Mercedes Classe S 350d 4 Matic: la prova su strada

Al volante dell’ammiraglia della Stella a Tre Punte pensata per il massimo del confort e della sicurezza grazie alla trazione integrale.

Mercedes Classe S 350d 4 Matic: la prova su strada

Tutto su: Mercedes-Benz Classe S

Mercedes Classe S 350d 4 Matic

Design

7.5

Comfort

10

Prestazioni

8.5

Consumi

8.5

Prezzo

7.5

VOTO Motori.it: 8.4

Pro

Confort, tenuta di strada, motore, consumi.

Contro

Poco spazio per le gambe del terzo passeggero al posteriore.

di Valerio Verdone

29 dicembre 2017

Mercedes è sinonimo di classe, qualità, prestazioni, confort ed innovazione, e la Classe S è l’emblema delle caratteristiche della Casa della Stella a Tre Punte. Portatrice, da sempre, di soluzioni poi riprese anche da modelli più accessibili, rappresenta tutto quello che si aspetta dal brand teutonico.

Esterni: linee fluenti, ma di classe

La Classe S della nostra prova è la versione “convenzionale”, esiste anche la variante lunga ancora più imponente, ma i suoi 5,14 metri sono già abbastanza per far capire che si tratta di un’auto importante, di un’ammiraglia. Se poi questo particolare non bastasse, ci pensano la grande calandra cromata, i fregi cromati nelle varie zone della carrozzeria e i 3 volumi netti a far comprendere che si tratta della berlina per antonomasia di Casa Mercedes. Certo, la Classe E le somiglia molto e anche la Classe C ha un family feeling marcato, ma la Classe S rivendica il suo ruolo con quel portamento tipico delle top di gamma. Bellissimi i cerchi multirazze che impreziosiscono ulteriormente l’insieme e donano un’ulteriore tocco d’eleganza.

Interni: comfort assoluto

L’abitacolo della Classe S è quanto di meglio si possa desiderare per affrontare un lungo viaggio: la plancia è un vero e proprio centro di comando con i due display da 12,3 pollici, i sedili accolgono guidatore e passeggeri con tutte le attenzioni possibili e dietro ci sono persino due schermi alloggiati in corrispondenza dei poggiatesta anteriori. Non mancano delle tendine parasole che spuntano con precisione teutonica sia dalle porte posteriori che dal lunotto, mentre il bracciolo centrale è un vero e proprio separé nel divano. Chiaramente, il tunnel della trasmissione e le bocchette della climatizzazione posteriori limitano lo spazio per le gambe del terzo passeggero, quindi, in caso di lunghe percorrenze, è meglio essere in quattro. Completano il quadro un tripudio di pelle e materiali di altissima qualità oltre alle luci a LED che rendono l’ambiente più rilassante che mai. Nessun problema per i bagagli, il vano di carico da 510 litri è ampio e regolare e consente di caricare diverse valigie.

Al volante: un tappeto volante

Saranno le sospensioni pneumatiche, la trazione integrale 4 Matic con il 55% della coppia erogata sull’asse posteriore, i sedili con il supporto attivo e il massaggio, o la guida semiautonoma, ma la Classe S 350 d della nostra prova su strada ci ha convinto pienamente, consentendoci di affrontare anche lunghe distanze senza la minima controindicazione. Sulle prime bisogna fare attenzione alle tante informazioni che la strumentazione futuristica mette a disposizione, bisogna prendere confidenza con il sistema d’infotainment, ma poi si può personalizzare il tutto a seconda delle proprie esigenze. Il motore è silenzioso, tanto che è difficile avvertirne la presenza, e si riesce a sentire più che altro il rotolamento degli pneumatici; in compenso, i 286 CV ed i 600 Nm di coppia massima si sentono tutti, tanto da spingere con disinvoltura i circa 2.100 kg della vettura. Non facciamo fatica a credere che la punta velocistica sia di 250 km/h e che l’accelerazione da 0 a 100 km/h venga coperta in 5,8 secondi, mentre siamo stati sorpresi favorevolmente dai consumi, di circa 15 km/l, favoriti dal cambio automatico a 9 rapporti. Decisamente unica l’esperienza di guida con tutti i controlli che consentono all’auto di viaggiare praticamente da sola lasciando semplicemente le mani sul volante: in pratica la vettura segue quella che la precede senza difficoltà, sorpassa in maniera automatica dopo aver messo la freccia, e segue fedelmente la traiettoria leggendo le strisce che delimitano la carreggiata. Certo, per chi è abituato ad avere sempre il controllo della situazione è una tecnologia a cui bisogna avvicinarsi per gradi, ma se si pensa all’utilità da un punto di vista della sicurezza, e la si usa come un supervisore che può scongiurare situazioni pericolose, allora si apprezza pienamente, soprattutto nei viaggi, quando la distrazione dopo molti chilometri è sempre in agguato.

Prezzo: da 97.950 euro

La Classe S 350d 4 MATIC parte da 97.950 euro, ma è un prezzo che tiene conto dei numerosi contenuti di prim’ordine presenti in questa ammiraglia. Basta consultare la lista degli optional per farlo lievitare in maniera importante, dopo tutto è la Mercedes per eccellenza.