Volkswagen Golf Variant 2.0 TDI, la prova su strada

Design piacevole, bassi consumi e grande spazio a bordo sono i punti di forza della Volkswagen Golf Variant 2.0 TDI BlueMotion.

Volkswagen Golf Variant 2.0 TDI, la prova su strada

Tutto su: Volkswagen Golf Variant

VW Golf Variant Highline 2.0 TDI BlueMotion

Design

8.00

Comfort

8.50

Prestazioni

7.50

Consumi

8.50

Prezzo

6.50

VOTO Motori.it: 7.80

Pro

Design, vano di carico, consumi

Contro

Prezzo, visibilità posteriore

di Simonluca Pini

12 giugno 2014

Design piacevole, bassi consumi e grande spazio a bordo sono i punti di forza della Volkswagen Golf Variant 2.0 TDI BlueMotion.

Volkswagen Golf Variant non è solo una vettura pratica. Dopo generazioni dove il design non era il suo punto forte, la nuova Golf Variant ha fatto centro anche sotto il profilo stilistico. Provata nella versione Highline BlueMotion 2.0 TDI 150 cavalli, la station wagon compatta a marchio Volkswagen è l’auto perfetta per una famiglia che cerca tanto spazio a bordo ma non vuole rinunciare a maneggevolezza e bassi consumi.

Volkswagen Golf Variant, le dimensioni

Derivata dalla Volkswagen Golf 7, la Variant ha ricevuto commenti positivi fin dal suo debutto al Salone di Ginevra. L’aumento di dimensioni – 5.46 metri in lunghezza, ovvero 30 centimetri in più della berlina e 4 cm in aggiunta nel passo pari a 264 cm – ha permesso ai designer di Wolfsburg di realizzare una station wagon dall’immagine equilibrata e dai volumi proporzionati. Il vano di carico della Volkswagen Golf Variant in conformazione 5 posti assicura uno spazio di ben 605 litri, addirittura 3 litri in più della sorella maggiore Volkswagen Passat. A massimo carico la capienza arriva a 1620 litri (contro i 1495 della precedente Golf Variant) e scegliendo l’opzione del sedile anteriore passeggero ripiegabile in avanti si possono caricare oggetti lunghi fino a 2.76 metri.

Volkswagen Golf Variant 2014, interni

Se tutti i concorrenti utilizzano la Golf come punto di riferimento quando si parla di interni un motivo ci sarà. A bordo della Volkswagen Golf Variant si percepisce un elevato livello di qualità, grazie agli ottimi materiali utilizzati e alla cura dell’assemblaggio. Nonostante qualche tasto di troppo sul volante riusciamo ad utilizzare tutte le funzioni disponibili senza dover studiare il voluminoso libretto d’istruzioni. Tra gli optional presenti riteniamo indispensabile il [glossario:cruise-control] adattivo, venduto con un supplemento di 564 euro. Capace di regolare automaticamente la distanza fino a velocità pari 160 km/h, l’ACC include anche la funzione arresto e frenata d’emergenza in città. Scenografico ma anche utile il generoso tetto apribile panoramico, disponibile nella lista accessori a 1.236 euro.

Volkswagen Golf Variant, prova su strada

La Volkswagen Golf Variant 2.0 TDI BlueMotion è una vettura dalle diverse personalità, intercambiabili tramite la pressione di un tasto. Il sistema DCC – Adaptive Chassis Control in base al tipo di guida scelto (Sport, Eco, Normal) regola in maniera automatica parametri come la durezza dello sterzo, la risposta del motore e la taratura dell’assetto. Su strada la Golf Variant ha mostrato un’elevata tenuta di strada ma soprattutto un comfort di viaggio capace di impensierire vetture di segmento superiore. La motorizzazione 2.0 TDI BlueMotion abbinata alla trasmissione manuale a sei rapporti scarica sulle ruote anteriori 150 cavalli con una coppia massima di 320 Nm, numeri che garantiscono una velocità massima di 218 km/h e uno scatto da 0 a 100 km/h coperto in 8.9 secondi. Ottimi anche i risultati ottenuti andando ad analizzare in consumi: in autostrada, utilizzando al meglio il [glossario:cruise-control] adattivo, abbiamo registrato a velocità codice percorrenze di quasi 20 chilometri al litro.

Volkswagen Golf Variant 2.0 TDI: prezzo da 28.600 euro

Quanto costa la Volkswagen Golf Variant BlueMotion Highline? Dipende. Oltre allo sconto che riuscirete a strappare al venditore, il prezzo della Golf Variant è legato al numero di accessori scelti. Senza attingere alla lista accessori la Volkswagen Golf Variant 2.0 TDI Highline BlueMotion è commercializzata a 28.600 euro, dove la lista di dotazioni previste di serie è molto lunga e comprende accessori come cerchi in lega da 17 pollici, climatizzatore bizona, sei airbag, volante multifunzionale, spia controllo pneumatici, specchietto interno schermabile, dispositivo antislittamento, ABS, ASR, EDS, MSR, start e stop, presa USB e Aux-in. Aggiungendo però tutti gli accessori montati sulla Volkswagen Golf Variant in prova – tra cui navigatore satellitare Discover Pro, Park Assist e fari Bi-Xeno – la cifra totale arriva a ben 37.492 euro.