Chevrolet Camaro 2012 Performance Series by Lingenfelter

Due livelli di preparazione per l'anti-Mustang d'eccellenza. Con il Performance Series 2, la Camaro raggiunge 600 CV.

Camaro Performance Series by Lingenfelter

Altre foto »

Le recenti normative anti inquinamento varate dal governo federale USA non impediscono la rinascita delle muscle car tutte potenza e aggressività. Si fanno sempre più frequenti gli esempi di coupé a stelle e strisce che si rifanno chiaramente alle performanti big block di quarant'anni fa.

Uno degli ultimi esempi porta il nome Lingenfelter, che in Europa dice poco, ma oltreoceano è uno dei più apprezzati tuner su base Chevrolet. Lingenfelter propone in questi giorni un doppio kit, chiamato Performance Series, anch'esso dedicato alla Camaro in configurazione Model Year 2012.

L'obiettivo dichiarato da Lingenfelter è conferire un aspetto ancora più aggressivo, per l'estetica e le prestazioni, della coupé Chevy di ultima generazione. Per questo, vengono offerti due pacchetti, ognuno con la propria grafica e un livello di preparazione distinto.

Il kit Signature Series 1, disponibile per l'intera gamma (V6 e V8), comprende nuovi motivi grafici per il corpo vettura e un esclusivo body kit, che presenta un nuovo cofano motore, griglia anteriore, spoiler anteriore, minigonne laterali, cerchi disegnati ad hoc dalla stessa Lingenfelter e, per l'abitacolo, una serie di elementi distintivi dell'azienda: pomello cambio in pelle, pedaliera sportiva in alluminio e una targhetta, sistemata sulla plancia, che riporta la sequenza numerata dell'esemplare elaborato Lingenfelter. Sospensioni sportive Pedders e impianto di scarico Magnaflow in acciaio inox completano il kit Signature Series 1.

Ben più articolato è il kit Signature Series 2, che riprende gran parte delle caratteristiche del precedente, ma è dedicato agli appassionati di muscle car duri e puri. Accanto alla stessa combinazione estetica del kit 1, aumenta la grandezza dei cerchi (da 20", che montano pneumatici da 275/40ZR20 all'anteriore e 315/35ZR20 al retrotreno). Il kit sospensioni sportive regolabili Pedders viene mantenuto, mentre l'impianto frenante riceve pinze e dischi Brembo racing.

L'elaborazione più succulenta è sotto il cofano anteriore: il V8 della famiglia LS3, al quale Lingenfelter ha aggiunto un sistema di sovralimentazione e intercooler Magnuson e collettori e iniettori maggiorati, per una potenza finale di 600 CV.

La genuinità della preparazione viene confermata dal rapporto dei test d'officina che vengono rilasciati a ogni cliente che desidera aumentare le prestazioni della propria Camaro: ogni esemplare, infatti, viene provato sui rulli e consegnato con questa certificazione al cliente.

Se vuoi aggiornamenti su CHEVROLET CAMARO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 30 gennaio 2012

Altro su Chevrolet Camaro

Chevrolet Camaro Turbo AutoX Concept, il debutto al SEMA
Concept

Chevrolet Camaro Turbo AutoX Concept, il debutto al SEMA

La Casa del Cravattino presenta al SEMA di Las Vegas un prototipo inedito su base Chevrolet Camaro.

Chevrolet Camaro: svelata la versione europea
Anteprime

Chevrolet Camaro: svelata la versione europea

La sfida "muscle car" tra Chevrolet, Ford e Dodge si sposta in Europa: la Camaro per il Vecchio Continente è pronta. Cambia poco dalla versione Usa.

Chevrolet Camaro by Alpha Six
Tuning

Chevrolet Camaro by Alpha Six

Un nuovo body kit estetico per la muscle-car del Cravattino.