Sema 2011: Ferrari 458 Milano by DMC

Un bodykit in carbonio per accentuare l’aggressività della 458 Italia. La vettura sarà svelata nei prossimi giorni al Sema di Las Vegas.

Sema 2011: Ferrari 458 Milano by DMC

Tutto su: Ferrari 458 Italia

di Francesco Giorgi

27 ottobre 2011

Un bodykit in carbonio per accentuare l’aggressività della 458 Italia. La vettura sarà svelata nei prossimi giorni al Sema di Las Vegas.

Sempre più innamorati delle più prestigiose GT italiane, gli elaboratori made in Germany sfornano senza sosta le proprie interpretazioni sul tema. 

La fila delle proposte che arrivano dalla Germania si amplia, in questi giorni, con la 458 Milano, una preparazione su Ferrari 458 Italia che porta la firma di DMC, tuner specializzato su Ferrari, Lamborghini e Maserati e che già avevamo presentato, nei mesi scorsi, con la Ferrari FF Maximus, la Lamborghini 2011 GT Murciélago e la Sovrano 2011, una propria versione da 590 CV della Maserati GranTurismo.

La 458 Milano, che sarà esposta nei prossimi giorni al Sema di Las Vegas (in programma dall’1 al 4 novembre), è stata “rivista e corretta” secondo i canoni della factory di Dusseldorf con un inedito kit estetico e aerodinamico sviluppato per rendere ancora più aggressive e personali le forme della Ferrari 458 Italia.

Le informazioni che riportiamo sono quelle che abbiamo “catturato” in anteprima da DMC, durante una sessione fotografica operata a Los Angeles a una manciata di ore dalla partenza della 458 Milano per Las Vegas. Nei prossimi giorni potremo sapere di più sull’ultima creazione (in ordine di tempo) del tuner tedesco. Finora, è quindi solo possibile una prima analisi della elaborazione, in attesa di avere delle informazioni in più.

Quello che si vede, in ogni caso, ci sembra sufficiente: il corpo vettura della 458 Milano by DMC ha ricevuto un ampio body kit (la stessa azienda riferisce che viene realizzato in fibra di carbonio), che comprende un nuovo paraurti anteriore equipaggiato con un sottile splitter, nuovi gusci per gli specchi retrovisori, una nuova linea per il paraurti posteriore – equipaggiato con un diffusore: un accessorio divenuto “irrinunciabile” – e le rifiniture per l’abitacolo, anche queste in carbonio, dalla plancia ai pannelli porta, ai gusci dei sedili.

Ad una prima occhiata, la combinazione giallo Fly e nero per le linee esterne della 458 Milano non ci sembra delle più azzeccate. DMC tiene a precisare che questa è la livrea con la quale la vettura sarà esposta al Sema, e che saranno disponibili più soluzioni di tinta. Allo stesso modo, sarà possibile scegliere fra diversi disegni di cerchi.

Nulla si sa, invece, riguardo alla preparazione meccanica. Questa sarà svelata nei prossimi giorni: DMC si limita, per ora, ad assicurare che la 458 Milano ha ricevuto un’iniezione di potenza.