Peugeot 208 1.2 VTi: la prova su strada

Abbiamo percorso 1500 km alla guida della la nuova Peugeot 208 3 cilindri VTi nel ricco allestimento Allure, adatto anche ai neopatentati.

Peugeot 208 1.2 VTi 82 CV Allure 5 porte

  • Design9,00
  • Comfort8,00
  • Prestazioni7,00
  • Consumi7,50
  • Prezzo7,00
  • Pro Design, comfort di marcia, adatta anche ai neopatentati.
  • Contro Leva marce in posizione non ottimale.
  • Voto Motori.it: 7,70

Peugeot 208 1.2 VTi: la prova su strada

Altre foto »

La nuova Peugeot 208 raccoglie il testimone della 207 accentuandone il carattere sportivo - il volante piccolo e i sedili profilati lo confermano - ma migliorandone anche l'efficienza grazie ad un modernissimo motore 3 cilindri da 82 cavalli. Grazie anche al favorevole rapporto qualità/prezzo (la gamma parte da 11.850 euro), fin dal lancio la 208 è diventata protagonista del suo segmento anche in Italia.

Esterni: sportività dirompente

Dal punto di vista stilistico, la Peugeot 208 - che si presenta sul mercato con due corpi vettura differenziati nella parte posteriore, la 3 e la 5 porte - raccoglie il testimone di una vettura storica del marchio del leone, la 205 degli anni '80, atteggiandosi a diventare la degna erede del suo successo commerciale e della sua pluridecorata carriera sportiva, vista la recente presentazione della versione sportiva GTi e la rinascita della variante agonistica T16 a quattro ruote motrici, moderna reinterpretazione della leggendaria ed estrema Peugeot 205 turbo 16.

>> Guarda le immagini della Peugeot 208 in prova

L'elemento caratterizzante del design è la grande calandra "sospesa", con profilo cromato e finitura superficiale delle plastiche metallizzata, in un frontale disegnato appositamente per esaltarne la presenza scenica. Completano lo stile il cofano spiovente dalla forma abbastanza movimentata, i grandi fari a cuneo con luci diurne integrate a led, il fascione paraurti con spoiler integrato e i fendinebbia di forma circolare. Le fiancate, che rappresentano il naturale congiungimento del frontale con l'altrettanto riuscita parte posteriore, sono caratterizzate da una buona movimentazione delle superfici piane.

Nella coda il paraurti segna i fianchi generosi all'altezza degli archi passaruota, alleggeriti comunque dalle riuscite gemme dei fanalini posteriori a boomerang che si raccordano perfettamente con la curvatura del profilo delle portiere all'altezza delle maniglie di apertura in tinta carrozzeria. 

Interni: attenzione ai particolari e tanto comfort

Salendo a bordo della vettura si rimane subito colpiti dalla vera novità introdotta dai tecnici Peugeot: il superbo volante sportivo di ridottissime dimensioni, che ruba la scena a tutto l'insieme. Sarà per le dimensioni contenute, per la spessa corona rivestita in pelle che dona una piacevole sensazione di dominio o per le ampie regolazioni in profondità e altezza, ma questo volante ci ha veramente ben predisposto, dandoci il benvenuto in un abitacolo che sembra da subito fatto a misura d'uomo. Molto pratico il quadro strumenti, semplice ed istintivo nella lettura degli indicatori analogici, che mostra tutto il necessario anche grazie alla presenza di un ampio display centrale per le indicazioni del trip computer.

Nonostante le dimensioni ridotte di 7 centimetri rispetto alla 207, l'abitabilità risulta migliorata consentendo di stare comodi nei lunghi viaggi anche ai passeggeri più alti. Il vano bagagli, che con una capienza di 311/1152 litri rientra perfettamente nella media del segmento, dispone di schienale posteriore abbattibile in maniera frazionata per 2/3 o 1/3 ed ospita sotto il rivestimento del piano di carico l'utile ruota di scorta in ferro, purtroppo ottenibile solamente con sovrapprezzo. 

Al centro dell'abitacolo trova posto il nuovissimo sistema multimediale di bordo, ospitato all'interno di un innovativo touch screen da 7", vero cuore multimediale della vettura, che mette a disposizione degli occupanti le varie funzioni di navigazione, intrattenimento audio e connettività bluetooth. Unici aspetti di livello inferiore nella cura dell'abitacolo sono rappresentati dalla leva del cambio, posta troppo in avanti rispetto alla posizione ottimale, che obbliga a innaturali allungamenti per arrivare ad inserire l'ultima delle cinque marce e dall'assenza di una plafoniera di illuminazione per i posti posteriori, che però viene parzialmente compensata dalla cura dedicata all'illuminazione della zona piedi della parte anteriore. 

