Volkswagen Golf 1.6 TDI 115 CV: la prova su strada

Al volante della nuova Golf con 1.6 diesel da 115 CV ed il sistema multimediale gestuale.

Volkswagen Golf 1.6 TDI 115 CV: la prova su strada

Volkswagen Golf 1.6 TDI 115 CV

Design

8.5

Comfort

8.5

Prestazioni

7.5

Consumi

8.5

Prezzo

6.9

VOTO Motori.it: 8

Pro

linea, impianto multimediale, guida

Contro

Tanti tasti sul volante di piccole dimensioni.

di Valerio Verdone

09 agosto 2017

La Volkswagen Golf è un’icona, una vettura che ad oggi rappresenta ancora il metro di paragone per chiunque voglia avere successo nel segmento C, ma per rimanere un punto di riferimento bisogna essere sempre al passo con i tempi, per cui anche l’ultima variante la 7, è stata sottoposta all’immancabile restyling di metà carriera. L’abbiamo provata con la motorizzazione 1.6 TDI da 115 CV.

Esterno: è sempre lei, la Golf

L’estetica della Golf non poteva e non è stata cambiata in maniera radicale, del resto De Silva aveva fatto un buon lavoro al momento del lancio della 7, al punto che l’aveva definita l’auto che non lo faceva dormire di notte. Così, oggi l’ultima generazione della compatta di Wolfsburg è sempre piacevole, e viene rinfrescata con un design rivisto dei paraurti, mediante dei cerchi in lega di nuovo disegno, e tramite i gruppi ottici rivisti, con quelli posteriori a LED presenti su ogni versione. Ci sono anche nuovi colori, come il giallo metallizzato della variante Sport, molto accattivante, ma l’esemplare del test, in un grigio quarzo metallizzato, esprime al meglio il carattere classico di un’auto capace di affascinare intere generazioni.

Interno: punta tutto sull’hi-tech

Nel nostro esemplare, oltre a notare la maniacale cura costruttiva Volkswagen, sottolineata dalla precisione degli accoppiamenti, dalle qualità delle plastiche e dall’ergonomia dei comandi, al di là della strumentazione analogica (ma su altre versioni è disponibile anche quella virtuale da 12,3 pollici) l’elemento che più incuriosisce si trova al centro della plancia, ed è il display da 9,2 pollici dedicato al sistema d’infotainment. Fino ad ora non si era mai visto uno schermo touch così grande su una Golf, e il suo nome, Discover Pro, è tutto un programma. Infatti, oltre ad avere i sensori di prossimità che l’adeguano non appena la mano si avvicina, presenta i comandi vocali, e fin qui non è una novità assoluta, ma anche gestuali, si avete capito bene, è in grado di interpretare il nostro volere anche tramite i gesti. È sufficiente un gesto per scorrere i menù ad altissima risoluzione ed oltretutto è compatibile con gli smarthone grazie ad Apple CarPlay e ad Android Auto. Comoda e ben rifinita, la Golf 7 restyling mantiene il bagagliaio del modello precedente che ha un volume di 380 litri e può arrivare fino a 1.270 litri.

Al volante: sempre sicura in ogni frangente

Quello che si nota al volante della Golf 7 restyling è una sensazione di sicurezza in ogni situazione: l’auto si appoggia bene in curva, non molla la presa salvo errori grossolani del guidatore ed è ben insonorizzata. Insomma, l’ideale per fare tanti chilometri sfruttando a pieno un motore rivisto, il 1.6 TDI, adesso Euro 6 con 115 CV e 250 Nm di coppia massima, e capace di percorrere in media 19 km/l senza stare particolarmente attenti a dosare il pedale del gas. Le prestazioni ci sono, perché la velocità massima di 198 km/h e l’accelerazione da 0 a 100 km/h coperta in 10,5 secondi consentono di avere un’andatura briosa e di effettuare sorpassi senza ricorrere troppo al cambio manuale a 5 marce dalla buona manovrabilità. Ma è dal punto di vista della sicurezza attiva che la compatta in questione ha effettuato un vero e proprio salto in avanti adottando la frenata d’emergenza con riconoscimento pedoni e rendendo disponibile il cruise control adattivo che, abbinato al cambio automatico, riesce a gestire autonomamente le ripartenze nel traffico convulso agendo anche sullo sterzo. Insomma, un assaggio del prossimo futuro che vedrà protagonista la guida autonoma. In tutta questo tripudio di tecnologia però c’è un particolare che stona, il volante, pieno di tasti a volte troppo piccoli da gestire al meglio durante la guida.

Prezzo: da 25.500 euro

La variante della Golf restyling con il 1.6 TDI da 115 CV ha un range di prezzi che va dai 25.500 euro della variante Business fino ai 28.400 euro della versione Executive, passando per i 26.700 euro ed i 27.500 euro degli allestimenti Sport ed Highline. Per il cambio automatico DSG a doppia frizione bisogna mettere in conto un ulteriore esborso di 2.000 euro.