Peugeot 308 SW 1.6 e-HDi: la prova su strada

Ben fatta e con un grande spazio interno la Peugeot 308 wagon non disdegna la bella guida.

Peugeot 308 SW 1.6 e-HDi 115 CV Allure

  • Design8,50
  • Comfort9,00
  • Prestazioni7,50
  • Consumi8,50
  • Prezzo8,00
  • Pro Linea, qualità generale, comfort e consumi
  • Contro Ripresa lenta, visibilità quadro strumenti
  • Voto Motori.it: 8,30

Peugeot 308 SW 1.6 e-HDi in prova

Altre foto »

La Peugeot 308 è una vettura davvero ben fatta che, nella variante wagon, offre maggiore spazio ed una capacità di carico superiore. Abbiamo provato la versione 1.6 e-HDi da 115 CV nell'allestimento Allure: un giusto compromesso tra prestazioni e costi d'esercizio.

Esterno: più lunga ma equilibrata

La 308 è figlia delle nuove tendenze stilistiche di Peugeot e la calandra ordinata, con tanto di gruppi ottici anteriori lavorati nella zona inferiore ne sono una valida testimonianza. Il frontale è in comune con la 5 porte e risulta piacevole ed equilibrato, per via della grande bocca inferiore e delle cornici dei fendinebbia che riprendono l'andamento dei fari e della mascherina. Ovviamente, i 34 cm di lunghezza in più hanno ampliato la fiancata, con il terzo finestrino che conferisce slancio all'insieme ed il tetto che scende piacevolmente verso il basso. Nella vista posteriore dominano i gruppi ottici ed il portellone, che evidenzia una soglia d'accesso ideale per i grandi carichi. L'insieme è lineare, e non lascia il fianco a critiche, visto che rappresenta un passo avanti notevole rispetto al modello precedente.

Interno: tanto spazio e volante da F1

Se c'è una cosa che nella 308 SW non manca, quello è lo spazio; infatti, le porte sono più ampie ed il divano è stato arretrato di ben 3 cm, grazie ad un passo incrementato di 11 cm, a tutto vantaggio per le ginocchia di chi siede dietro. Ma non è tutto, con un volume utile di 610 litri, offre una capacità di carico superiore di 190 litri rispetto alla sorella a 5 porte. Per il resto ritroviamo la plancia dal disegno originale, con plastiche morbide e piacevoli al tatto ed il consueto minimalismo sulla console centrale, dove molti pulsanti sono stati eliminati in favore del display da 9,7 pollici con cui è possibile gestire la maggior parte dei sistemi dell'auto e la sfera multimediale. Certo, bisogna farci l'abitudine, perché sulle prime necessita di un minimo d'assuefazione, ma poi si entra in confidenza con questo centro di comando attraverso il quale si controlla tutto: dal climatizzatore al navigatore satellitare. Originale anche il quadro strumenti, con il contagiri che agisce in senso antiorario ed il piccolo volante, dal diametro simile a quello di una F1, posizionato al di sotto del quadro strumenti. Una soluzione che, secondo gli uomini della Peugeot, spinge il conducente a tenere lo sguardo alto sulla strada, ma che non favorisce i guidatori di bassa statura, i quali si ritrovano la parte alta del volante ad interferire nella lettura degli strumenti principali.  

Al volante: una guida fluida e sicura

La Peugeot 308 SW è l'auto adatta per percorrere tanti chilometri con la famiglia al seguito: è silenziosa, la taratura delle sospensioni non affatica pur garantendo degli appoggi sicuri, e l'insonorizzazione è molto curata. Infatti, anche viaggiando su una strada di montagna, quando si è costretti a sfruttare il potenziale del 1.6 HDi da 115 CV e 270 Nm di coppia per uscire dai tornanti, si può continuare la conversazione senza altare il tono di voce. Nonostante i 4,59 metri di lunghezza, la SW del Leone si dimostra agile tra le curve, complice anche il piccolo volante, ed invoglia ad alzare il ritmo. Pratica e con una dinamica che esprime personalità, la 308 nella variante wagon consente percorrenze nell'ordine dei 17 km/l grazie anche al sistema start&stop di serie, che spegne il motore nelle soste al semaforo o quando si è costretti ad interrompere la marcia.

Prezzo: da 25.200 euro

Per entrare in possesso della 308 SW nell'allestimento Allure, occorrono 25.200 euro, un prezzo che appare proporzionato ai contenuti; in quanto, oltre ad una qualità costruttiva degna di nota, l'auto in questione presenta una dotazione davvero completa che va dai cerchi in lega, al navigatore satellitare, passando per i sensori di parcheggio, i fendinebbia ed i retrovisori elettrici e ripiegabili. Volendo si può cedere alla tentazione dei sedili in pelle, come quelli presenti sull'esemplare della nostra prova, ma non si tratta di un optional indispensabile. 

Se vuoi aggiornamenti su PEUGEOT 308 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 10 marzo 2015

Altro su Peugeot 308

Peugeot 308 GTI: la prova su strada
Prove su strada

Peugeot 308 GTI: la prova su strada

La compatta del Leone lancia la sfida alla Golf GTI grazie ad un motore e un handling da riferimento.

Peugeot 308 GT 1.6 THP vs 308 GT SW BlueHDI
Prove su strada

Peugeot 308 GT 1.6 THP vs 308 GT SW BlueHDI

Peugeot 308 GT: a confronto la versione berlina a benzina da 205 cavalli e la station wagon diesel da 180 cavalli.

Peugeot 308 Racing Cup al Salone di Francoforte
Anteprime

Peugeot 308 Racing Cup al Salone di Francoforte

Derivata dalla 308 GTi by Peugeot Sport, la nuova 308 Racing Cup è pronta per scendere in pista.