Su strada: sempre sicura e convincente

La prova su strada ci porta a confermare le ottime impressioni ottenute salendo a bordo della vettura. La dinamica di guida mantiene le promesse anticipate dal piccolo volante, grazie ad un comportamento sincero e sicuro su ogni tipo di fondo stradale. La vettura - che nell'allestimento Allure adotta i bellissimi cerchi da 16" Helium Grigio Hephais con gomme 195/55 - segue fedelmente la traiettoria impostata anche a velocità sostenuta. Il comportamento stradale è affidato a delle sospensioni di tipo tradizionale, con schema pseudo-MacPherson per l'anteriore e ponte torcente per il retrotreno. Le sospensioni assorbono agevolmente le imperfezioni dell'asfalto pur risultando ottimamente calibrate per contenere il coricamento in curva e i trasferimenti di carico tra gli assali nella guida allegra. La rumorosità in marcia è sempre contenuta e ben filtrata dalla adeguata insonorizzazione del corpo vettura, che pecca però nell'assenza di adeguati pannelli isolanti nei passaruota e sotto la scocca, che avrebbero eliminato la fastidiosa risonanza dovuta al sollevamento del pietrisco operato dalle ruote anteriori.

Il propulsore, un tre cilindri aspirato di 1.199 cc con 82 CV, capostipite della nuova famiglia di motori EB del gruppo PSA, esordisce proprio sulla 208, con il primato di rappresentare il primo tre cilindri ad essere stato sviluppato dal gruppo. L'innovazione di questo motore sta nel contenimento dei pesi - solo 73 kg - e degli attriti interni degli organi in movimento, piuttosto che nell'utilizzo di tecnologie avanzate come lo start&stop e l'iniezione diretta di benzina.

Il nuovo tre cilindri su strada si dimostra onesto ma non troppo esuberante nei valori di coppia a basso regime; permette alla vettura di accelerare da 0 a 100 km/h in 12,2 secondi, facendole raggiungere facilmente una velocità massima di 175 km/h. Il rapporto peso potenza contenuto entro i valori imposti per legge ai neopatentati la rendono particolarmente fruibile da una clientela giovane attenta soprattutto alla raffinatezza e alla ricchezza di contenuti. Per quanto riguarda i consumi, durante i nostri 1500 km percorsi prevalentemente fuori città la media è rimasta abbastanza stabile, oscillando tra i 6 e i 7 litri/100 km. Degne di nota le 5 stelle raggiunte dalla vettura nei test di sicurezza EuroNcap che completano un quadro generale decisamente molto positivo. 

Prezzo: adeguato ai contenuti

L'allestimento Allure con un prezzo di 16.100 euro offre di serie molti argomenti per convincerci ad abbandonare l'essenzialità dell'allestimento entry level Access che con soli 13.200 euro offre molti meno contenuti. Con i 17.375 euro dell'esemplare provato si può usufruire inoltre di optional come il navigatore satellitare integrato nello schermo da 17" touch screen e kit mani libere bluetooth, la ruota di scorta in lamiera, il pack comfort Allure e la bellissima scelta cromatica metallizzata "Spirit-grey" adottata sulla vettura in prova in abbinamento ai cerchi in lega da 16" già previsti nella dotazione di serie.

Se vuoi aggiornamenti su PEUGEOT 208 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Yves D'Alessandro | 09 aprile 2013

Altro su Peugeot 208

Peugeot 208 GTI/Nove: la prova in pista
Prove su strada

Peugeot 208 GTI/Nove: la prova in pista

A tu per tu con la vettura celebrativa del Leone, la 208 GTI/Nove.

Peugeot 208 GT Line Ice White: prezzo da 21.400 euro
Ultimi arrivi

Peugeot 208 GT Line Ice White: prezzo da 21.400 euro

La nuova edizione a tiratura limitata della Peugeot 208 offre uno stile esclusivo abbinato ad una dotazione di accessori realmente completa.

Peugeot 208: arriva la versione a GPL
Ecologiche

Peugeot 208: arriva la versione a GPL

L’impianto è realizzato da LandiRenzo e montato in fabbrica a Trnava.