Mazda MX-5: 1.5 VS 2.0 Skyactiv-G

Abbiamo provato la nuova roadster di Hiroshima con entrambe le motorizzazioni.

Mazda MX-5

  • Design9,00
  • Comfort7,00
  • Prestazioni8,00
  • Consumi7,50
  • Prezzo8,00
  • Pro Linea, guida, prezzo
  • Contro Collocazione manopola dell'infotainment
  • Voto Motori.it: 7,90

Mazda MX-5: 1.5 VS 2.0 Skyactiv-G

Altre foto »

E' la spyder più venduta al mondo, un'icona per gli automobilisti che amano guidare a cielo aperto, stiamo parlando della Mazda MX-5, che cambia nell'aspetto e diventa più leggera per assomigliare il più possibile alla prima serie del 1989. Abbiamo messo a confronto le due motorizzazioni 1.5 e 2.0 per capire le differenze di carattere delle roadster giapponesi.

Esterni: Kodo Design all'ennesima potenza

L'aspetto della nuova MX-5 è rivoluzionario, spariscono le linee tondeggianti della generazione precedente a favore di un disegno più intrigante, tagliente, con superfici che si incontrano e creano piacevoli giochi di luce da ogni angolazione. Il muso scende verso il basso con i gruppi ottici di piccole dimensioni e si caratterizza per la grande bocca, mentre la fiancata è corta, muscolosa, con la coda appena accennata, e l'auto protesa in avanti. Dietro, i due fari circolari hanno un prolungamento verso i passaruota e rendono originale la vista posteriore. Il contorno del parabrezza verniciato di nero è una chicca che slancia ulteriormente l'insieme, ma bisogna riconoscere che gli uomini Mazda hanno lavorato sodo, e che la vettura, dal vivo, e su strada, è ancora più bella che in foto. Più corta di 10 cm e con un passo ridotto di 2 cm, fa venire voglia di saltarci dentro per cercare una strada tutta curve.

Interni: tutto quello che serve

L'abitacolo della MX-5 è completo, con una strumentazione che non lascia spazio all'immaginazione, visto il contagiri centrale, i materiali sono di buona qualità, mentre il cambio, con una leva molto bella e cortissima, è al posto giusto. Non manca uno schermo da 7 pollici in stile tablet per accedere al sistema multimediale, anche se il controller sul tunnel centrale non è nella posizione più agevole da manovrare. Per fortuna che è gestibile anche dallo schermo touch, anche se questa funzione non è utilizzabile oltre i 7 km/h. Manca lo scomparto davanti al passeggero, ma ci sono tre vani dietro ai sedili per riporre documenti e piccoli oggetti. Il bagagliaio è di 130 litri, e per un weekend in due può bastare, mentre il soft top in tessuto è ad apertura manuale e scompare in pochi secondi nello spazio dedicato. Non si sente la mancanza di un sistema elettrico, perché l'operazione per scoprire la MX-5 è così agevole che sarebbe superfluo; inoltre, aggiungerebbe peso inutile ai 1.050 kg della 1.5 ed ai 1.090 kg della 2.0. Completano il quadro la pedaliera sportiva, ideale per il punta-tacco, ed un impianto stereo con le casse annegate nei poggiatesta.

Al volante: divertimento assoluto!

Con un passo di appena 231 cm, la MX-5 ha un'agilità incredibile ed ogni curva è un invito a divertirsi, non serve correre, è così piacevole da guidare che anche ad andatura tranquilla trasmette sensazioni di solito precluse alle automobili convenzionali, quelle pensate per compiti più ordinari. E qui nasce il dilemma, meglio la 1.5 o la 2.0? La domanda potrebbe essere scontata ma non è così. Infatti, la piccola, si fa per dire, presenta un 1.5 da 131 CV molto attivo, con un allungo che sale fino a 7.500 giri, e con la gommatura 195/50 su cerchi da 16 pollici, non è affatto una scelta povera, anzi... è un'auto che su strada è così naturale che bastano un paio di tornanti per sentirsela cucita addosso! Certo, la 2.0 ha 29 CV in più, le sospensioni posteriori Bilstein ed il differenziale autobloccante meccanico, oltre ad una maggiore presa a terra con pneumatici 205/45 montati su cerchi da 17 pollici, ma l'allungo si ferma a 6.800 giri. Insomma, la MX-5 più potente è anche più impostata, più incisiva, e in pista fa la sua figura nei track-day, ma è una questione di priorità, perché nella vita di tutti i giorni la 1.5 ha tutto ciò che serve, a cominciare dalle sospensioni anteriori a doppi quadrilateri e posteriori Multilink a 5 leve, ed i consumi sono leggermente inferiori, anche se i 14 km/l non sono una chimera nemmeno sulla 2.0. Certo, quest'ultima è più generosa ai bassi regimi, e si comprende che ha un potenziale superiore, dopo tutto, guadagna 1 secondo nel fatidico 0-100 km/h: 7,3 secondi VS 8,3 secondi. Comunque, al volante di entrambe, la sensazione di viaggiare con il vento tra i capelli è impagabile, lo sterzo presenta una reattività immediata ed il cambio manuale a 6 rapporti è capace di far dimenticare in un amen tutti i comandi a doppia frizione superveloci. Sulla MX-5 si guida all'antica, e la pedaliera è ideale per fare la doppietta, altro che procedure automatiche in scalata, questa è un'auto che riconcilia con la guida, con il piacere del viaggio in senso assoluto, con l'essenza pura delle roadster! Dopo un po' di chilometri tra le curve da assuefazione, regala gioia e disegna sorrisi, e poco importa se ci sono auto più veloci, più abbottonate, più confortevoli: la MX-5 è unica, e continua ad esserlo, anche con quest'ultima generazione, che forse è la più divertente di sempre!

Prezzo: da 25.300 euro

Il prezzo della MX-5 è competitivo: si parte da 25.300 euro per la 1.5 Evolve, mentre la Exceed della nostra prova sale a 27.700 euro, con tanto di interni in pelle, sensori di parcheggio posteriori, sensore pioggia e sistema che avvisa di eventuali cambi di corsia involontari. La 2.0 Sport rilancia con sedili particolarmente sportivi, monitoraggio dell'angolo cieco, fari adattativi e quelle chicche tecniche citate in precedenza, per un totale di 29.950 euro.

Se vuoi aggiornamenti su MAZDA MX-5 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 13 luglio 2016

Altro su Mazda MX-5

Mazda MX-5 RF Limited Edition: in vendita online a 36.500 euro
Ultimi arrivi

Mazda MX-5 RF Limited Edition: in vendita online a 36.500 euro

La nuova versione targa Mazda MX-5 RF Limited Edition arriva sul mercato portando con sé una particolare vena artistica.

Mazda MX-5: due edizioni speciali al SEMA 2016
Tuning

Mazda MX-5: due edizioni speciali al SEMA 2016

Speedster Evolution e Kuro Concept: una derivata dalla Speedster 2015, l'altra allestita sulla nuova RF. Sono le proposte Mazda per Las Vegas.

Mazda: iniziata la produzione della MX-5 RF
Mercato

Mazda: iniziata la produzione della MX-5 RF

Il primo esemplare è stato realizzato nell’impianto di Ujina