Mercedes GLA 220d 4Matic: la prova su strada

Al volante del SUV più piccolo di Casa Mercedes spinto dal 2.1 turbodiesel da 177 CV.

Mercedes GLA 220d 4Matic: la prova su strada

Mercedes GLA 220d 4Matic

Design

8

Comfort

9

Prestazioni

8

Consumi

7.5

Prezzo

7

VOTO Motori.it: 8.9

Pro

Guida, linea, spazio a bordo, confort

Contro

visibilità posteriore, motore ruvido rispetto alla nuova unità Mercedes 2 litri diesel

di Valerio Verdone

04 agosto 2017

La Mercedes GLA si è rifatta il trucco con il restyling di metà carriera, quindi è cambiata un po’ nell’estetica, ha guadagnato accessori che la rendono al passo con le evoluzioni arrivate nell’automotive negli ultimi anni ed è ancora più accattivante. L’abbiamo guidata nella variante diesel con il motore 2.1 da 177 CV accoppiato al cambio automatico ed alla trazione integrale 4Matic.

Esterni: cambia quanto basta

Adesso l’auto è più alta di 3 cm, di serie, ma cambiano anche i paraurti ed i cerchi in lega, e non mancano nuove colorazioni per chi vuole distinguersi. Per il resto, la linea è rimasta sostanzialmente invariata, anche perché la GLA è ancora attraente e moderna nelle proporzioni. Grazie al frontale che riprende il design introdotto dalla Classe A, al posteriore dominato dai grandi gruppi ottici a sviluppo orizzontale ed alla fiancata dinamica. Non mancano le protezioni nella zona anteriore e posteriore, mentre i fari a LED hanno preso il posto di quelli allo Xenon nelle varianti più ricche.

Interni: piccoli miglioramenti significativi

L’abitacolo è stato toccato ancora meno dal restyling, e gli uomini della Stella a Tre Punte si sono soffermati sugli elementi bisognosi di miglioramento come ha sottolineato la clientela. Quindi gli interventi hanno riguardato i comandi per la regolazione elettrica dei sedili e la grafica della strumentazione che sfoggia nuove lancette di colore rosso. Nuovi anche i rivestimenti e le bocchette d’areazione più ampie come si conviene ad un SUV. Arrivano altri accessori utili alla vita di tutti i giorni quali come la telecamera a 360° ed il portellone con apertura hands-free. Il sistema d’infotainment riporta le informazioni su un nuovo tablet da 8 pollici, invece che da 7 pollici come nella variante ante-restyling, che si gestisce con un pratico controller presente sul tunnel centrale. Lo spazio a bordo è abbondante per una vettura superiore ai 4,40 metri di lunghezza, mentre il bagagliaio è di 421 litri e può arrivare a 1.235 litri.

Al volante: sicurezza e confort in ogni condizione

Con il 2.1 turbodiesel da 177 CV e 350 Nm la Mercedes GLA si muove agile, diventa una grande passista in autostrada e non rimane mai a corto di fiato. Merito anche del cambio automatico a 7 rapporti capace di coadiuvare al meglio l’unità in questione, che è possibile abbinare alla trazione integrale 4Matic per 2.400 euro. Le prestazioni sono di tutto rispetto, con un’accelerazione da 0 a 100 km/h coperta in 7,7 secondi ed una velocità massima che sfiora i 220 km/h, 218 km/h per esattezza, mentre i consumi si attestano sopra i 14 km/l nel ciclo misto. Quello che sorprende, per via delle carreggiate larghe e dell’assetto abbastanza rigido, è la reattività della vettura, che danza da una curva all’altra molto più rapidamente delle avversarie con baricentro più alto senza andare ad inficiare minimamente il confort di marcia che è ideale a 130 km/h. Certo, il motore per quanto pastoso e reattivo risulta più ruvido della nuova unità a gasolio da 2 litri recentemente introdotta dalla Casa tedesca, ma offre un’affidabilità da riferimento.

Prezzo: da 41.880 euro

Per avere una GLA 220d 4Matic occorre considerare almeno una spesa di 41.880 euro, a tanto ammonta il listino della variante Executive, ma si arriva anche a sfiorare i 50.000 euro, 48.686 euro per l’esattezza, per la versione Premium. Chiaramente, ci sono diverse varianti nella gamma del SUV tedesco e se ci si accontenta del motore 1.5 diesel da 109 CV e non si ha la necessità della trazione integrale allora il prezzo base si abbassa fino a 31.000 euro.