Chevrolet Volt: la prova su strada

Abbiamo provato in Svizzera la nuova Chevrolet Volt, l’auto elettrica ad autonomia estesa che anticipa la mobilità di domani.

Chevrolet Volt: la prova su strada

Chevrolet Volt

Design

7.50

Comfort

8.50

Prestazioni

8.00

Consumi

10.00

Prezzo

7.00

VOTO Motori.it: 8.20

Pro

Tecnologia,ripresa e consumi

Contro

Scarsa visibilità della strumentazione durante il giorno

di Valerio Verdone

27 settembre 2011

Abbiamo provato in Svizzera la nuova Chevrolet Volt, l’auto elettrica ad autonomia estesa che anticipa la mobilità di domani.

La Chevrolet Volt ha fatto parlare di sé sin da quando era un prototipo, e adesso che è arrivata sul mercato incuriosisce per la sua tecnologia, i costi di gestione contenuti e la capacità di percorrere distanze considerevoli in modalità elettrica. Certo, l’automobilista comune deve ancora abituarsi alla rivoluzione ecologica che sta avvenendo nel mondo dell’auto, ma la Chevrolet Volt potrebbe affascinarlo e convincerlo per via di una linea originale e dei consumi irrisori.

La linea della Volt non è totalmente sacrificata sull’altare dell’ecologia, anzi è originale, dinamica e molto personale. Alla Chevrolet hanno capito che anche l’occhio vuole la sua parte e così hanno realizzato una vettura con un frontale aggressivo per via della calandra sdoppiata, una fiancata solida e con alcune soluzioni originali come il taglio delle superfici vetrate, e una coda personale contraddistinta da gruppi ottici importanti inglobati nel portellone. Tutto questo senza rinunciare ad un’aerodinamica curata che le permette di ottenere un Cx di appena 0,28: lo stesso di una supercar ad alte prestazioni come la Corvette.

L’abitacolo è spazioso, curato ed originale per via di una superficie laccata riproposta sulla consolle centrale, sul quadro strumenti, sul rivestimento delle portiere e in parte su sterzo e plancia. Domina il tutto il display degli strumenti principali sul quale si può tenere sotto controllo la carica del comparto batterie e tante altre informazioni utili come l’autonomia e la velocità. Si viaggia in quattro su comode poltrone e il bagagliaio consente di caricare agevolmente oggetti di grandi dimensioni per via del portellone.

Il viaggio inizia nel silenzio, si parte in modalità elettrica, dunque ad emissioni zero e la magia non finisce dopo qualche chilometro, ma continua per molta strada. Nelle montagne della Svizzera, in perfetta armonia con il paesaggio, abbiamo percorso più di 80 km in modalità esclusivamente elettrica senza inquinare e senza emettere un grammo di Co2. Un dato sorprendente che rispecchia, anzi, migliora quello dichiarato dalla Casa e consente a molti automobilisti di utilizzare la Volt solo in modalità elettrica. Una volta tornati a casa, è sufficiente collegare il cavo in dotazione alla presa della corrente e in meno di 4 ore l’auto è pronta per il giorno dopo. Comunque, qualora l’autonomia fornita dalla batteria agli ioni di litio composta da 288 celle plasmatiche non dovesse bastarvi, i due motori elettrici con tre frizioni e un ingranaggio epicicloidale vengono alimentati da un motore termico da 1,4 litri e 86 CV che funge da generatore ed entra in funzione quando termina la carica del comparto batteria. Con l’ausilio dell’unità convenzionale che gira al minimo per consumare un quantitativo irrisorio di carburante, l’autonomia sale a 500 km e consente di affrontare senza riserve anche un lungo viaggio.

Silenziosa in maniera assoluta, la Volt risponde prontamente al comando dell’acceleratore e accelera da 0 a 100 km/h in 9 secondi, raggiungendo una velocità massima di 160 km/h. Quello che i numeri non dicono, è che la Chevrolet Volt assicura una guida brillante, a tratti divertente per via del suo sterzo leggero e preciso e che la sua tenuta di strada è sempre una garanzia. Oltretutto, in caso d’emergenza, quando si deve compiere un sorpasso rapidamente, la spinta dei motori elettrici consente di svolgere l’operazione in tempi rapidissimi grazie ad una coppia istantanea di 370 Nm.

Con una potenza di 150 CV, una ricca dotazione di serie e una tecnologia futuristica garantita per 8 anni o 160.000 km la Chevrolet Volt rappresenta il concetto di mobilità sostenibile nel prossimo futuro ed ha un costo di poco inferiore ai 42.000 euro: 41.950 euro per la precisione. La cifra è giustificata dai contenuti tecnologici e dal notevole risparmio sul consumo di carburante. Infatti una ricarica completa ha un costo di 2 euro, mentre un solo litro di benzina costa circa 1,50 euro: basta questo per capire il risparmio in denaro che la Volt consente di accumulare nel tempo.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...