Seat Leon 1.6 TDI: la prova su strada

Giunta alla terza generazione, la Seat Leon raggiunge la maturità.

Seat Leon 1.6 TDI Style

  • Design8,00
  • Comfort9,00
  • Prestazioni7,50
  • Consumi9,00
  • Prezzo8,00
  • Pro Guidabilità, comfort, finiture, consumi
  • Contro Soglia di carico bassa, visibilità 3/4 posteriore
  • Voto Motori.it: 8,30

Seat Leon 1.6 TDI Style: la prova su strada

Altre foto »

Il segmento C, ovvero quello delle compatte, è ostico per chiunque, figuriamoci per un costruttore spagnolo che gravita nell'orbita del Gruppo Volkswagen. Tra coreani, francesi, giapponesi e tedeschi e qualche eccezione italiana, la vita può risultare difficile e ritagliarsi una fetta nell'ambita torta delle vendite potrebbe rappresentare un'impresa. Per questo serve un prodotto concreto, carico di contenuti e dal design personale, un'auto come la Seat Leon che, nonostante la parentela, peraltro nobile con la Golf, ha un'identità tutta sua ed emerge in molte voci reclamando la giusta considerazione. Abbiamo provato la 1.6 TDI Style da 105 CV, il giusto compromesso tra prestazioni, consumi e dotazione.

Design: tutta la carica dei LED

La nuova Seat Leon è stata la prima auto del segmento ad offrire i fari full Led, una vera e propria benedizione per i designer che hanno improntato il frontale sulla forma tagliente dei gruppi ottici e affilato le linee tese che tendono ad incontrarsi lungo la fiancata. Nessun retaggio dello stile morbido del modello precedente, adesso i tratti della vettura spagnola sono netti, pieni di carattere con il terzo finestrino che sale verso l'alto a caratterizzare la vista laterale e un posteriore ordinato in cui il lunotto, leggermente a V, rappresenta l'unica trasgressione. Le proporzioni sono equilibrate, l'insieme è piacevole e si discosta nettamente dalla Golf, merito dei designer della Casa Spagnola che hanno saputo capitalizzare il massimo dalla base che avevano a disposizione.

Interni: tutto intorno al guidatore

Accanto al carattere tecnologico, la Seat dei giorni nostri non ha dimenticato le sue inclinazioni sportive, per questo la plancia, dai tratti originali, avvolge il guidatore facendolo sentire al posto di comando. Posizione di guida comoda, sedili ben fatti e materiali che non hanno nulla da invidiare alle nobili cugine tedesche, ecco queste sono le sensazioni che si vivono a bordo della Leon. Semplice e ben leggibile la strumentazione, con il pratico display da 3,5" al centro in cui si possono visualizzare le varie voci del menu senza staccare le mani da pratico volante a 3 razze. Intelligente il sistema d'infotainment riproposto anche sul grande display touchscreen da 5,8" con sensori di prossimità posizionato nella parte alta della plancia. In pratica, ogni voce ha un colore diverso, un piccolo particolare che aiuta ad orientarsi anche durante la guida. I comandi vocali inoltre sono molto utili anche se a volte bisogna ripetere in maniera differente lo stesso nome per richiamarlo dalla rubrica telefonica. Di ottima fattura le plastiche nella parte alta della plancia, curati gli assemblaggi e le superfici laccate. Non sembra affatto di essere sulla "cugina povera" della Golf. A proposito della compatta tedesca, da lei riprende il pianale e, di conseguenza, lo spazio a bordo, così come il tunnel che ruba spazio alle gambe del passeggero centrale posteriore, ma ha il pregio di portare in dote le bocchette d'areazione posteriori. Ampio il bagagliaio, circa 40 dm3 più capiente di quello del modello precedente, nonostante la vettura sia più corta di 5 cm. Ma i 380 dm3 a disposizione presentano il conto di una soglia di carico non proprio a filo con l'apertura: intendiamoci niente di clamoroso, ma se si trasportano valige pesanti bisogna tenerne conto.

Su strada: diverte in sicurezza

Se la Leon intriga per i suoi contenuti, convince ancora di più quando arriva il momento di mettersi alla guida. Come per la Golf, è l'equilibrio generale a sorprenderci: lo sterzo preciso e progressivo, il cambio dolce negli innesti seppur con qualche impuntamento nella guida impegnata, e una frenata a prova di circuito. Insomma, la Leon viaggia sicura in ogni condizione e persino sotto una pioggia battente non è mai andata in crisi. Magari i cerchi da 17 pollici con pneumatici 225/45 in opzione hanno aiutato nella percorrenza di curva, ma la sensazione di sicurezza è una dote insita nel DNA della compatta spagnola. Certo, il 1.6 TDI da 105 CV, che conosciamo bene, non è certo un motore che può preoccupare un telaio nato per ben altre potenze, ma anche con questo piccolo 4 cilindri la Leon diverte. Chiaramente, si tratta di un'unità nata per girare regolare e garantire bassi consumi, quindi se avete pruriti sportivi optate per la 2 litri diesel, ma sappiate che il 1.6 non è una seconda scelta: riprende bene, ha uno spunto più che sufficiente per trarsi d'impaccio nelle manovre d'emergenza e in autostrada è molto silenzioso. Inoltre, dote da non sottovalutare di questi tempi, vanta dei consumi eccellenti. Abbiamo provato anche altre auto con questo motore ma nessuna aveva fatto segnare una media di 5,2 l/100 km. Un valore che consente di fare più di 900 km con un pieno di Gasolio in tutta tranquillità, maturato senza guidare come se avessimo un uovo sotto l'acceleratore, tanto per intenderci.

Prezzo: da 21.740 euro

La Seat Leon è un'auto che da tanto e, in questa versione, denominata Style, abbinata al 1.6 TDI da 105 CV, oltre all'autoradio con 6 altoparlanti, al climatizzatore bizona, offre di serie anche i fari fendinebbia con funzione cornering, l'hill holder, il differenziale elettronico Xds, il regolatore di velocità, i retrovisori regolabili e riscaldabili elettricamente e il volante ed il cambio rivestiti in pelle. Ovviamente, l'esemplare in prova era più ricco e superava di poco i 25.000 euro, ma bisogna considerare che alcuni optional sono decisamente a buon mercato, è il caso del sistema d'infotainment che richiede un esborso di 650 euro, dei cerchi in lega da 17 pollici che possono essere montati con un sovrapprezzo di 350 euro,  e dello start&stop che costa 80 euro. I fari full Led invece hanno un prezzo di 1.190 euro ma fanno veramente una gran figura. 

Se vuoi aggiornamenti su SEAT LEON inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 07 ottobre 2013

Altro su SEAT Leon

Seat Leon Cupra 2016: al via la prevendita
Ultimi arrivi

Seat Leon Cupra 2016: al via la prevendita

La Cupra ST diventa anche integrale grazie alla trazione 4Drive.

Nuova Seat Leon 2017: primo contatto
Ultimi arrivi

Nuova Seat Leon 2017: primo contatto

L’auto più venduta della casa spagnola cambia pelle e contenuti che vanno ad aumentare l'offerta tecnologica e la sicurezza.

Seat Leon MY 2017: pronta al debutto
Anteprime

Seat Leon MY 2017: pronta al debutto

In prevendita nelle prossime settimane e su strada dall'inizio 2017, la rinnovata Leon propone un ampio ricorso a tecnologie di nuova generazione.