Lotus Evora: la prova su strada

Lotus ritorna sulle orme della Excel con la nuova 2+2 Evora, la GT britannica che punta tutto su comfort e agilità

Lotus ritorna sulle orme della Excel con la nuova 2+2 Evora, la GT britannica che punta tutto su comfort e agilità

  • Design10,00
  • Comfort8,00
  • Prestazioni8,00
  • Consumi9,00
  • Prezzo8,00
  • Pro Design e finiture la rendono una vera supercar, non passa inosservata. E' agile, divertente, ma anche comoda
  • Contro Ci vorrebbe qualche cavallo in più. I due posti posteriori della 2+2 è meglio riservarli ai seggiolini
  • Voto Motori.it: 8,60

Presentando la Lotus Evora l'ormai ex CEO Mike Kimberley (va in pensione per motivi di salute) l'aveva detto: "è l'inizio del nostro programma di cinque anni che porterà al lancio di tre nuove auto che saranno vendute in molti più mercati nel mondo". In effetti far salire molta gente sulle attuali Lotus Exige, Elise e ed Europa è un po' come far indossare il perizoma di Belen Rodriguez a qualcuno con la corporatura di Giampiero Galeazzi. E non è solo un fatto di...ergonomia.

Belle, divertentissime, ma troppo di nicchia sono da 13 anni a questa parte le auto costruite a Hethel, cioè da quando nel 1995 debuttò la piattaforma della Elise. La necessità di oggi è però quella di ampliare i target e conquistare fette di mercato. E qui arriva la Evora, appunto, la prima auto del nuovo corso della Casa di Hethel.

Si direbbe una Lotus più matura, più adatta ad una clientela un po' più avanti negli anni, che magari in passato si è appassionata alle piccole quattro cilindri, ma adesso si ritrova con qualche chiletto di troppo o magari un pargolo al seguito. In effetti per salire e scendere con disinvoltura da una Elise occorre una certa dose di agilità, soprattutto per i più corpulenti. Anche sulla nuova GT inglese si sale come ci si aspetterebbe da una vera Lotus, cioè contorcendosi un po', ma la sensazione è quella di indossare un paio di pantaloni diventati finalmente più comodi dopo averli portati in sartoria.

Sportivamente minimal

In questo caso il sarto è quello di Savile Row, cioè massima cura nei dettagli e nei materiali, perchè per la Evora Lotus ha messo da parte l'appeal spartano finora tipico delle sue auto costruite artigianalmente ad Hethel. Soprattutto sull'esemplare che abbiamo testato, un esemplare di preserie, ma uguale nei contenuti al primo lotto delle prime 450 full optional che arriveranno sul mercato equipaggiate con i pacchetti Premium Upgrade Pack (illuminazione dell'abitacolo specifica e inserti in pelle un po' dappertutto), Tech Upgrade Pack (sistema infotainment Alpine con telecamera di retromarcia, cruise control) e Sport Upgrade Pack (rapporti cambio ravvicinati, mappatura "Sport", impianto frenante AP Racing con dischi forati, scarico in titanio, radiatore dell'olio, diffusore posteriore).

All'interno si viene avvolti dagli sportivissimi sedili Recaro e da un abitacolo piacevolmente minimalista. Notevole la pulizia della plancia in alluminio spazzolato, con i sei pulsanti metallici che comandano luci, apertura del bocchettone di rifornimento, mappatura "Sport" e disinserimento del traction control posizionati alla sinistra. Su una analoga pulsantiera sulla destra si comandano invece chiusura porte, ricircolo dell'aria e trip master.

Davvero molto bella la strumentazione di foggia futuristica, anche se in marcia non si rivelerà poi leggibilissima, e i comandi del climatizzatore, posizionati sullo stretto tunnel rivestito anch'esso in alluminio spazzolato con belle manopole ricavate dal pieno. Insomma tutto è al suo posto ed è molto intuitivo da localizzare, senza ricorrere ai comandi multifunzione oggi tanto in voga.

Altro su Lotus Evora

Lotus Evora 400: più leggera con il nuovo Carbon Pack
Anteprime

Lotus Evora 400: più leggera con il nuovo Carbon Pack

Bodykit in fibra di carbonio, nuovo impianto di scarico, nuova batteria, per guadagnare 40 kg.

Lotus Evora Sport 410 al Salone di Ginevra 2016
Anteprime

Lotus Evora Sport 410 al Salone di Ginevra 2016

Ecco la versione più estrema della Evora: Lotus ne produrrà soltanto 150 esemplari. Sarà in vendita da giugno.

Lotus Evora Sport 410: più leggera e potente
Anteprime

Lotus Evora Sport 410: più leggera e potente

Attesa a Ginevra, la nuova Evora Sport 410 fa ampio ricorso al carbonio e sviluppa 416 CV, si spinge fino a 300 km/h e copre lo 0 - 100 in 4"2.