Opel Insignia Sports Tourer 2.0 CDTI: la prova su strada

Comoda e capace di affrontare lunghe percorrenze nel massimo del confort: la nuova Opel Insignia in versione wagon è anche parsimoniosa con il 2.0 CDTI da 170 CV.

Opel Insignia Sports Tourer 2.0 CDTI: la prova su strada

Tutto su: Opel Insignia

Opel Insignia Grand Sports Tourer 2.0 CDTI Innovation

Design

8

Comfort

9

Prestazioni

7.5

Consumi

8

Prezzo

7.5

VOTO Motori.it: 8

Pro

Design, comfort, guida, consumi.

Contro

Visibilità posteriore, la frizione "stacca" in alto.

di Valerio Verdone

02 febbraio 2018

La Opel ha rinnovato completamente la sua ammiraglia, la Insignia, che per l’occasione è diventata più leggera e performante. L’abbiamo guidata nella variante Sports Tourer, nell’allestimento Innovation, spinta dal 2.0 CDTI da 170 CV.

Esterni: equilibrata e originale

Lunga quasi 5 metri, 4,99 metri per l’esattezza, la nuova Insignia con carrozzeria wagon condivide la parte frontale con la berlina e può fregiarsi dei fari a LED Matrix IntelliLux capaci di estendere il raggio visivo nella guida notturna fino a 400 metri. La fiancata si caratterizza per i giochi di luce che tendono a snellire l’insieme e la linea di cintura alta, mentre al posteriore spiccano le finiture cromate dei montanti, i gruppi ottici a sviluppo orizzontale e lo spoiler sopra il bagagliaio. L’insieme è filante nonostante le dimensioni e l’auto risulta ben piantata a terra sui cerchi da 18 pollici di serie.

Interni: tanto spazio e finiture di alto livello

Tanto spazio fuori non è pensato solamente per offrire una grande bagagliaio con un volume di carico che va dai 560 litri fino ad arrivare ai 1.690 litri e capace di trasportare persino oggetti di 2 metri di lunghezza. Infatti, c’è abbondanza di centimetri in tutto l’abitacolo, anche nella zona posteriore dove viaggiano comode anche persone di alta statura. La plancia riprende il disegno delle Opel di ultima generazione, è realizzata con materiali di qualità e al centro presenta il display da 8 pollici dell’IntelliLink Navi 900 dotato di Apple CarPlay ed Android Auto per dialogare con gli smartphone. Non manca il sistema OnStar per essere sempre connessi con una centrale operativa che può fornire assistenza ad ogni ora del giorno e della notte. Ma quello che emerge una volta a bordo dell’Insignia è il comfort generale dovuto anche al sedile guida AGR in pelle traforata che annovera anche la funzione massaggio.

Al volante: passista infaticabile e comfort da ammiraglia

Con 170 CV e 400 Nm di coppia massima disponibili a soli 1750 giri, la Insignia Sports Tourer sposta la sua massa con inaspettata agilità. Con questi numeri è possibile ridurre al minimo gli interventi del cambio manuale a 6 marce che si manovra bene e presenta l’unico limite nella frizione che stacca in alto. La tenuta di strada è sempre sicura e a prova d’errore grazie al sistema di controllo dinamico dell’assetto, mentre non c’è bisogno di distogliere lo sguardo dalla strada grazie al pratico Head-Up display (optional). La fatica non si avverte nemmeno dopo una giornata di viaggio visto che il guidatore può contare sul comfort offerto dal sedile AGR che lo massaggia durante la marcia. Aerodinamica e veloce, la vettura del test tocca i 226 km/h, in base al dato dichiarato, ed è risultata anche parsimoniosa per via di una percorrenza di circa 13 km/l: non male considerando le dimensioni!

Prezzo: da 35.550 euro

Il prezzo dell’Insignia Sports Tourer della nostra prova è di 35.500 euro, ma l’allestimento Innovation annovera una dotazione completa che, sull’esemplare del test, è stata incrementata grazie ad una serie d’accessori che l’hanno resa una full-optional, tra cui troviamo anche i fari IntelliLux LED Matrix, il sedile di guida AGR con funzione massaggio ed il sistema di controllo dinamico dell’assetto. Così il prezzo finale, per chi non vuole rinunciare a nulla è di 39.900 euro.