BMW 420d XDrive Gran Coupé M Sport: la prova su strada

La coupé a 5 porte della Casa dell’Elica unisce fascino prestazioni praticità e sicurezza.

BMW 420d XDrive Gran Coupé M Sport: la prova su strada

Tutto su: BMW Serie 4 Gran Coupé

BMW 420d XDrive Gran Coupé M Sport

Design

9

Comfort

8.5

Prestazioni

8

Consumi

7.5

Prezzo

7

VOTO Motori.it: 8

Pro

Design, guida appagante, bagagliaio

Contro

Posto centrale posteriore scomodo

di Valerio Verdone

27 novembre 2017

Se le berline classiche vi annoiano allora non c’è altra scelta, propendere per una coupé a 5 porte, una soluzione che consente di avere il fascino della sportiva senza rinunciare ad all’abitabilità posteriore di un’auto da famiglia. Con la BMW Serie 4 Gran Coupé inoltre, si può contare anche su un grande bagagliaio come quello presente sulla 420d XDrive M Sport arrivata in redazione.

Esterni: fascino da vendere

La curiosità era tanta, perché la BMW Serie 4 ci ha sempre intrigato e nella variante Gran Coupé rappresenta una scelta furba, ma non priva di fascino. Infatti, il baricentro ribassato di 30 mm e le carreggiate allargate, rispettivamente di 14 mm all’anteriore e di 22 mm al posteriore rispetto alla Serie 3, la rendono decisamente sportiva, con il montante posteriore che slancia tutto l’insieme. Inoltre, i particolari contenuti nell’esclusivo pacchetto Iconic 4 Edition come i fari a led adattivi, la vernice opaca, i cerchi in lega da 19 pollici con tanto di impianto frenante M Sport dotato di pinze verniciate in blu metallizzato ed il “doppio rene” in nero lucido completano il quadro. Impossibile non notarla con quelle prese d’aria fameliche dell’allestimento M Sport che incuriosiscono lo sguardo di ogni appassionato.

Interni: sportiva e raffinata

Come ogni coupé che si rispetti, anche su questa Serie 4 Gran Coupé bisogna calarsi nell’abitacolo, ma una volta raggiunto il posto guida è tutto perfetto: i comandi sono al posto giusto e le regolazioni si effettuano rapidamente, il volante a tre razze con il logo M è un invito alla guida, così come la strumentazione cangiante a seconda delle modalità selezionate. Pratico e colmo d’informazioni il sistema d’infotainment che può contare su uno schermo da 8,8 pollici touch, ma è gestibile anche attraverso il pratico controller, nel quale si trovano decisamente tante informazioni: da quelle relative al meteo, fino alle news dell’ultima ora. Grazie alla connessione alla rete la vettura consente sempre di essere aggiornati sulle location raggiunte e può consigliare persino i locali in cui trascorrere una piacevole serata. Il tutto con una compatibilità con gli smartphone che soddisfa anche i più esigenti visto che funge anche da hotspot, e con la possibilità di usufruire dei servizi e le app del mondo BMW ConnectedDrive. Non manca un sistema di ricarica wireless, mentre il guidatore può contare su un Head-Up display prodigo d’informazioni tra cui i limiti di velocità. Si sta comodi in quattro, mentre il passeggero centrale del divano posteriore deve fare in conti con il tunnel di trasmissione, e il bagagliaio è decisamente capiente con 480 litri a cui si accede agevolmente grazie al portellone a chiusura elettronica.

Al volante: divertente come una trazione posteriore

Guidare la BMW Serie 4 Gran Coupé XDrive è stata un’autentica rivelazione: la trazione integrale entra in gioco senza influire sulla dinamica di marcia che rimane sempre coinvolgente. Normalmente, il 60% della coppia motrice viene erogato al posteriore, per cui è il retrotreno ad essere preponderante, proprio come ci si aspetta da una BMW, ma quando la situazione lo richiede basta un attimo per inviare anche tutta la coppia motrice su un solo asse. Questo si riflette in maniera positiva nella guida di tutti i giorni con uno sterzo leggero e preciso a cui bastano pochi input per eseguire le manovre del caso, un ingresso in curva fulmineo e una reattività coadiuvata da una trazione da riferimento. Insomma, ci si diverte in tutta sicurezza e si uniscono le sensazioni offerte da una trazione posteriore alla sicurezza garantita dalla trazione integrale. Difficile pretendere di meglio, perché nel misto l’auto è agile e reattiva, mentre nelle curve veloci risulta stabile e sicura. Il tutto con un consumo di quasi 15 km/l maturato senza dover mantenere un’andatura mortificante. Merito del conosciuto 4 cilindri 2 litri turbodiesel da 190 CV, forte di 400 Nm di coppia massima, e ben accoppiato al cambio automatico ad 8 rapporti gestibile anche attraverso le pratiche palette dietro il volante. Nonostante la presenza di motori più potenti in gamma, quest’unità non delude, offre prestazioni importanti, 230 km/h di velocità massima e 7,4 secondi per passare da 0 a 100 km/h, oltre a costi di gestione ridotti.

Prezzo: da 53.700 euro

Per mettere in garage una coupé a cinque porte come questa è necessario mettere in conto un prezzo di partenza di 53.700 euro, ma bisogna considerare che stiamo parlando dell’allestimento più ricco M Sport accoppiato alla trazione integrale della Casa dell’Elica. Comunque, attingendo alla corposa lista degli optional, il listino della Serie 4 Gran Coupé sale inesorabilmente ma offre diverse possibilità di personalizzare l’auto.