Volkswagen prepara l’auto che si guida da sola

Volkswagen sta preparando un’innovativa vettura capace di guidare da sola e futura avversaria della futuristica Google Car.

Presto la Google Car che si guida da sole avrà una temibile avversaria sviluppata dalla Volkswagen, che si presenta per il momento con le "tranquille" sembianze di una Passat di penultima generazione, ma che in realtà cela sotto pelle una serie di dispositivi molto sofisticati in grado di "leggere ed interpretare" i numerosi segnali che la strada trasmette.

L'innovativo progetto realizzato dalla Casa di Wolfsburg prende il nome di TAP ed è stato realizzato nell'ambito del progetto finanziato dalla comunità europea denominato HAVEit ("Highly Automated Vehicles for Intelligent Transport") e diretto dal Professore Jürgen Leohold, direttore esecutivo per la Ricerca del Costruttore tedesco.

Apparentemente identica ad una comune station wagon, quest'auto nasconde tre sensori laser, uno posizionato nella parte anteriore e due dietro, che funzionano come occhi elettronici intelligenti capaci di trasmettere le immagini della strada ad un sofisticato computer di bordo che a sua volta "dialoga" con un navigatore satellitare presente all'interno della vettura. Una volta ricevute le informazioni il navigatore le rielabora trasmettendo l'immagine dell'automobile e di quelle che la circondano in un raggio di poco più di 180 metri, comprendendo ovviamente anche gli eventuali ostacoli. In questo modo TAP è così in grado di "leggere" i segnali e di fermarsi sia agli Stop che ai semafori rossi, addirittura di evitare eventuali auto in sosta, pedoni distratti o animali che attraversano la strada improvvisamente, mentre se il percorso risulta libero da ostacoli, la vettura accelera e prosegue senza esitazioni.  

In realtà Volkswagen non punta ad eliminare la figura del guidatore, ormai profondamente radicata nella nostra cultura e nel nostro modo di essere, ma vuole proporre un aiuto concreto al pilota nel momento in cui lui ne avesse bisogno: infatti il sistema TAP consente al conducente di intervenire sulla guida in qualsiasi momento lo si voglia, mentre se si è stanchi o non si vuole semplicemente guidare, basta schiacciare un tasto per inserire il pilota automatico, togliendosi in questo modo il pensiero della guida.

Come se non bastasse c'è anche la possibilità di attivare un'impostazione di guida semi-automatica  denominata "Pilot Mode", che aiuta il guidatore a mantenere la giusta distanza di sicurezza dal veicolo che lo precede, la velocità impostata dal conducente, ovviamente dove possibile dato che in caso di necessità il sistema riduce automaticamente tale velocità - ad esempio  prima di una curva - e mantiene la posizione del veicolo rispetto alla linea di mezzeria. Il dispositivo TAP rileva anche le regole di sorpasso e limiti di velocità.

Se vuoi aggiornamenti su VOLKSWAGEN inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 23 giugno 2011

Altro su Volkswagen

Overland 2017: 30.000 km con i Veicoli Commerciali Volkswagen
Aziendali

Overland 2017: 30.000 km con i Veicoli Commerciali Volkswagen

California Beach, Amarok e Transporter Kombi sono il "parco auto" Overland, che si avvale del software Visirun di controllo e gestione flotte.

Volkswagen Golf MY 2017: due weekend Porte Aperte
Ultimi arrivi

Volkswagen Golf MY 2017: due weekend Porte Aperte

Con il lancio di Golf e Golf Variant MY 2017, è possibile "toccare con mano" le novità multimediali di bordo. I prezzi di listino dell’intera gamma.

Volkswagen Polo: la sesta generazione al Salone di Francoforte
Anteprime

Volkswagen Polo: la sesta generazione al Salone di Francoforte

L’immagine e i contenuti tecnici della futura VW Polo iniziano a delinearsi: lo rivelano alcune fonti dal Web. Ecco un primo identikit di Polo Mk6.