Dacia Dokker: la prova su strada

Abbiamo provato la multispazio di casa Dacia, scoprendo vizi e virtù nascoste di una vettura decisamente al passo coi tempi.

Dacia Dokker 1.5 dCi Laureate 5 porte

  • Design6,00
  • Comfort6,00
  • Prestazioni7,00
  • Consumi8,00
  • Prezzo9,00
  • Pro Prezzo competitivo, motore brillante, ottima capacità di carico
  • Contro Imprecisioni assemblaggio e qualità dei rivestimenti interni, sterzo migliorabile
  • Voto Motori.it: 7,20

Dacia Dokker: la prova su strada

Altre foto »

Tanto spazio a poco prezzo. La Dacia Dokker interpreta la filosofia low cost intrapresa da Renault con il marchio romeno, soprattutto grazie al prezzo competitivo che permette di acquistare una monovolume con meno di 15.000 euro. Coerenti con l'impostazione del progetto, i contenuti sono adatti ad una clientela che bada all'essenziale, disposta ad accettare soluzioni spartane e non sempre all'altezza.

Design: il nuovo corso stilistico Dacia

I progressi messi in pratica dal nuovo corso stilistico Dacia, inaugurato con la Lodgy, hanno permesso a questa vettura di staccare la spina con un passato fatto di linee essenziali e datate. Il pianale e i componenti dello styling ripresi proprio dalla sorella maggiore a 7 posti confermano l'efficacia del nuovo family feeling voluto per riuscire a conquistare un mercato potenziale sempre più ampio.

>> Guarda le immagini della Dacia Dokker in prova

Il frontale dominato dalla grande calandra e dagli efficacissimi fari di tipo tradizionale ma con luci diurne, che si appoggiano su di un ampio fascione paraurti, fortunatamente in tinta carrozzeria per l'allestimento Laureate, dona alla vettura una buona dose di dinamismo, risultando essere la parte più movimentata e originale delle linee squadrate dell' auto. Le superfici vetrate posteriori contribuiscono ad alleggerire l'insieme grazie ad una geometria del perimetro abbastanza originale e ad una esecuzione modernamente a filo carrozzeria. Piacevoli ma essenziali i cerchi in lega da 15 pollici che equipaggiano come optional la vettura, così come gli specchi retrovisori con inserto in tinta carrozzeria, questi ultimi essendo gli stessi adottati sulla Lodgy, ci confermano la sensazione di estraneità dalla linea d'insieme già provata durante i collaudi della sorella maggiore. 

Interni: parola d'ordine, capienza e praticità

Salendo a bordo della vettura grazie alle ampie portiere anteriori o alle doppie porte scorrevoli laterali, ci si rende subito conto che l'ambiente è ampissimo, ben illuminato e fatto a posta per ogni tipo di carico. Sembra di avere a disposizione un furgone travestito da vettura, una macchina versatile adatta a qualsiasi sfida di carico, anche ad un trasloco. Poi però gli occhi vanno inesorabilmente alla ricerca di quegli elementi che fanno automobile e comfort, come per esempio i rivestimenti interni, che sono pochi rispetto alle superfici metalliche lasciate a vista, ma soprattutto eseguiti con materiali e finiture dall'aspetto decisamente economico. La moquette che riveste il fondo della vettura non ci ha convinto, sia per il suo fissaggio all'altezza della pedaliera che per lo spessore e la delicatezza del materiale usato. Inoltre la corona del volante in materiale plastico non troppo morbido e le finiture superficiali imperfette della plancia rivelano delle manchevolezze difficilmente soprassedibili.

La capacità di carico della vettura, che va da 800 a 3000 litri, è favorita indubbiamente dall'abbattimento del divano posteriore che si può richiudere a portafoglio verso i sedili anteriori per passare agevolmente dalla configurazione cinque posti a quella a due. L'accesso al vano posteriore è facilitato dalla soglia di carico molto bassa, dalle ampie superfici delle porte laterali scorrevoli e delle posteriori a battente frazionato 1/3- 2/3, che rendono la vettura leader per l'accessibilità nella sua categoria. 

Dal posto guida, in posizione rialzata che favorisce la sensazione di dominio sulla strada e una buona visibilità sui 360 gradi, si raggiungono con facilità volante, cambio e gli strumenti e i comandi secondari posti sulla consolle centrale e a lato del piantone dello sterzo. D'altra parte se sono presenti la corona del volante in materiale plastico non troppo morbido e alcune finiture superficiali imperfette nella plancia.

