Hyundai Ioniq ibrida: la prova su strada

La Hyundai Ioniq anticipa la mobilità del futuro grazie ad un efficiente schema ibrido abbinato a contenuti tecnologici di assoluto rilievo.

Hyundai Ioniq Hybrid

  • Design7,50
  • Comfort8,00
  • Prestazioni7,50
  • Consumi9,50
  • Prezzo7,00
  • Pro Consumi, tecnologia, cambio doppia frizione, garanzia
  • Contro Materiali migliorabili
  • Voto Motori.it: 7,90

Hyundai Ioniq Hybrid: la prova su strada

Altre foto »

Con la nuova Hyundai Ioniq, il costruttore coreano propone tre declinazioni di mobilità ecologica in una sola auto. La Ioniq è infatti disponibile con tre differenti schemi di trazione: ibrida, ibrida Plug-in e 100% elettrica. A qualche settimana dalla nostra presa di contatto, abbiamo provato su strada la versione ibrida classica, l'unica che è già disponibile sul mercato italiano, mentre per le altre versioni bisognerà attendere i primi mesi del 2017. Sebbene sia pensata per la massima eco-compatibilità, la Ioniq punta ad appagare il guidatore con soluzioni sofisticate come il cambio a doppia frizione, la connettività di ultima generazione e un pacchetto di assistenza alla guida da segmento superiore.

Esterni: un'aerodinamica da record

Il design della Hyundai Ioniq è studiato per ottenere la massima efficienza Aerodinamica e il risultato è un coefficiente di penetrazione (Cx) di appena 0,24, tra i migliori sul mercato. La carrozzeria, lunga 4,47 metri, è disegnata in galleria del vento, ma non rinuncia ad uno stile dinamico grazie al cofano slanciato e alla linea a cuneo, che termina con un accenno di Alettone sul terzo volume di coda. Nel frontale si nota una grande calandra a listelli orizzontali che si estende fino ad abbracciare i gruppi ottici con firma luminosa a Led. Nella parte posteriore il lunotto è sdoppiato, una soluzione che appare ben integrata con i gruppi ottici, ma che penalizza la visibilità posteriore in fase di parcheggio. La cura progettuale si nota nella presenza di soluzioni come il fondo piatto, i deflettori anteriori, che riducono la turbolenza sulle ruote, e gli Air Flap attivi, che chiudono la calandra anteriore per ridurre la resistenza aerodinamica.

Interni: spazio e connettività per tutti

Gli interni della nuova Hyundai Ioniq presentano il giusto mix di praticità e tecnologia. L'abitacolo accoglie comodamente fino a cinque passeggeri, assecondando le esigenze di spazio di una famiglia. Sul divanetto posteriore tre persone trovano posto facilmente grazie al tunnel centrale poco ingombrante, mentre i passeggeri anteriori possono giovare di un sedili regolabili elettronicamente (in più il sedile del guidatore scorre automaticamente indietro per agevolare l'accesso). Il bagagliaio in configurazione standard ha una capienza di 443 litri, ma abbattendo la seconda fila di sedili (frazionabile 60-40) si ottiene un volume utile di 1505 litri. L'accesso al vano di carico ha una soglia piuttosto alta (75 cm), compensata in parte da un portellone di ampie dimensioni. Gli assemblaggi sono curati e i materiali conferiscono una buona qualità percepita, anche se la qualità di certe plastiche a vista potrebbero essere migliorate. Per quanto riguarda la connettività, l'integrazione con lo smartphone è assicurata dalla compatibilità AppleCar Play e Android Auto, nonché soluzioni di ultima generazione come la ricarica wireless (basta appoggiare il telefono sulla console centrale). Molto pratica è la possibilità di ricaricare fino a cinque device contemporaneamente (uno per ogni passeggero) grazie alle varie prese Usb e 12 Volt presenti. La plancia a sviluppo orizzontale ospita un ampio schermo touch da 8,3 pollici, da cui è facile gestire le funzioni legate all'infotainment, alla navigazione e alle manovre di parcheggio con retrocamera.

Su strada: consuma poco, ma scatta bene

La Hyundai Ioniq ibrida è equipaggiata con un motore 1.6 benzina GDI 4 cilindri ad iniezione diretta capace di erogare 105 CV e 147 Nm con un rendimento termico del 40%. A questo si aggiunge una unità elettrica da 32 kW (43,5 CV) e 170 Nm di coppia massima, alimentato da una batteria agli ioni di litio dalla capacità di 1,56 kWh posizionata sotto i sedili posteriori. Nella guida di tutti i giorni si apprezza la possibilità di partire e di percorrere lunghi tratti in modalità totalmente elettrica. Quando è necessaria maggiore potenza entra in azione il motore termico, che vanta una erogazione molto regolabile, e contribuisce in questo modo a mantenere bassi i consumi. Non è difficile infatti realizzare percorrenze medie superiori ai 20 chilometri con un litro in città e fino a 30 km/l se si adotta una guida ecologica. In questo senso è particolarmente utile la grafica del computer di bordo che, oltre a mostrare il flusso di energia in tempo reale, illustra il tipo di stile di guida adottato. Quando è necessaria maggiore potenza, la Ioniq vanta uno scatto soddisfacente grazie al surplus di potenza erogata dal motore elettrico. Lo 0-100 viene coperto in 10,8 secondi, mentre la velocità massima è di 185 km/h. Il cambio è un "doppia frizione" a sei rapporti, una trasmissione che si fa apprezzare per la fluidità di funzionamento e per gli innesti veloci. Il comfort è sempre di buon livello, grazie anche alle sofisticate sospensioni multi-link sulle ruote posteriori. Molto avanzata l'assistenza alla guida, che propone soluzioni di segmento premium come il cruise control adattivo, il segnalatore di Carreggiata attivo (Lane Keeping Assist), che interviene sullo sterzo per mantenere la vettura nella sua corsia.

Hyundai Ioniq: prezzo adeguato ai contenuti

Il prezzo della Hyundai Ioniq parte da 24.900 euro (che diventano 21.650 euro nella fase di lancio), ma per la versione in prova, praticamente full optional, bisogna staccare un assegno da 29.000 euro. Il prezzo della versione top di gamma Style è comunque inferiore rispetto alla concorrenza diretta e appare competitivo alla luce dei contenuti tecnologici di assoluto rilievo. Come su tutte le Hyundai la garanzia è di 5 anni, che diventano addirittura 8 anni sulle batterie (per un massimo di 200.000 chilometri).

Se vuoi aggiornamenti su HYUNDAI IONIQ inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Andrea Tomelleri | 07 novembre 2016

Altro su Hyundai Ioniq

Hyundai Ioniq Autonomous Concept: i segreti dell
Concept

Hyundai Ioniq Autonomous Concept: i segreti dell'auto a guida autonoma

In occasione del Salone Californiano, Hyundai svela il suo sofisticato prototipo dotato di guida autonoma che ne anticipa la versione di serie.

Generation Ioniq Tour: a Milano test drive per la ibrida di Hyundai
Ecologiche

Generation Ioniq Tour: a Milano test drive per la ibrida di Hyundai

Hyundai Ioniq potrà essere provata in pista: è una delle proposte della tournée promozionale europea che si concluderà nei prossimi giorni ad Arese.

Hyundai Ioniq, primo contatto con l
Ultimi arrivi

Hyundai Ioniq, primo contatto con l'ibrida coreana

Abbiamo provato in anteprima la nuova Hyundai Ioniq nella configurazione ibrida classica. Già ordinabile con prezzi da 21.650 euro.