Auto elettriche: arriva la ricarica wireless

Il fornitore Delphi ha sviluppato una tecnologia wireless che permetterà di ricaricare l'auto a distanza, senza prese né cavi

Ricarica Wireless per auto elettriche

Altre foto »

La mobilità a zero emissioni potrebbe divenire realtà in un futuro non lontano in cui le vetture saranno spinte da propulsori elettrici e non avremo più bisogno di frequentare il benzinaio. L'energia sarà dalle batterie, ma non necessariamente l'ansia da ricarica ci renderà impazienti di attaccare la spina della nostra auto ad una presa di ricarica.

Il fornitore americano Delphi, in collaborazione con WiTricity Corporation, ha infatti sviluppato una tecnologia che ci consentirà di ricaricare le batterie senza bisogno di prese e cavi, ma utilizzando un campo magnetico. Immaginate che l'auto si ricarichi automaticamente ogni volta che la lasciate in un parcheggio pubblico o in garage. 

Vediamo come funziona. Una bobina posta sotto l'asfalto trasferirà energia elettrica al veicolo attraverso un campo magnetico variabile ad alta frequenza. Secondo Delphi, il loro sistema eguaglia i tempi di ricarica di un normale sistema plug-in ed è capace di trasferire fino a un massimo 3,3 KW.

Al contrario di altri sistemi già sviluppati per la ricarica ad induzione, che soffrono bassi rendimenti e funzionano su distanze minime, il sistema Delphi impiega un'antenna trasmettitore ed una ricevente sintonizzate sulla stessa frequenza. Esse interagiscono attraverso un campo magnetico costituendo un accoppiamento induttivo. Al contrario degli accoppiamenti induttivi tradizionali, questo sistema lavora ad un'unica frequenza per emettitore e ricevente, un'alta frequenza: di fatto le due antenne sono in risonanza.

Ciò permette di orientare il campo magnetico trasmesso lungo la direzione dell'accoppiamento, con meno dispersioni rispetto ad un sistema ad induzione semplice. In definitiva migliora l'efficienza e si riduce l'interazione con corpi esterni, compresi gli esseri umani. Delphi si è occupata di applicare all'automotive un brevetto di WiTricity, che permette quindi di trasferire flussi maggiori di energia ed a maggiori distanze con meno perdite e rischi per la salute

Il Portable Electric Vehicle Charger (l'antenna ricevente) può essere installato su qualsiasi veicolo elettrico, così come l'unità esterna può venire integrata nel sottosuolo o essere semplicemente posta al suolo sotto l'autovettura.

Le due aziende hanno dichiarato che "la collaborazione aiuterà a definire una nuova infrastruttura di ricarica conveniente e sicura per veicoli elettrici privati e commerciali."

Se vuoi aggiornamenti su AUTO ELETTRICHE: ARRIVA LA RICARICA WIRELESS inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Andrea Zuanni | 25 ottobre 2010

Vedi anche

Fiat-Chrysler: richiamo per 1,4 milioni di veicoli con Uconnect

Fiat-Chrysler: richiamo per 1,4 milioni di veicoli con Uconnect

Il rischio di attacchi cracker verso il sistema Uconnect ha convinto FCA a richiamare 1,4 milioni di vetture per aggiornare il software.

Guida autonoma: Bosch punta sulle mappe di TomTom

Guida autonoma: Bosch punta sulle mappe di TomTom

Bosch e TomTom uniscono le proprie competenze per mettere a punto mappe ad altissima precisione indispensabili per la guida automatizzata.

Ford: allo studio i fari del futuro

Ford: allo studio i fari del futuro

Ford sta sviluppando una nuova generazione di fari capace di riconoscere le zone d’ombra e di illuminare gli spazi dove transitano pedoni o animali.