Volvo V90 Cross Country: la prova su strada

Abbiamo guidato la Volvo che unisce il mondo dei SUV e quello della auto convenzionali e contende la scena alle avversarie teutoniche.

Volvo V90 Cross Country: la prova su strada

Tutto su: Volvo V90 CROSS COUNTRY

Volvo V90 Cross Country

Design

8.5

Comfort

8.5

Prestazioni

7.5

Consumi

7

Prezzo

7

VOTO Motori.it: 7.7

Pro

Qualità, linea, confort, guida

Contro

Ingombri importanti

di Valerio Verdone

22 dicembre 2017

La Volvo rilancia nel settore delle wagon a ruote alte con la V90 Cross Country che va a confrontarsi con l’antagonista di sempre, l’Audi A6 All Road e la nuova arrivata nella categoria: l’agguerrita Mercedes Classe E All Terrain. L’abbiamo provata nella motorizzazione 2 litri da 190 CV accoppiata ad un cambio automatico ad 8 rapporti, indicata dalla sigla D4 Geartronic.

Esterni: stile forte e innovativo

Non si può dire certo che la V90 Cross Country passi inosservata: la lunghezza è notevole, 4,93 m, la larghezza importante, 1,87 m, e l’altezza è di 1,53 m, a tutto ciò si aggiunge un passo di 294 cm che dona slancio alla fiancata. La linea riprende quella della variante convenzionale ma si arricchisce delle protezioni nella parte bassa del frontale ed al posteriore che si estendono nell’area sotto porta e lungo i passaruota. Questi sono ampi al punto da poter ospitare persino cerchi dal diametro di 21 pollici. L’insieme appare elegante e innovativo al tempo stesso e denota una grande cura anche a livello d’assemblaggio.

Interni: non teme le tedesche

Se pensate che le vetture tedesche non possano avere delle concorrenti adeguate in questa categoria vi sbagliate di grosso e la V90 Cross Country è stata costruita per dimostrarlo. Lei non urla la sua rivoluzione costruttiva, ma la mostra fiera senza ostentarla. Merito di una plancia ben realizzata con un quadro strumenti digitale da 12,3 pollici ed uno schermo centrale da 9 pollici attraverso il quale si può gestire la vettura senza problemi. I pulsanti sono ridotti all’osso, ci sono solamente quelli della climatizzazione, mentre sul tunnel centrale è presente quello relativo all’accensione dell’auto che bisogna ruotare. Lo spazio a bordo è abbondante, considerate le dimensioni esterne, mentre il vano bagagli ha una capienza di 560 litri che può arrivare fino a 1.526 litri abbattendo il divano posteriore ed è ben organizzato con il vano che nasconde la ruota di scorta che si alza tramite un sistema idraulico.

Al volante: sicura e persino divertente

Più alta di 65 mm rispetto alla variante convenzionale, la V90 Cross Country affronta con tranquillità lo sterrato e le superfici stradali più infide grazie alla trazione integrale che, in modalità Dynamic, offre delle sensazioni di guida da sportiva. Infatti, con la centralina che indirizza la maggior parte della coppia sull’asse posteriore, l’auto risulta decisamente coinvolgente. Merito di una motore dalla potenza adeguata, 190 CV, ma soprattutto di una coppia robusta, 400 Nm, ben gestita dal cambio automatico ad 8 rapporti Aisin che risparmia quei ritardi nel prendere giri che di solito possono affliggere questo genere di trasmissione. Certo, la D5 con 230 CV offre maggiore spinta ed è consigliabile a chi vuole una vettura più sportiva. Ma la vettura del nostro test riesce a percorrere 14 km/l: un risultato notevole considerata la mole.

Prezzo: da 57.550 euro

Considerando la concorrenza non potevano attenderci un listino prezzi inferiore a quello comunicato per questa Volvo che fa della praticità oltre che dell’eleganza il suo cavallo di battaglia. Per cui la forbice, ampia, va dai 57.550 euro della D4 AWD fino a sfiorare la soglia dei 70.000 euro con la D5 Pro Geartronic  AWD. Si tratta di cifre commisurate ai contenuti di una vettura in grado di soddisfare pienamente una certa tipologia di automobilisti.