4-12C: la prova su strada

Altre foto »

Uno dei marchi più altisonanti (e discussi) del tuning, Gemballa, sta per tornare protagonista dopo la morte del suo fondatore e ha scelto il palcoscenico del Salone di Ginevra per mostrare le sue ultime creazioni. Sotto i riflettori della rassegna svizzera mostrerà al pubblico e agli addetti ai lavori che la voglia di migliorare tutto ciò che nasce con una natura estrema non è sopita, ma ha tratto nuovi stimoli dalle ultime supercar.

Infatti, la proposta più appariscente sarà una versione da corsa - una GT3 tanto per intenderci - realizzata sulla base della sportivissima McLaren MP4-12C (che noi abbiamo già provato): sarà interessante vedere come ha reso ancora più cattiva una delle sportive più emozionanti presenti sul mercato che vanta una potenza di ben 600 CV già nella versione di serie.

Non mancheranno le elaborazioni su base Porsche, un marchio molto caro a Gemballa, che ha deciso di mettere le mani sulla nuova generazione della 911, magari approfittando che la Casa tedesca non ha ancora messo in listino le varianti più estreme del suo modello di riferimento.

Infine, porterà a Ginevra la seconda fase della sua rivisitazione della Cayenne, una vettura sulla quale gli interventi estetici e di meccanica non mancheranno. Un ritorno in grande stile, non c'è che dire, vedremo come reagirà il pubblico, da sempre molto curioso quando il nome Gemballa campeggia sulle supercar più note.

Se vuoi aggiornamenti su GEMBALLA TORNA A GINEVRA CON TRE NOVITÀ inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 02 marzo 2012

Vedi anche

Ferrari 488 GTB by Liberty Walk

Ferrari 488 GTB by Liberty Walk

Dal Giappone arriva un’interessante interpretazione della Ferrari 488 GTB firmata dal tuner Liberty Walk.

Lamborghini Aventador SV by McChip-Dkr

Lamborghini Aventador SV by McChip-Dkr

La supercar della Casa del Toro guadagna potenza e coppia con un metodo non invasivo per la meccanica.

Mercedes Amg GT by G-Power: coupé da 610 CV

Mercedes Amg GT by G-Power: coupé da 610 CV

La proposta G-Power per Mercedes Amg GT bada al sodo: è sufficiente un mirato intervento meccatronico per guadagnare quasi 150 CV.