Opel Mokka 1.7 CDTI 4x4: la prova su strada

Compatta e agile in città, la Opel Mokka è sempre sicura grazie alla trazione integrale.

Opel Mokka 1.7 CDTI 4x4 Cosmo

  • Design8,50
  • Comfort7,50
  • Prestazioni8,00
  • Consumi8,50
  • Prezzo7,00
  • Pro Linea, tenuta di strada, consumi
  • Contro Bagagliaio poco sfruttabile, motore rumoroso in accelerazione
  • Voto Motori.it: 7,90

Opel Mokka 1.7 CDTI 4x4, la prova su strada

Altre foto »

La Opel Mokka è un'auto che ispira simpatia nel nome e nelle forme: è un SUV compatto che si posiziona in un segmento di mercato in forte espansione ed è stato ordinato in pochi mesi già da 80.000 clienti. Merito della sua poliedricità, della sua praticità nella vita di tutti i giorni e della possibilità di averla 2WD o 4WD, a seconda delle esigenze. Noi abbiamo provato la 1.7 CDTI 4x4 Cosmo, la versione al top della gamma.

Esterno: moderna ed equilibrata

Non si può dire che la Mokka non sia una Opel: la calandra con la parte superiore cromata, i fari anteriori che creano un family feeling con gli altri modelli della gamma e le linee forti e rassicuranti della fiancata sono senza dubbio elementi che la identificano all'istante come una vettura della Casa del Fulmine. Mentre il piccolo lunotto posteriore con tanto di spoiler, la cromatura sul porta targa e i gruppi ottici posteriori, che concludono idealmente la fiancata, sono particolarità di questo modello. L'immagine della Mokka è rafforzata dalle protezioni anteriori e posteriori e dalle finiture grezze dei paraurti che si prolungano anche sulle fiancate e sui passaruota. Inoltre, la Cosmo presenta i cerchi da 18 pollici a 5 razze, la linea di cintura e le maniglie esterne cromate e i vetri posteriori oscurati.

>> Guarda le immagini della Opel Mokka in prova

Interno: un piacevole deja-vù

L'abitacolo della Opel Mokka presenta tanti elementi in comune con altri modelli Opel, la strumentazione ad esempio, sembra speculare a quella dell'Astra, inoltre, l'insieme di pulsanti sulla consolle centrale ricorda molto quello di altri modelli della gamma del Fulmine, sia per fattura che per collocazione. Sono tanti e, sulle prime, possono confondere, poi ci si fa l'abitudine. Comodo lo schermo del navigatore da 7 pollici (optional) che consente di calcolare quanto peso si può caricare sulla vettura, quanta massa è rimorchiabile, e quale è il percorso ideale per consumare di meno. Non troppo capienti invece, i numerosi spazi portaoggetti, mentre risulta utile il cassetto posto sotto il sedile del passeggero. Rifinito con materiali di buona qualità, come la pelle bicolore dei sedili e gli inserti in alluminio spazzolato, lo spazio vitale della Mokka è valido per quattro persone, mentre in cinque il divano posteriore potrebbe risultare un po' scomodo, soprattutto se si è in procinto di partire per un lungo viaggio. D'altra parte il bagagliaio da 356 litri, non ha una capienza da riferimento, e non riesce a sfruttare a proprio favore lo spazio lasciato libero dalla ruota di scorta, sostituita da un kit di gonfiaggio.

Su strada: sicura in ogni situazione

Se l'aspetto della Opel Mokka è quello tipico di un SUV, seppur compatto (è lunga 4,28 m), la guida non fa rimpiangere quella delle vetture convenzionali, infatti in curva è piatta e sicura, appoggiandosi sulle coperture 215/55 montate su cerchi da 18 pollici, mentre in città le dimensioni compatte le consentono di disimpegnarsi agevolmente nel traffico. Semmai, la forma dei montanti posteriori, molto larghi, può causare qualche problema per via dell'angolo cieco che riescono a generare. Molto parca nei consumi, anche usandola per lunghi tratti in città non è mai andata oltre i 6,4 l/100 km, la Opel Mokka fa sentire la voce del 1.7 CDTI, da 131 CV e 300 Nm di coppia, soprattutto a freddo e in accelerazione. Le prestazioni ci sono, con una velocità massima dichiarata di 185 km/h e un'accelerazione da 0 a 100 km/h coperta in 9,4 secondi, ma in viaggio, soprattutto in autostrada, dove la velocità media è più alta, i fruscii aerodinamici si fanno sentire. Niente di eccessivamente fastidioso, ma un semplice effetto collaterale delle barre portatutto sul tetto. Quando si abbandona l'asfalto per uno sterrato, o in caso di neve, la trazione integrale ad azionamento automatico mette in gioco anche il retrotreno per compensare le eventuali perdite d'aderenza. In tutte le altre occasioni invece, la trazione è affidata essenzialmente alle ruote anteriori per salvaguardare i consumi, mentre l'elettronica aiuta il guidatore sia nelle partenze in salita, evitando di fare arretrare la vettura.

Prezzo: a partire da 18.450 euro 

La Opel Mokka della nostra prova, in versione Cosmo, equipaggiata con cerchi da 18", vetri oscurati, cromature esterne, retrovisori ripiegabili elettronicamente, sensori anteriori e posteriori, clima bi-zona a controllo elettronico, sensore pioggia e crepuscolare, e tanto altro di serie, più il navigatore, il sistema Opel Eye e i fari allo xeno con gli abbaglianti automatici, come optional, arriva a ben 29.240 euro. Ma se ci si accontenta si può prendere in considerazione la versione Ego, che parte da 24.700 euro, ed ha una buona dotazione di serie. Se non si ha necessità della trazione integrale, la scelta potrebbe ricadere sulla 1.7 CDTI Ego che consente di risparmiare ulteriori 2.000 euro.

Se vuoi aggiornamenti su OPEL MOKKA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 18 febbraio 2013

Altro su Opel Mokka

Opel Mokka: raggiunto il traguardo di mezzo milione di ordini
Mercato

Opel Mokka: raggiunto il traguardo di mezzo milione di ordini

Il segreto della Mokka si nasconde nel suo design accattivante che nasconde una meccanica efficiente e una dotazione dedicata alla connettività.

Opel Mokka 1.6 CDTI 4x2: la prova su strada
Prove su strada

Opel Mokka 1.6 CDTI 4x2: la prova su strada

Il nuovo "cuore" 1.6 diesel sulla Opel Mokka offre una guida fluida e consumi ridotti.

Opel Mokka dei Vigili del Fuoco al RETTmobil 2015
Curiosità

Opel Mokka dei Vigili del Fuoco al RETTmobil 2015

Fra i veicoli speciali che Opel presenterà al RETTmobil 2015 ci sarà anche una Mokka pensata per i Vigili del Fuoco tedeschi.