Hyundai Kona 1.0 T-GDI Xpossible VS Style: la prova su strada

Abbiamo guidato il nuovo SUV di Hyundai con gli allestimenti Xpossible e Style per valutarne le differenze e scoprirne i vantaggi.

Hyundai Kona 1.0 T-GDI Xpossible VS Style: la prova su strada

Tutto su: Hyundai Kona

Hyundai Kona 1.0 T-GDI 120 CV Xpossible VS Style

Design

8

Comfort

7.5

Prestazioni

7.5

Consumi

8

Prezzo

7.5

VOTO Motori.it: 7.7

Pro

Design originale, dotazione, consumi, guida

Contro

Assenza del cruise control adattivo e del motore diesel fino a giugno

di Valerio Verdone

23 gennaio 2018

La Hyundai entra a gamba tesa nel segmento dei SUV compatti con la Kona, una vettura dalla linea originale e dalla personalità spiccata che vanta una gamma articolata e ben studiata, capace di venire incontro alle esigenze di ogni automobilista. L’abbiamo provata in due allestimenti, Xpossible e Style, abbinati al piccolo ma vivace motore 3 cilindri da 1 litro capace di erogare ben 120 CV.

Esterni: si distingue dalla massa

La Kona è una vettura che punta molto sul design e lo evince sin dal primo sguardo, la carrozzeria compatta, è lunga 4,16 metri, la grande calandra, e i gruppi ottici di dimensioni differenti conferiscono una certa originalità al frontale. Mentre le protezioni nella parte bassa dell’auto si estendono dalla zona anteriore a quella posteriore inglobando anche i passaruota che ospitano cerchi da 18 pollici. Già dalla variante Xpossible ci sono particolari che fanno la differenza come la griglia frontale cromata, i passaruota e la fascia paracolpi laterale di colore grigio scuro con inserti silver ed i vetri posteriori oscurati. La Style aggiunge i fari anteriori full led, quelli posteriori a led, ed i retrovisori ripiegabili elettricamente, ma su entrambe troviamo i cerchi da 18 pollici con pneumatici dalla misura 235/45.

Interni: comoda e razionale

L’abitacolo della Kona è meno estroso della sua carrozzeria ma questo non significa che non sia un ambiente piacevole in cui viaggiare. Infatti, lo spazio a bordo non manca anche nella zona posteriore, e la plancia è ben realizzata con uno stile pulito e senza fronzoli. Già dalla variante Xpossible sono di serie il climatizzatore manuale, gli inserti colorati sulla plancia, rivestita in materiali soft touch, e le cuciture sui sedili e sul volante. La Style aggiunge il display LCD ad alta definizione da 4,2 pollici nella strumentazione, e persino i sedili riscaldati. Su entrambe troviamo il pratico dispositivo di ricarica wireless per lo smartphone, mentre la Style oltre all’Head-Up display, può contare su un sistema di infotainment gestibile attraverso uno schermo touch da 8 pollici che annovera il navigatore, la radio DAB, la retrocamera (la Style ha anche i sensori anteriori), l’impianto audio Krell e l’abbonamento ai servizi Live per ben 7 anni. Insomma, una dotazione davvero invidiabile, che già sulla Xpossible può accontentare diversi automobilisti. A livello di bagagliaio invece, la capacità di carico di 361 litri è onesta, ma non è ai vertici della categoria. Nel contempo, il vano si presenta regolare e, in caso di abbattimento dei sedili posteriori, da luogo ad una superficie di carico piatta.

Al volante: si guida con piacere

Se pensate che il motore turbo “mille” a benzina non sia il miglior sostituto di un turbodiesel vi sbagliate di grosso, perché è elastico, capace di sprigionare coppia e potenza quando servono senza incappare in fastidiosi buchi d’erogazione. Tutto questo senza influenzare in maniera negativa i consumi che, secondo il computer di bordo, si aggirano intorno ai 14/15 km con un litro di benzina. Inoltre, il volante è preciso, diretto, e il cambio a sei marce manuale vanta un’ottima manovrabilità con la leva sempre a portata di mano. Completano il quadro la frenata pronta ed efficace e l’assetto sicuro ad ogni andatura, privo di rollio in curva. Si capisce che è un’auto nata bene grazie ad una piattaforma completamente nuova.

Prezzo: da 22.050 euro

Il prezzo delle nostre due protagoniste è, rispettivamente, di 22.050 euro, e di 25.650 euro: la differenza la fa la dotazione, e scegliere tra una vettura ben accessoriata ed una praticamente full-optional implica qualche ragionamento. Ad ogni modo l’offerta della Kona parte da 14.950 euro con permuta o rottamazione e si avvale sempre della garanzia di 5 anni a chilometraggio illimitato. Le uniche pecche nel listino di questa Hyundai sono rappresentate dall’assenza del cruise control adattivo e del motore diesel fino al mese di giugno, anche se la Casa coreana ha pensato ad una nuova  formula di acquisto chiamata “Kona Extend”…di cosa si tratta? Consente di iniziare a guidare nuova Kona nella versione benzina, già disponibile sul mercato, per poi decidere dopo un anno se tenerla, restituirla o cambiarla con una versione diesel, elettrica o un’altra benzina, senza obbligo di rate e a interessi zero. Infatti i clienti Kona Extend possono scegliere se versare un anticipo e non pagare le rate per i primi 11 mesi di contratto, oppure se rateizzare l’anticipo in 11 comode rate mensili. Così, grazie alla nuova formula d’acquisto,  anche chi fosse interessato alla versione diesel – non ancora disponibile – può salire a bordo di Nuova Kona, senza perdere neppure un giorno della sua infinita bontà.