Nella vettura provata era presente in questo spazio come optional il sistema di navigazione e intrattenimento Media-Nav con display integrato da 7", vero cuore tecnologico della vettura che grazie alle sue ormai note potenzialità in praticità d'uso e prestazioni contribuisce a rendere la vettura completa e al passo con i tempi, distogliendo l'attenzione degli occupanti dalle già menzionate caratteristiche low cost dell'ambiente interno.

Su strada: un piccolo cuore esuberante

La filosofia del downsizing che gli ha regalato un piccolo e ben collaudato propulsore Renault turbo diesel 8 valvole da 1461 cc e 90 CV, non ha penalizzato minimamente le velleità stradistiche della vettura. Il motore con i suoi 200 Nm a 1750 giri/min di coppia riesce a far veleggiare con disinvoltura la macchina anche con un modesto ricorso all'acceleratore, risultando pronto e pienamente in sintonia con la spaziatura del cambio a 5 marce, peraltro ottimamente manovrabile. Il binomio motore-cambio risulta molto più riuscito di quello della sorella maggiore Lodgy, che pur avendo più cavalli (107) ed un rapporto in più al cambio non riesce ad avere la stessa fluidità di marcia e gli stessi consumi della Dokker. Nell'uso quotidiano i 2 secondi in più di accelerazione per passare da 0 a 100 km/h (13,6) non si sentono minimamente e la vettura appare brillante oltre ogni più rosea aspettativa. La velocità massima contenuta al disotto dei 165 km/h risente della notevole sezione frontale della vettura che ne penalizza il Cx, mentre i consumi non ci sono sembrati mai eccessivi, discostandosi di non oltre un punto dal dichiarato.

Il comportamento stradale della trazione anteriore provata è risultato buono anche se penalizzato dal tipo di gommatura termica 185/65 R15 che la equipaggiava, evidenziando un eccesso di Sottosterzo nella guida al limite che siamo sicuri sarebbe rientrato nella norma con le classiche coperture estive. Per il resto l'assetto rialzato e l'elevata escursione delle sospensioni che non si discostano dallo schema classico MacPherson per l'anteriore e ponte torcente al posteriore, favoriscono l'uso della vettura su terreni semipreparati ed in paesi dove la qualità del fondo stradale non è delle migliori, garantendo un buon disimpegno ed un ottima motricità anche in un iniziale e contenuto accenno di fuoristrada. 

Prezzo: 15.720 euro per il top di gamma

Con un prezzo di base che parte da 13.200 euro per la versione Laureate dCi oggetto della prova, impreziosita in questo allestimento dagli irrinunciabili paraurti in tinta carrozzeria, la vettura si dimostra molto competitiva. Purtroppo mancano però di serie accessori irrinunciabili come l'Esp e l'aria condizionata che ci obbligano a spendere qualcosa in più. L'esemplare provato in allestimento full optional con l'aggiunta di: assistenza al parcheggio posteriore (300 euro), kit fumatori (30 euro), Pack Clima e Nav (1050 euro), limitatore di velocità (150 euro), cerchi in lega da 15"  (300 euro), ESP (300 euro) e vernice metallizzata è arrivato a toccare la cifra di 15.720 euro. Valore complessivo comunque contenuto e adatto a farci considerare la vettura come una valida alternativa a qualsiasi utilitaria quando ci siano necessità di ulteriore spazio per caricare o comunque quando si affronta la vita in modo anticonformista badando principalmente alla praticità d'uso e alla sostanza piuttosto che all'apparenza.

Se vuoi aggiornamenti su DACIA DOKKER inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Yves D'Alessandro | 16 aprile 2013

Altro su Dacia Dokker

Dacia Dokker: prenotabile via Internet da 9.900 euro
Ultimi arrivi

Dacia Dokker: prenotabile via Internet da 9.900 euro

Parte oggi la commercializzazione della Dacia Dokker, la nuova multispazio romena ordinabile via Web mediante una caparra di 500 euro.

Dacia Dokker e Dokker Van: prezzi da 9.900 euro
Ultimi arrivi

Dacia Dokker e Dokker Van: prezzi da 9.900 euro

Arrivano nuovi dettagli sulla gamma italiana delle nuove multispazio Dacia Dokker e Dokker Van, al debutto con un listino che parte da 9.900 euro.

Dacia Dokker e Dokker Van
Anteprime

Nuova Dacia Dokker e Dokker Van

Dacia annuncia la nuova Dokker, inedita multispazio offerta sia nella versione destinata ai passeggeri sia nella variante commerciale.