Fiat Panda Cross 1.3 MultiJet: la prova su strada

Originale nella linea, la Fiat Panda Cross si dimostra agile in città ed estremamente valida oltre l’asfalto.

Fiat Panda Cross 1.3 MultiJet: la prova su strada

Fiat Panda Cross

Design

8.00

Comfort

6.00

Prestazioni

7.00

Consumi

6.50

Prezzo

6.50

VOTO Motori.it: 6.80

Pro

Linea, prestazioni offroad

Contro

Plastiche interne, comfort generale

di Valerio Verdone

08 aprile 2015

Originale nella linea, la Fiat Panda Cross si dimostra agile in città ed estremamente valida oltre l’asfalto.

La Fiat Panda è una citycar decisamente furba, capace di condensare in circa 3,70 metri di lunghezza la praticità delle 5 porte, uno spazio adeguato a 4 persone e un discreto bagagliaio. Per chi ha necessità di mettere le ruote oltre l’asfalto esiste la versione 4×4, ma nella gamma della piccola italiana c’è anche una variante, la Cross, dall’aspetto più specialistico, che consente di spingersi oltre, con il piglio dei veri fuoristrada. L’abbiamo provata in abbinamento al 1.3 [glossario:multijet] da 80 CV.

Estetica: robusta e sbarazzina

La nuova Fiat Panda Cross è inutile negarlo, ispira simpatia, sarà per la livrea colorata dell’esemplare in prova, o per il suo aspetto che strizza l’occhio ai SUV, ma la sua mise risulta decisamente originale. Le protezioni del sottoscocca, anteriori e posteriori, si integrano bene con il rivestimento in materiale scuro della parte bassa della vettura che si estende fino ai gruppi ottici anteriori. Si capisce che non è una Panda convenzionale in quanto l’altezza da terra è di 158 mm, gli angoli d’attacco di 24° e 34° e quello di dosso di 21°: questi dati sono migliori di quelli della corrispondente variante 4×4 e permettono prestazioni fuoristradistiche di rilievo, soprattutto se si considerano gli ingombri esterni della vettura e la massa ridotta. Insomma, quello che ci vuole per essere avventurosi non solo nello stile ma anche al volante, dove la Cross rivela grandi sorprese.

Interno: semplice ed intuitiva

L’abitacolo della Panda Cross riprende le linee generali della plancia del modello standard; quindi, una grande pulizia d’insieme e comandi semplici e ben congeniati per risultare facilmente azionabili ed intuitivi. Ovviamente, si contraddistingue per la selleria specifica con tanto di scritta cross lungo lo schienale dei sedili. Non è certo un’auto che richiede un periodo d’assuefazione per familiarizzare come alcune concorrenti dell’ultima ora. Lo spazio a bordo è sufficiente per 4 persone, mentre il bagagliaio di 225 litri è figlio di un compromesso per ottenere un abitacolo accogliente, ma con il box in poliuretano presente sulla vettura della nostra prova sembrava meno capiente del solito. Anche se è stata pensata per una guida in condizioni difficili, ci saremmo aspettati dei sedili meno rigidi; inoltre, la presenza dei finestrini posteriori ad azionamento manuale non contribuisce certo al comfort generale.

Al volante: può andare ovunque

La Panda Cross è prima di tutto una citycar, quindi nel traffico si disimpegna bene grazie ad un’agilità fuori dal comune che, unita alla sua altezza da terra da SUV, le consente di leggere in anticipo le situazioni. Sotto il cofano, il piccolo 1.3 MultiJet da 80 CV e 190 Nm di coppia massima, le consente di muoversi con una certa disinvoltura, ma la massa di oltre 1.200 kg, l’altezza da terra e la conformazione simile a quella di un piccolo fuoristrada si fanno sentire dal punto di vista dei consumi, con il computer di bordo che non va oltre una media di 6,5 l/100 km. Quando si lascia l’asfalto, allora la Panda Cross fa valere il suo sistema di trazione integrale con trasmissione Torque on Demand che agisce tramite due differenziali collegati ad un giunto a controllo elettronico. Se a ciò aggiungiamo anche il cambio manuale a 6 marce con la prima ridotta, ed una spaziatura studiata appositamente per il modello in questione, si comprende benissimo come faccia ad inerpicarsi su dei pendii decisamente ripidi e come riesca ad uscire fuori da alcune situazioni, come ad esempio i terreni fangosi, con il piglio dei veri fuoristrada. Basta selezionare la modalità desiderata sulla piccola rotellina e la Panda Cross di predispone per affrontare una salita impervia, una discesa ripida o per viaggiare in condizioni normali.

Prezzo: da 20.400 euro

Per essere una Panda, la Cross non è certo una vettura a buon mercato, ma nei 20.400 euro del prezzo d’acquisto sono compresi il sistema di trazione integrale, che le consente prestazioni davvero sorprendenti oltre l’asfalto, ed una dotazione che annovera accessori quali il bluetooth, il climatizzatore, i cerchi in lega, i fendinebbia ed i retrovisori elettrici, per citarne alcuni. 

No votes yet.
Please wait...