Renault: debutta il nuovo diesel Energy dCi 130

Ecco il downsizing secondo Renault: 1.6 litri, common rail, start-stop e recupero d'energia. Per consumi ridotti fino al 20%.

Ecco la filosofia del downsizing secondo Renault: è il nuovo Turbodiesel 1.6 dCi 130 che equipaggerà in prima battuta Scénic, per essere poi esteso a tutta la "famiglia" Mégane e alla consociata Nissan.

Il propulsore ha una potenza di 130 CV a 4000 giri/min, 320 Nm di coppia massima a partire da 1750 giri/min, e un consumo a ciclo medio (dichiarato) di 4,5 litri di gasolio per 100 km con valori di emissione pari a 117 g/km di CO2.

In questi giorni, la divisione tecnica Renault di Rueil-Malmaison ha reso noto il lancio di produzione del nuovo Diesel "Energy dCi 130", frutto di un finanziamento congiunto Renault - Nissan di 230 milioni di dollari e di un iter progettuale avviato nel 2006, che viene prodotto nell'impianto francese di Cleon.

Secondo i responsabili del progetto, l'Energy dCi 130 rappresenta la somma del know-how in materia di sviluppo dei propulsori a gasolio di riferimento: 1.5 dCi, 2.0 dCi, 2.3 dCi e V6 dCi. Nello specifico, si tratta di un'unità concepita per equipaggiare i modelli di segmento C di Renault e Nissan; rappresenta, cioè, una via di mezzo fra gli attuali dCi 1.5 110 e 2.0 con potenza di 150 e 180 CV.

Andrà, gradualmente, a sostituire il "vecchio" blocco 1.9 dCi 130, della famiglia F9Q, rispetto al quale il nuovo Energy - capostipite della nuova, omonima, famiglia di propulsori - promette, facendo fede alla filosofia del downsizing, potenza più elevata in proporzione alla minore cilindrata e, nello stesso tempo, riduzione dei consumi e delle emissioni di CO2 (fino al 20% in meno).

Le innovazioni tecnologiche presentate con il nuovo Energy dCi 130 sono molteplici. Dall'adozione del sistema Start-Stop associato al dispositivo di recupero dell'energia cinetica durante le fasi di frenata, ad altri atout tecnologici: il sistema EGR a bassa pressione e il Thermomanagement.

Il turbodiesel Energy 1.6 dCi 130 viene prodotto nello stabilimento di Cleon, nel Dipartimento francese della Seine-Maritime: per il 2012, è stata pianificata una capacità produttiva fino a 150 mila unità all'anno, destinata ad aumentare in maniera ulteriore nei prossimi anni.

Definiti anche gli obiettivi di riduzione progressiva dell'inquinamento: i dirigenti Renault sottolineano come, dagli attuali 137 g/km di CO2 di media, la gamma nel 2013 abbasserà tale valore a 120 g/km, per ridurlo ulteriormente a meno di 100 g/km nel 2016 (in questo caso anche grazie all'apporto della gamma di veicoli elettrici Renault pronta al debutto).

 

Se vuoi aggiornamenti su RENAULT inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 14 aprile 2011

Altro su Renault

Salone di Ginevra: le novità Renault, Dacia e Alpine
Anteprime

Salone di Ginevra: le novità Renault, Dacia e Alpine

Captur – restyling, Koleos e Alaskan pronte al debutto europeo, Alpine A120 e Dacia Logan MCV Stepway. C’è curiosità intorno alla novità elettrica.

Renault R.S.17, svelata la nuova monoposto di F1
Motorsport

Renault R.S.17, svelata la nuova monoposto di F1

La monoposto Renault che parteciperà al campionato 2017 del Mondiale di Formula 1 è stata svelata in anteprima al cospetto dei piloti ufficiali.

Renault Scenic dCi 130 CV vs Renault Grand Scenic dCi 160 CV: la prova su strada
Prove su strada

Renault Scenic dCi 130 CV vs Renault Grand Scenic dCi 160 CV: la prova su strada

La vettura tuttofare della Losanga si rinnova nel segno del design, mantenendo inalterate le solite doti di automobile fortemente versatile e ricca di comfort.