Internet a bordo delle auto entro il 2013

Secondo gli addetti ai lavori, entro il 2013 nelle auto di ultima generazione si potrà navigare in rete in modalità wi fi

I progressi tecnologici nel settore informatico e automobilistico vanno di pari passo, soprattutto quando le due industrie lavorano insieme. Il riferimento è al collegamento internet sui veicoli, che secondo gli addetti ai lavori sarà un elemento comune nel giro di 2 o 3 anni. Sarà presente sui modelli di ultima generazione, che diventeranno degli "hot spot" viaggianti e permetteranno di navigare in movimento (quando non si è al volante).

Secondo la T-Systems, azienda specializzata nei servizi al settore automotive, tutto è pronto per questo grande passo, che trasformerà il modo di spostarsi. Già, perché il punto non è solo che si potrà entrare in rete, ma anche che internet diventerà una componente essenziale per le comunicazioni da auto ad auto.

Negli Stati Uniti, il governo federale è già al lavoro per creare delle linee guida efficaci per regolamentare il settore, evitando i rischi per la sicurezza stradale e obbligando i costruttori a rendere la tecnologia facilmente utilizzabile senza distogliere l'attenzione di chi è al volante.

Elemento fondamentale per raggiungere questo obiettivo è che la tecnologia sia sviluppata dagli stessi costruttori e non da aziende esterne, che non sono abbastanza preparate in fatto di sicurezza.

Se vuoi aggiornamenti su INTERNET A BORDO DELLE AUTO ENTRO IL 2013 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Andrea Barbieri Carones | 30 novembre 2010

Vedi anche

Guida autonoma: Intel crea l

Guida autonoma: Intel crea l'Automated Driving Group

Intel investe sulla guida autonoma e annuncia la nascita di una divisione dedicata che si chiamerà Automated Driving Group.

Bmw: nel 2021 la prima auto autonoma al 100%

Bmw: nel 2021 la prima auto autonoma al 100%

La Casa dell’elica ha dichiarato che lancerà la sua prima vettura 100% a guida autonoma con intelligenza artificiale nel 2021.

EuroNcap 2016: ecco i risultati degli ultimi crash test

EuroNcap 2016: ecco i risultati degli ultimi crash test

Massima valutazione per 4 modelli su 9; sempre più netto il divario fra vetture "di serie" e quelle dotate del "safety pack" richiesto da Ncap.