Opel Adam Gpl Tech: la prova su strada

La Opel Adam Gpl Tech è ecologica e alla moda grazie alle tante personalizzazioni.

Opel Adam Gpl Tech: la prova su strada

Tutto su: Opel Adam

Opel Adam Gpl Tech

Design

9.00

Comfort

8.00

Prestazioni

8.00

Consumi

9.00

Prezzo

8.00

VOTO Motori.it: 8.40

Pro

Linea, tenuta di strada, consumo

Contro

Dimensioni e accessibilità del bagagliaio

di Valerio Verdone

28 novembre 2013

La Opel Adam Gpl Tech è ecologica e alla moda grazie alle tante personalizzazioni.

La Opel Adam sposa la doppia alimentazione per dar vita alla versione [glossario:gpl] Tech e diventa più ecologica, guadagnando autonomia e aumentando la sua versatilità d’utilizzo senza rinunciare all’aspetto glamour che la contraddistingue. Dopo un test che l’ha vista impegnata per molti chilometri, possiamo dire che rappresenta una reale alternativa alle versioni a [glossario:gasolio] di Mini e Fiat 500 e la presenza dell’impianto [glossario:gpl] si avverte solamente dal benzinaio.

Esterno: simpatica ed originale

La linea della Adam [glossario:gpl] Tech non differisce minimamente da quella delle sorelle a benzina, infatti è identica in tutto e per tutto, con quel frontale aggressivo in cui spicca la grande bocca con lo stemma del Fulmine, la fiancata arricchita da tagli decisi e quel tetto che appare sospeso sui vetri posteriori. Anche il retro della vettura non è affatto banale per via del disegno dei gruppi ottici e del paraurti muscoloso. L’esemplare in prova poi, dotata dell’Hyper Pack, che prevede i cerchi da 17 pollici bianchi in tinta con la barra della griglia anteriore e con il tetto, le macchie stilizzate sulla carrozzeria come ideali prolungamenti dei montanti anteriori e posteriori e altri splash raffigurati sulle calotte dei retrovisori esterni, oltre ai vetri oscurati, era decisamente caratterizzato e non passava di certo inosservato. Ma ovviamente, questa è solo uno degli infiniti modi di rendere unica la piccola della Casa del Fulmine: giocando con il configuratore si può personalizzare ogni dettaglio!

Interno: 4 posti alla moda

Se l’esterno della Adam è originale, l‘interno non è da meno, per via di una plancia davvero ben fatta, piacevole al tatto e con una strumentazione dalla grafica accattivante. A proposito, l’indicatore del carburante segnala il quantitativo di combustibile presente a seconda che si viaggi a benzina o a gas; nessun indicatore con quelle antipatiche luci che cambiano colore per segnalare la presenza dell‘impianto a Gpl, solo un pulsante che si armonizza perfettamente con il resto dei comandi. Al centro della plancia campeggia il display dell‘IntelliLink per gestire tutto il comparto multimediale, mentre più in basso, in posizione poco favorevole, si trovano i comandi del climatizzatore. L’abitabilità premia i posti anteriori, con sedili ampi e ben fatti, ma anche dietro, considerato il segmento di mercato non si sta poi così male, a patto che davanti non siedano due giocatori dell’NBA. Il bagagliaio non è il suo punto forte, ma è allineato alla capienza delle concorrenti e presenta il vantaggio di non ospitare il serbatoio toroidale come nella maggior parte delle auto a doppia alimentazione benzina-Gpl. Infatti quest’ultimo, di forma cilindrica, si trova sotto il pianale, nei pressi dell’assale posteriore, e vanta una capacità effettiva di 35 litri, il 20% in più rispetto alla Corsa.

Al volante: sicura e divertente

La Opel Adam ci è piaciuta già nella prova della versione a benzina e in questa variante [glossario:gpl] Tech conferma le sue qualità di vettura stabile, sicura e divertente, anche per via dei cerchi da 17 pollici con coperture 215/45 che le regalano un grande appoggio nelle curve veloci. Sinceramente, gli 87 CV del suo 1.4 sono più che sufficienti per guidare senza rinunce e non rimanere a giocare con la leva del cambio ogni volta che si incontra una salita o c’è bisogno di effettuare un sorpasso. La coppia di 125 Nm è inferiore del 5% rispetto a quella della sorella a benzina, ma è solo una questione di numeri perché al volante non si sente. Piuttosto, si avverte il vantaggio dell’impianto a gas con iniettori ed elettronica firmati Landi Renzo quando si arriva dal benzinaio perché con circa 26 euro si fa un pieno di [glossario:gpl] con cui si percorrono tranquillamente 400 km e forse qualcosa in più se si adotta una guida particolarmente accorta. Il bello è che, volendo, si può utilizzare anche il serbatoio della benzina per affrontare un lungo viaggio senza fermarsi per rifornirsi. Insomma, la presenza dell’impianto a [glossario:gpl] non presenta nessuna controindicazione visto che la manutenzione va effettuata negli stessi tempi della variante a benzina.

Prezzo: a partire da 14.870 euro

Per la Adam [glossario:gpl] Tech non è prevista la versione base, si parte direttamente dalla Jam che ha un listino di 14.870 euro e una dotazione interessante: clima, cruise control, cerchi in lega, volante in pelle, radio cd con MP3, Bluetooth e presa USB. Ovviamente, la lista degli optional è bella corposa e le personalizzazioni sono talmente tante che difficilmente si correrà il rischio di vedere una Adam uguale ad un’altra per strada.