Ferrari F340 Competizione by Gullwing America 1952

Prendete una Ferrari 456, ispiratevi alla leggendaria 340 Mexico berlinetta del 1952 e avrete la nuova F340 Competizione by Gullwing America.

Ferrari F340 Competizione by Gullwing America 1952

Altre foto »

Per festeggiare i 50 anni di vita della Ferrari 340 Mexico Berlinetta, disegnata da Vignale nel 1952 e costruita in soli 3 esemplari per partecipare alla leggendaria Carrera Panamericana, il tuner americano Gullwing ha deciso di realizzare una versione celebrativa, battezzata F-340 Competizione.

Realizzata partendo da una Ferrari 456, l'ultima creazione dell'elaboratore texano vede la presenza sotto al cofano dalla motorizzazione V12 5.4 L da 470 cavalli, abbinata alla trasmissione manuale a sei rapporti. A bordo risaltano in sedili in pelle senza poggiatesta con guscio in carbonio, la strumentazione ripresa dal passato e il gran volante a tre razze con corona in legno

Passiamo alla nota dolente della Ferrari F-340 Competizione: l'estetica. Nel tentativo di celebrare la 340 Mexico, il tuner americano ha realizzato una carrozzeria non certo apprezzabile per la pulizia delle linee, dove il premio per il "peggior componente montato" viene vinto dai gruppi ottici anteriori: assemblati con quattro gruppi di LED, tentano di celebrare i componenti originali Ferrari del 1952 ma il risultato è tutto tranne che apprezzabile.

Se vuoi aggiornamenti su FERRARI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Simonluca Pini | 22 settembre 2011

Altro su Ferrari

Ferrari 812 Superfast: la più potente di sempre
Anteprime

Ferrari 812 Superfast: la più potente di sempre

La nuova 12 cilindri della Casa di Maranello sfoggia un design aggressivo e a tratti retrò abbinato ad un potentissimo 12 cilindri aspirato da 800 CV.

Ferrari: una F12 tdf per Horacio Pagani
Curiosità

Ferrari: una F12 tdf per Horacio Pagani

Una Ferrari personalizzata per la collezione privata del costruttore italoargentino.

Ferrari: inediti modelli nel suo futuro
Anteprime

Ferrari: inediti modelli nel suo futuro

Secondo Marchionne ci sarebbe "un enorme terreno inesplorato". Un'affermazione che apre nuovi scenari per la gamma del prossimo futuro.