Mercedes-Benz Classe G 300 CDI Professional, prova su strada

Mercedes Classe G da oltre 30 anni è il punto di riferimento tra le fuoristrada. Scopriamo come va la versione G 300 CDI Professional.

Mercedes-Benz Classe G 300 CDI Professional, prova su strada

Tutto su: Mercedes-Benz Classe G

Mercedes-Benz Classe G 300 CDI Professional

Design

9.00

Comfort

6.50

Prestazioni

9.00

Consumi

6.50

Prezzo

6.50

VOTO Motori.it: 7.50

Pro

Doti in fuoristrada, spazio a bordo, tenuta dell'usato

Contro

Consumi, prezzo

di Simonluca Pini

29 aprile 2014

Mercedes Classe G da oltre 30 anni è il punto di riferimento tra le fuoristrada. Scopriamo come va la versione G 300 CDI Professional.

La Mercedes-Benz Classe G rappresenta uno dei modelli icona del marchio tedesco. Prodotta dal 1979 la Classe G è rimasta fedele al modello originale, a partire dalla linea squadrata e dalle eccezionali doti in fuoristrada. Se dopo 35 anni di carriera la Classe G è diventata una fuoristrada extra lusso, scorrendo il listino troviamo la versione G 300 CDI Professional. Pensata per chi può rinunciare alle comodità – dite addio ai vetri elettrici e all’abitacolo insonorizzato – ma non ad una dotazione tecnica capace di affrontare le situazioni più estreme, come guadi profondi ben 600 mm e superare pendenze fino all’80%. Per scoprire pregi e difetti della Mercedes-Benz Classe G 300 CDI Professional abbiamo percorso oltre mille chilometri su asfalto, su impegnativi percorsi offroad, torrenti e corsi d’acqua inclusi.

Mercedes Classe G Professional                

Restare impassibili al passaggio della Mercedes Classe G 300 CDI Professional è impossibile. Grazie al design senza tempo, alle dimensioni generose – lunga 4.64 metri, larga 1.96 m, alta 1.93 metri – e allo snorkel fissato sul montante destro del parabrezza pronto a far respirare il motore quando si attraversa un guardo, la Classe G Professional ha attirato molti più sguardi rispetto a diverse supercar passate per la redazione di Motori.it. Derivata dalla serie W461, la Classe G Professional mostra interni che riportano la mente al passato, a partire dai sedili in stoffa a quadrettoni in pieno stile anni 70 e alla plancia minimalista. Proposta in versione a quatto posti con sedili separati, la Classe G Professional assicura un vano di carico in grado di arrivare fino a 2936 litri di volume disponibile.

Mercedes Classe G, preparato per ogni terreno

In un’era dove l’apparenza regna sovrana, la Mercedes Classe G Professional va in controtendenza e punta esclusivamente alla sostanza. Tra dotazione di serie e accessori disponibili, la G 300 CDI in prova monta cofano rinforzato (in grado di sopportare carichi superiori ai 120 kg), paraurti anteriore rinforzato con perno traino e portatarga ripiegabile, luci di profondità supplementari, protezione dei gruppi ottici anteriori e degli indicatori di direzione, pneumatici all-terrain 225/75 R16, protezioni sottoscocca e gancio traino posteriore. Oltre allo snorkel, affrontare i guadi più impegnativi sarà alla portata di tutti grazie a sistemi come la pompa di drenaggio per l’abitacolo e al separatore d’acqua inserito prima del filtro carburante. Aprendo il pesante cofano troviamo la motorizzazione sei cilindri 3.0 litri CDI da 184 cavalli a 3.800 giri con una coppia massima di 400 Nm scaricati a terra in maniera lineare tra i 1.600 e i 2.600 giri. La trasmissione è affidata ad un cambio automatico a cinque marce con funzione sequenziale con riduttore inseribile elettricamente, mentre la trazione fa affidamento su uno schema integrale permanente con 3 differenziali (anteriore, centrale e posteriore) bloccabili tramite tre tasti sulla console.

Mercedes Classe G Professional, prova su strada e fuoristrada

Salire sulla Mercedes Classe G Professional richiede una certo slancio, considerando l’altezza minima da terra di 213 mm.  A bordo ci sembra di essere tornati indietro nel tempo: vetri a manovella, carrozzeria a vista, plancia che riporta la mente alla Mercedes degli anni ’90 e viti a vista ovunque. La posizione di guida non è delle più comode, con il corpo molto vicino alla portiera e il volante verticale. Nonostante questi dettagli ci stiamo già innamorando della Classe G prima ancora di partire, sapendo cosa potremmo fare appena messe le ruote fuori dall’asfalto. Su strada invece bisogna far i conti con uno sterzo abbastanza pesante e un consumo in autostrada di oltre 10 litri per 100 chilometri. 

Finalmente è arrivato il momento di abbandonare la strada ed iniziare ad infangare la carrozzeria della Mercedes Classe G. Gli angoli di attacco e di uscita (pari a 36 e 31 gradi; dosso di 23°) ci permettono di superare in piena sicurezza ostacoli che metterebbero in crisi molte fuoristrada sul mercato e attraversiamo un corso d’acqua senza la minima incertezza. Inserendo i tre blocchi del differenziale la Classe G si arrampica nonostante la poca aderenza del percorso; oltre alla trazione il merito va anche all’erogazione del motore, fluida o rabbiosa a seconda della pressione sul pedale.

Prezzo Mercedes Classe G 300 CDI Professional

Quanto costa la Mercedes Classe G 300 CDI Professional in prova? Tanto. Con un listino prezzi a partire da 73.805 euro la Geländewagen (fuoristrada in lingua tedesca, da cui deriva il nome Classe G) del marchio di Stoccarda non è certo alla portata di tutti. Se poi si mette mano alla lista optional la cifra è destinata a salire rapidamente: tra i vari accessori troviamo gancio traino (491 euro), cerchi in lega da 16 pollici (1.658 euro), vano bagagli in legno con guide di scorrimento a C (676 euro), paraurti frontale rinforzato (716 euro) e cofano motore rinforzato calpestabile (1.073 euro). Vale la pena spendere quasi 80.000 mila euro per una fuoristrada senza vetri elettrici? Se il vostro obiettivo è quello di affrontare ogni ostacolo al volante di un mezzo che ha fatto la storia dell’automobilismo, la risposta è affermativa. Non solo: la tenuta del valore dell’usato della Mercedes Classe G è tra le migliori sul mercato anche su modelli con molti anni sulle spalle.