Mazda 5 1.6 CD 115 CV Dynamic Space in prova

Versatile per via dei sette posti, sposa la filosofia del downsizing con il nuovo 1.6 diesel da 115 CV.

Mazda 5 1.6 CD 115 CV Dynamic Space

  • Design7,50
  • Comfort8,00
  • Prestazioni7,00
  • Consumi7,00
  • Prezzo7,00
  • Pro Versatilità abitacolo e spazio interno
  • Contro Mancanza delle bocchette d'areazione nella parte posteriore dell'abitacolo
  • Voto Motori.it: 7,30

Mazda 5 1.6 CD Dynamic Space in prova

Altre foto »

La Mazda 5 si è rifatta il trucco con modifiche al frontale e ai gruppi ottici posteriori e, per l'occasione, ha guadagnato il 1.6 diesel da 115 CV che le consente di ridurre emissioni e spese di gestione. Dedicata alle famiglie numerose e a chi fa della versatilità un imperativo categorico, presenta sette posti molto flessibili grazie al famigerato sistema Karakuri.

Esterno: solo piccoli ritocchi

La Mazda 5 è cambiata, ma non di molto, d'altra parte non aveva bisogno di modifiche sostanziali, ma solamente di alcune rivisitazioni stilistiche per stare al passo con i tempi e per rafforzare il family feeling con gli altri modelli della gamma. Per questo i cambiamenti più importanti si sono concentrati sul frontale, caratterizzato dalla griglia frontale dark silver, ora in linea con le ultime tendenze della Casa di Hiroshima, e nella parte posteriore con nuovi gruppi ottici a sviluppo orizzontale che donano più equilibrio alla tutto spazio giapponese.  La fiancata è contraddistinta dalle porte scorrevoli e dall'andamento ondeggiante della parte centrale della carrozzeria. Inoltre, la verniciatura nera della vettura del test, contribuisce non poco a snellire una silhouette importante caratterizzata  da un'altezza considerevole (1,62 metri) e da una lunghezza di 4,59 metri.

Interno: versatilità al top

La Mazda 5 è una vera e propria casa viaggiante, e per una volta la plancia, comunque ordinata e intuitiva, e la strumentazione, passano in secondo piano rispetto alle configurazioni che l'abitacolo può assumere. Si può viaggiare in sette utilizzando tutti i posti disponibili, abbattere i due sedili posteriori e sfruttare meglio un bagagliaio che ha una capacità variabile dai 426 dm3 ai 1485 dm3, oppure rinunciare al posto centrale del divano per ricavare un pratico tavolinetto o un passaggio scorrevole. Inoltre, gli schienali del divano centrale possono variare l'inclinazione fino a 50° per migliorare il confort degli occupanti. Un particolare interessante che si unisce alla praticità estrema del sistema Karakuri, che permette di abbattere i sedili posteriori con un semplice gesto e di riporli a filo del pianale di carico. Nella Mazda 5 tutto ruota intorno alle porte scorrevoli che si aprono elettricamente. Il sistema è pratico ed efficace e, soprattutto, quando si viaggia con i bambini, consente di risparmiare energie preziose. D'altra parte si nota la mancanza delle bocchette d'areazione nella parte posteriore, un'accortezza che avrebbe permesso di climatizzare l'abitacolo più efficacemente.

In marcia: stabile e sicura

Con una posizione di guida rialzata, la corta leva del cambio a portata di mano e uno sterzo non troppo inclinato, la Mazda 5 si guida in maniera fluida e non risulta troppo impacciata nel traffico cittadino. Merito di uno sterzo leggero, che consente di muoversi con relativa agilità, e di un cambio manuale a 6 marce piacevole da azionare. Più leggera di 120 kg rispetto alla 2.0 che sostituisce ha un cuore più piccolo che eroga 115 CV e rinuncia alla distribuzione a 16 valvole per passare alle 8 valvole. Tutto ciò si traduce in un ridotto attrito delle valvole e in un numero ridotto di parti mobili che riduce sensibilmente la rumorosità proveniente dal propulsore. Quest'ultimo, tramite una turbina a geometria variabile e ai nuovi iniettori piezoelettrici che iniettano il carburante a 1.600 bar, eroga una coppia massima di 270 Nm a partire da 1750 giri. Un valore che consente di muovere una massa di circa 1.400 kg con relativa tranquillità. Certo se cercate le prestazioni, siete fuoristrada, la Mazda 5 è una vettura concepita per una guida turistica, però se andate alla ricerca di un'auto equilibrata e sicura con costi di gestione contenuti, la tutto spazio di casa Mazda potrebbe fare al caso vostro.

Una vettura tuttofare per 27.200 euro

La vettura della nostra prova ha una dotazione importante che comprende accessori fondamentali per chi viaggia come i fari allo xenon, il cruise control, il sensore della pressione degli pneumatici, i cerchi da 17 pollici, il bluetooth con comandi al volante, i sensori di parcheggio posteriori, i sensori luci e pioggia e le porte scorrevoli elettriche. L'unico optional è rappresentato dalla vernice metallizzata che aumenta il costo d'acquisto di 550 euro e lo porta a 27.750 euro. A dire il vero però, c'è un accessorio di cui si sente la mancanza ed è il navigatore satellitare, anche se bisogna ammettere che molti automobilisti preferiscono la praticità dei nuovi navigatori after market.

Se vuoi aggiornamenti su MAZDA MAZDA5 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 06 luglio 2011

Altro su Mazda Mazda5

Mazda5 2013: il multivan compatto si rinnova
Anteprime

Mazda5 2013: il multivan compatto si rinnova

Mazda5, il minivan 7 posti in listino dall'estate 2010, si rinnova con una serie di modifiche di dettaglio.

Mazda5: ecco il Multi-Activity Vehicle
Anteprime

Mazda5: ecco il Multi-Activity Vehicle

Dopo la presentazione al Salone di Ginevra Mazda rilascia nuove informazioni sulla monovolume Mazda5

Uno spot da Oscar per la Mazda 5
Curiosità

Uno spot da Oscar per la Mazda 5

La monovolume nipponica è protagonista dello spot ambientato tra i tavoli da gioco di Las vegas, girato dalla regista premio Oscar Kathryn Bigelo